The Big Bang Theory 5×08 – La Permutazione Dell’IsolamentoTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Che Jim Parson meritasse l’Emmy l’avevamo già detto, che se lo meriti per la sua interpretazione dello strambo Sheldon o per la bravura degli autori nello scrivere battute per un personaggio così eccentrico e strano non sta a noi dirlo, è quasi impossibile scindere le due cose perchè sembra che sia lo stesso Jim a inventarle. Davvero non mi interessa sapere di chi sia il merito di cotanta interpretazione ma se questo è il risultato che continuino pure.
La psiche di Sheldon è contorta quanto un labirinto, ogni frase non sai mai dove ti può portare anche se ci sono delle frasi o degli atteggiamenti già precedentemente testati che provocano reazioni circoscritte e ben delineate, ad esempio il contatto fisico con altre persone o la relazione sentimentale con Amy che sfocia nelle sfere sessuali. Oggi in questi temi Sheldon dà il meglio di se stesso regalandoci vette di inquietanti risate che non avevamo ancora toccato, appena appena sfiorato in passato ma mai così tanto approfondite come in questo episodio, una scena per tutte: Amy che contratta un rapporto fisico di qualsiasi tipo con il nostro eunuco preferito. Grasse risate…
E’ chiaro che al Dott. Cooper, come gli piace farsi chiamare, non interessano i rapporti fisici e sentimentali, le uniche relazioni che concepisce sono quelle tra elettroni e protoni e basta. Diciamo che principalmente è dovuto al suo personaggio, all’amore che prova nel disquisire di qualsiasi tematica scientifica e al suo totale disinteresse per gli altri campi, sfere sentimentali comprese. Tuttavia la sua è più una copertura che usa per nascondere l’incompetenza che sa di avere in tali ambiti, ambiti che non comprende per nulla e che per questo non ama, perchè non sono fatti da equazioni che si possono risolvere o da teoremi da applicare, perchè non sa come comportarsi e come venirne a capo. E’ questo ciò che noi tutti vogliamo: uno Sheldon a disagio con se stesso che ci regali grasse risate. 
Sembro troppo cinico? Considerando che sto parlando di un personaggio di un telefilm inventato non credo proprio.

PRO:
  • La disputa sul rapporto fisico che Sheldon decide di concedere ad Amy
  • Sheldon che a pranzo bacchetta tutti sul comportamento delle “proprie” donne
  • Penny che vomita nel cestino dopo aver visto un cervello col tumore
  • Amy che suona l’arpa
  • Amy che fa il filmino finale nei camerini
CONTRO:
  • Dove sono Howard e Raji???

Un’ultima postilla finale:  perchè Howard e Raji ricevono così poco spazio? In ogni episodio potrebbero dare tantissimo ed invece vengono relegati a 30 secondi di attenzione in ogni puntata in cui non sono protagonisti. C’è una chiara disparità di comportamento e di visibilità che gli autori decidono di dargli e francamente non ne capisco il senso.

VOTO EMMY

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: