Fringe 4×06 – Chi Non E’ Più Con NoiTEMPO DI LETTURA 1 min

in Recensioni by
Loop Temporale? Alzi la mano chi non ne ha mai sentito parlare e se l’hai alzata: vergognati!
Parte tutto molto bene tra questi beneamati loop temporali ed un Peter in cerca del suo spazio in questo universo Giallo che non è più il suo. Tutti aspettiamo che ne venga fuori qualcosa di buono e nel frattempo ci becchiamo questa puntata riempitiva che, pur essendo estremamente carina
e ben fatta, non cava un ragno dal buco. Come trama orizzontale oggi ci dobbiamo accontentare dell’ingresso di Peter nella divisione Fringe, seppur in modo non ufficiale in quanto lui stesso è un evento Fringe. 
I villain della settimana sono adorabili anche se scatenano il putiferio tra spostamenti e loop temporali che viviamo in prima persona tramite il buon Peter che a quanto pare è l’unico a risentirne in presa diretta. A parte questa defiance narrativa lo sviluppo e i temi trattati sono da stretta di mano, a partire dalla macchina del tempo costruita in cantina dal marito psicologicamente distrutto passando per la malattia della moglie e la sua presa di coscienza. E’ quando guardo episodi belli come questo, che pur sapendo di filler fino al midollo, si capisce se il telefilm è solo un buon telefilm o un ottimo telefilm, e qui ne stiamo guardando uno ottimo.
PRO:
  • Loop temporali
  • Macchina del tempo costruita in cantina
  • L’odio che Walter prova per telefono parlando della gabbia di Faraday
CONTRO:
  • Il fatto che Peter sia l’unico a vivere in prima persona i salti temporali

La tensione sale e la suspence si accumula nell’attesa che qualche spiegazione arrivi anche dalle nostre parti anche se, con episodi così, sono disposto ad attendere altre 2-3 puntate più che volentieri…

VOTO EMMY

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: