);

Men At Work 1×03 – Devil’s ThreesomeTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by

Sono famosi molti triangoli, quello delle Bermuda, quello di Tartaglia, quello rettangolo ma il triangolo del diavolo non era ancora pervenuto ma compensiamo subito.
Molti potrebbero chiamarla banalmente “cosa a tre” o anche “orgia” ma il dizionario dice che il triangolo del diavolo o anche “devil’s threesome”
quel particolare triangolo sessuale di cui fanno parte due amici e una sconosciuta, o anche Milo, Gibbs e tale Keri.
Tutta la mia stima va agli sceneggiatori che, anche per il semplice fatto di essere in una tv via cavo e quindi di non aver limiti di censura rispetto ad altri canali, hanno trattato un argomento scabroso come questo nel miglior modo possibile rendendo il tutto davvero una gioia per occhi ed orecchie. E soprattutto, non hanno concluso la faccenda alla solita puritana maniera ma hanno osato e lo hanno fatto per ben due volte! La differenza con le altre sitcom la fanno argomenti e scelte come questa, poi vi chiedete perchè bisogna rinnovare Men At Work…
Purtroppo però non tutte le ciambelle riescono sempre col buco nonostante l’ottimo sapore. Ebbene si, sto parlando del restante duo: Tyler e Neal. Tocca a loro infatti abbassare gli standard della puntata con un plot da dimenticare perchè, passatemi la metafora da bassa enoteca, se da un lato con “devil’s threesome” si ha la sensazione di bere Don Perignon, con la storyline del Tyler piangente la bocca sà di Tavernello. Si lo ammetto, questa mi è riuscita male ma lo sdegno per questa storia non mi è ancora passato. Fortuna che ci sono Milo e Gibbs…

PRO:
  • “Devil’s threesome” forever
  • Il racconto della stretta di mano
  • Gibbs è da elogiare qualsiasi cosa faccia
CONTRO:
  • Devo ancora parlar male di Tyler e Neal?

Ad una storyline eccezionale se ne abbina una oscena. Peccato perchè poteva essere una puntata eccezionale ed invece è solo un buon episodio condito male. Se le idee son già finite la vedo male…

VOTO EMMY

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: