Grimm 2×02 – The KissTEMPO DI LETTURA 1 min

in Recensioni by
Diciamolo: finalmente è arrivato qualcuno che ammazza i cattivi senza tante storie, sto parlando della madre di Nick. Era decisamente ora che si eliminassero un po’ di personaggi inutili tipo la madre di Adalind e non si lasciassero andare liberi per la città mostri che hanno tentato di uccidere
Nick per sport.
Si sta inserendo nella trama sempre di più il capitano di Nick, Hank giustamente sta un po’ sparendo e Monroe fa le sue comparsate da comico che non fanno mai male.
Nick per la prima volta viene indagato come sospetto per la morte dei due federali e del Malodente, ci voleva l’FBI per collegar lui ad una scena del crimine, si vede che non sono proprio dei fenomeni quelli della polizia di Portland.
Fatti rilevanti, oltre la morte della strega, è il risveglio di Juliette baciata dal principe improvvisato capitano Renard che prima per purificarsi diventa rosso come Hellboy. Purtroppo come da classico Juliette non ricorda nulla di Nick, vederemo come risolverà la questione il nostro Grimm.  Francamente non è troppo scontata come cosa? Ormai è inflazionato il personaggio che perde la memoria in film e telefilm, davvero non si poteva fare di meglio? 
Aspetto più importante è che ora la madre di Nick sa che il capitano Renard è coinvolto in qualche modo in tutta la faccenda e probabilmente sa già che fa parte di una famiglia reale, mietitori e via dicendo; facciamo tutti il tifo per te mammina, vai e ammazzali tutti!

PRO:

  • La serial killer madre di Nick
  • Siparietto tra la serial killer e Monroe
  • Il capitano Renard sempre più allo scoperto

CONTRO:
  • Un po’ lento in certi punti

La puntata si lascia guardare ma le emozioni sono lente a farsi spazio in questa stagione…

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: