The Killing 1×02 – The CageTEMPO DI LETTURA 1 min

in Recensioni by
Cominciano in questo episodio le indagini sull’omicidio
della liceale Rosie Larsen. Mentre il detective Linden fa di tutto per
andarsene dal suo promesso sposo in California, ci viene presentato meglio il
detective (detective???) Holder, un misto tra Eminem e Justin Bieber che da subito si dimostra
alquanto scaltro e abile nell’approccio al gentil sesso, riuscendo a
trovare alcuni indizi sull’omicidio
abbindolando due giovani ragazze. Non c’è
che dire, il personaggio è davvero particolare e ben caratterizzato. 
Intanto i genitori della vittima, disperati per la morte
della figlia maggiore, devono riuscire a trovare il modo per dire ai fratellini
più piccoli che la loro sorellona non c’è più. Scene di tristezza che molto
bene si accoppiano alle cupe atmosfere della grigia e sempre piovosa Seattle.
Nel frattempo emerge un collegamento tra il candidato sindaco e la
morte della ragazza, infatti si viene a sapere che la macchina nella quale è
stata trovata Rosie è di proprietà proprio del consigliere Richmond (che però ne aveva
già dichiarato il furto). La mia sensazione (e pure il mio timore) è quella che
la serie potrebbe evolvere assumendo troppo i connotati di un complotto/intrigo
politico, accentrando la parte riguardante le elezioni e lasciando in secondo
piano quella relativa alle indagini.

Ovviamente spero di sbagliarmi, alla prossima per seguire
l’evolversi del caso!

PRO:
  • Holden che insegna come aspirare alle due liceali
  • Il ragazzino che gioca ai videogame con la milf
    sdraiata sul suo letto
CONTRO:
  •  Indagine per omicidio o intrigo politico???

Chiaramente la serie non è ancora entrata nel vivo, però la lentezza con la quale è cominciata non fa certo ben sperare per il futuro. Comunque meglio ancora non trarre conclusioni troppo affrettate!

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: