Gossip Girl 5×18 – Con HeirTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Dan e Blair è cosa fatta insomma! Niente più Chuck, niente più PrincipeodiosodiMonaco e strada spianata per il ragazzo solitario nonostante la principessa sia ancora principessa ma chiaramente di adulterio non se parla.
A parte queste “frivolezze” stilistiche che a quanto pare noto solo io e che potrebbero nuocere alla storyline post-adolescenziale, per il resto vige tutto il cast è stato costretto a mettersi la
maschera da faccia tosta e presentarsi nella loro ex casa, ora di Ivy, con la scusante di un party commemorativo per la nonna morta con annesso piano segreto pronto ad azionarsi. Nulla di nuovo quindi all’orizzonte penseranno i più maliziosi: solito modo di fare le puntate con una festa in cui si trovano tutti, qualche incomprensione, 1-2 post di Gossip Girl per guastare l’umore di qualche protagonista e almeno una vendetta che si consuma nei lussuriosi appartamenti dell’alta borghesia newyorkese. Mi piacerebbe dire che si sbagliano ma purtroppo le cose sono esattamente così, si potrebbe quasi etichettare come un procedurale ormai… Ok che non annoia e che alcune situazioni come il party per la nonna morta sono delle autentiche genialate che sanno di kitsch, ma è proprio quando pensi che gli autori abbiano toccato il fondo che all’improvviso scopri una, perdonatemi il termine, “incestuosa” relazione tra il padre di Serena, nonchè ex marito di Lily e nella vita reale anche fratello identico di Alec Baldwin, e la sorella di Lily al tempo in cui lui era sposato con la stessa Lily. Insomma un bel casino che a parole sembra ancora più difficile da descrive ma che in summa può essere chiarito con: Serena ha una sorellastra di nome Charlie che chiama inconsapevolmente cugina.
Ce n’è davvero per tutti i gusti, non posso che inchinarmi davanti a cotanto kitsch e salutarvi con un calice di Don Perignon intonando: “Lunga vita alla (ex) Regina B.”.

PRO:
  • Dopo oltre un anno di attesa Dan e Blair si mettono assieme, è stressante anche per noi la loro storia…
  • William il semina figlie
  • Il party funebre
CONTRO:
  • E’ irreale che Dan e Blair non partecipino al party funebre visti gli stretti legami che hanno
  • Charlie è un burattino, non è ne carne ne pesce ma sicuramente è fastidiosa

La tanto agognata sufficienza viene concessa solo e ripeto solo per la risoluzione delle due storyline che si protraevano da troppo tempo: Dan e Blair è la prima, la seconda è la scoperta del padre di Charlie Rhodes.
Alleluja, un parto è meno agognato di un party nell’Upper East Side.

VOTO EMMY

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: