Grey’s Anatomy 9×01 – Going Going GoneTEMPO DI LETTURA 2 min

in Grey's Anatomy/Recensioni by
Ecco, ci siamo. Ho aspettato questo
momento per quattro lunghi mesi, consumando lo sneak peek dell’ultimo
episodio dell’ottava stagione per cercare di scoprire qualche altro
particolare sulle sorti dei nostri medici del Seattle Grace. L’unica
cosa certa è che sei di loro sono precipitati nel bel mezzo di una
foresta nel freddo nord

degli Stati Uniti, e per la “povera”
Lexie Grey il ciak si è chiuso per sempre. Struggente (forse un po’
troppo, ma d’altronde si muore una volta sola) l’addio con il sempre
amato Mark, il quale si addormenta e non si risveglia (almeno stando
a quanto mostrato nel season finale), a causa di una probabile
emorragia interna. Arizona è alle prese con la sua gamba spezzata in
due ed il sangue che esce copioso dalle ferite. Derek è costretto a
dilaniarsi il palmo della mano per liberarsi da un rottame di aereo.
Le uniche ad essere apparentemente sane e salve sono Christina e
Meredith. Mi ricordo il toto morto che feci con le mie coinquiline
dopo aver visto l’ultima puntata (della serie sadismo a go go). Chi
di loro sarebbe morto? Chi sarebbe sopravvissuto? E ancora…
sopravvivere ad una tragedia del genere è davvero meglio che morire?
La puntata si apre in un futuro molto
prossimo, con i nuovi specializzandi sotto la supervisione di una
Meredith sorprendentemente severa e stronza (verrà infatti chiamata
Medusa, mentre la povera Nazista Bailey comincia a perdere il suo
scettro di Ice Queen). Derek vorrebbe riprendere ad operare, ma la
sua mano non collabora. Alex Karev non perde l’abitudine di chiudersi
negli sgabuzzini con l’infermiera di turno e la nostra Yang si trova
in Minnesota in un ospedale che definire “gabbia di matti” è un
eufemismo. Tutti aspettano trepidanti e preoccupati le cinque di
pomeriggio, scopriremo poi, tristemente, il perché.
L’episodio è
scandito da flash-back incentrati su un personaggio principale che
combatte tra la vita e la morte, mentre Meredith e la Yang portano
avanti la loro “relazione” a distanza videochiamandosi con i loro
Ipad 2. I colpi al cuore saranno molti per chi, come me, ha la
lacrima facile. Un applauso a Shonda Rhimes per essere riuscita a
depistare i fans sulla sorte dei loro beniamini ed anche per essersi
dimostrata ancora una volta (vogliamo ricordare la morte di George?)
una bastarda senza cuore (in senso buono, eh). Le frasi pronunciate
da Meredith e Owen saranno il file rouge di tutta la nona stagione:
“nulla sarà più come prima” e “la morte la scontano i vivi”. 
PRO:

  • Tutto l’episodio, tranne 2 minuti che
    vi spiegherò nei contro
CONTRO:

  • Dovevano proprio farla tornare? Pessima
    scelta.

 Ah, dimenticavo…per i più
curiosi…ho perso il toto morto. 

VOTO EMMY

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: