The Big Bang Theory 5×11 – La Riproposizione Del BullismoTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Se in 20 minuti di una commedy ridi/sorridi solo ad una frase, bè o tu hai un pessimo senso dell’umorismo o la commedy fa schifo. Ora, non potendo sapere l’opinione di tutti voi ma basandomi solo sul mio humor, posso dire a malincuore che ci ritroviamo nella seconda opzione. A malincuore perchè non sto recensendo una serie qualunque ma The Big Bang Theory, quella che da tutti fino a 1-2 anni fa era considerata la miglior commedy on air.
Avevo già detto in precedenza qual’era la ricetta che rendeva perfetto il mix comico dello show e quali erano i difetti evidenti, uno fra tutti la scarsità di idee, ma a quanto pare a distanza di una sola puntata esaltante eccone arrivare un’altra disastrosa puntuale come il karma comanda.
Non mi dilungherò molto anche per il fastidio che provo in questo momento dopo aver perso minuti preziosi della mia vita e quindi mi soffermo solo su due punti che mi stanno particolarmente a cuore: Sheldon e autori.
Sheldon è l’unico che porta avanti la baracca ma con una serie di battute come quelle di questa undicesima puntata neanche lui può far nulla essendo come una marionetta governata da un branco di burattinai scadenti e senza palle, dove per “burattinai” intendo autori. Loro sono la causa di ogni male, dalla scelta sbagliata compiuta in diverse occasioni di punire per un non si sa bene quale motivo gli altri due originari comprimari che davano moltissimo allo show, passando per le tematiche che sono scelte per essere trattate nelle varie puntate, il bullismo ad esempio era stato già usato ma mai così male come oggi. Quindi se c’è qualcuno che deve fare il mea culpa per l’andamento qualitativo del serial sono solo loro e la loro mancanza di carattere nel compiere scelte narrative che diano aria fresca e tolgano questa aria viziata che sa tanto da soffitta impolverata. Tirate fuori le palle e dateci qualcosa di cui essere fieri, per noi e per voi stessi.
Se siete sceneggiatori e volete vedere tutto le cose da non fare nella vostra serie tv guardate questo episodio, altrimenti statene alla larga.

PRO:
  • La frase di Sheldon dove si immagina/propone di uccidere un bullo
CONTRO:
  • Tutto
  • Poco spazio a Raji e Howard
  • Fin troppo spazio concesso al trio Penny-Bernadette-Amy
  • Il pubblico che continua a tenere altissimo l’indice di gradimento di questa schifezza
  • Idea del bullo che diventa amico già vista

Non è esaltante, non è divertente, non è sufficiente: non è più TBBT e si merita il voto peggiore che posso assegnargli.

VOTO EMMY

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: