Don’t Trust The B**** In Apartment 23 1×07 – Shitagi NashiTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by
Tutti spereremmo di trovare una Shitagi Nashi per strada o quando torniamo a casa, molto spesso è un’utopia, certo ce ne saranno in giro anche ma è sicuramente diffiicile venirlo a scoprire. Bè se siete proprio tanto fortunati fatemelo sapere che comincerò a bazzicare anche io quella zona…
Chiaramente non vi rivelerò cosa significa Shitagi Nashi, guardatevi
questa season finale e gustatevela perchè è veramente molto carina e ben fatta. Protagoniste come al solito sono le due coinquiline che oggi affrontano un nuovo What if in cui ci si chiede “Cosa succederebbe se June non potesse più bere per 6 mesi e venisse esiliata dalla vita sociale di Chloe?”. Ovviamente la risposta che ci viene data è ricca di assurdità ma estremamente divertente e si va a guadagnare un posto nella top 3 delle migliori puntate della stagione. Lo so che la stagione ha solo 7 episodi e quindi non è una grande scrematura ma accontentatevi per almeno 3 mesi in attesa della 2° stagione.
Come dicevo questo è un gran bel episodio, finalmente gli autori riescono a dare un senso alla vita di Luther, molto blando sia chiaro, ma per Luther è già qualcosa. Gli applausi per Dawson oggi si sprecano: James Van Der Beek è maestoso nel breve monologo in cui prende in giro la sua situazione di attore rinchiuso in un ruolo per poi essere dimenticato dal pubblico, è incredibile come riesca a scherzarci e ad accettare l’ironia che ci sta dietro, per non parlare della scena in cui gioca con le sue action figures. Applausi, applausi ed ancora applausi. 
Di June c’è poco da dire, come al solito è l’espediente con cui gli autori si divertono a raccontare tutto il mondo che c’è intorno all’Appartamento 23. Parlando di Chloe invece oggi si scopre il suo lato un po’ più umano di It Girl che si gode il momento di fama cosciente del fatto che non durerà e per questo conserva i suoi fumetti di No Panties. Serviva sicuramente una trama come questa che desse un po’ più di spessore psicologico al personaggio rimuovendole quella patina di Bitch senza remore morali che l’ha contraddistinta fino ad adesso, si spera che nella prossima stagione si prosegua su questa direzione per aiutare lo show ad evolversi e migliorarsi.

PRO:
  • JVDB che gioca con le action figure di se stesso
  • JVDB che entrando nell’altro camerino capisce che il soffitto è più alto di 15 cm rispetto al suo
  • Chloe che sta scomoda con le mutande
  • Robin (per tutti anche detta “la stalker cinese”) che si vanta con June di avere anche lei un taglio alla laringe causato dall’aver “urlato troppo”, chi ha orecchie per intendere intenda…
CONTRO:
  • Discriminazione totale quanto a battute per Mark che se solo ricevesse un po’ più di spazio potrebbe diventare un gran personaggio
  • Delusione Eli

Con un pizzico di trama orizzontale, in cui si ricorda a June che in teoria dovrebbe ancora cercarsi un lavoro a Wall Street, si chiude questa prima, indimenticabile stagione. Mi piace pensare che siano stati 7 episodi di riscaldamento in attesa della prima vera season da 22 puntate che ci attende a partire da settembre, se manterranno lo standard di questa puntata ne vedremo delle belle.

VOTO EMMY

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: