Fringe 4×18 – Il ConsulenteTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Broyles, Broyles, Broyles, cosa bisogna pensare di te? Che sei un buon padre, un traditore della patria o solo un debole che cerca di riscattarsi con la sua ultima possibilità? Ognuno può vederla come vuole ma per me la si può vedere in solo modo: Broyles è un traditore della patria. Il perchè è presto detto.

Poniamo il caso in cui vostro figlio sia nella stessa situazione di quello del Colonnello, cioè molto malato ma non a rischio di morte. Poniamo anche il caso che un vostro uomo sia morto a causa vostra, seppur indirettamente, davvero mettereste il bene di una sola persona sopra quello dell’intera umanità? Da quando il bene del singolo viene prima di quello della comunità? Ecco quindi spiegato perchè l’amore di un padre per il figlio malato non può e non deve bastare per giustificare le azioni di un Broyles Rosso che solo alla fine, quando il peso delle sue azioni ed un morto sulla coscienza pesano troppo per portare a termine la missione che Jones gli ha affidato, si consegna alla sua controparte Blu per essere giudicato. Un barlume di saggezza in un mare di errori. 
Si perchè ormai la frittata sembra fatta. Jones, grazie all’aiuto interno che Broyles gli ha concesso fino ad ora, è riuscito a fare passi giganti verso il suo piano di far collassare i due universi. Grazie a lui e all’uccellino ora in prigione di nome Nina, colei che ha involontariamente rivelato chi era la talpa nella divisione Fringe. Tutta una perdita di tempo visto che comunque Broyles si era già costituito. C’è da dire che almeno è stato chiarito il fatto che nè lui nè Nina siano dei mutaforma ma che invece siano gli originali Rossi. Apprezzabile come cosa visto che non era poi così scontata, tuttavia l’episodio, anche se ricco di trama laterale, non riesce quasi mai a diventare profondo ad eccezione delle scene di Broyles con il figlio. Un peccato…

PRO:
  • Il rafforzamento del legame tra Walter e Olivia Rossa
  • Scoperta finalmente la verità su Broyles e la sua famiglia
  • Walter continua la sua evoluzione psicologica addentrandosi da solo nell’altro universo
CONTRO:
  • Poco spazio dedicato a Peter ed Olivia Blu

La puntata non decolla mai veramente seppur non delude mai neanche. Diciamo che è un buon riempitivo in previsione del finale che si avvicina e in cui tutte le carte di Jones verranno messe in campo.

VOTO EMMY

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: