Private Practice 6×01 – AftershockTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Wow, che episodio! Devo ammettere che
ero partita prevenuta, non avendo apprezzato moltissimo gli ultimi
episodi della quinta stagione. Poi, mettete pure il fatto che il
tutto inizia con la banalissima sequenza di capitoli dedicati ad ogni
personaggio (trovatemi una serie tv che ancora non abbia usato questo
espediente) ed aggiungete scene mal collegate in un’accozzaglia di
flash

back e forward. E invece mi son dovuta ricredere. Scopriamo
cos’è successo a Sam, Jake ed Addison (la scelta della nostra rossa
preferita dividerà i fan, anche se non è mai detta l’ultima
parola), come se la cava Amelia ora che si è disintossicata (ma
perché i centri degli alcolisti anonimi son sempre pieni di roba
deliziosa da mangiare?), la nuova famiglia creata da Charlotte,
Cooper e il figlio di quest’ultimo ed infine Pete, che rischia la
galera.
Ad ogni personaggio la vita presenta il
proprio conto, sia in positivo che in negativo ed i colpi di scena
saranno parecchi. Ammetto di essere rimasta ferma per 5 secondi a
guardare lo schermo dopo il dialogo finale tra Violet e Cooper,
domandandomi “che diavolo è appena successo?”. Il titolo dell’episodio è quanto mai
propiziatorio “Aftershock”.  
Irriverenti alcuni siparietti, da
Addison che definisce la sua storia d’amore “un tumore” (ahhh,
uomo fortunato), al figlio di Cooper che vorrebbe adottare un
fratellino, perché il pensiero del padre che va a letto con
Charlotte è “disgustoso” (caro il mio bel bambino, vorrei
proprio vedere se la penserai ancora così tra 10 anni).  
Spero soltanto che non mi abbiano
illuso mettendo troppa carne sul fuoco e creando una stagione non
all’altezza del primo episodio.
PRO:
  • Lo sfogo di Addison con Jake dai toni
    surreali
  • La sempre presente sottile ed amara
    ironia di Sheldon
  • Un ritmo sostenuto di colpi di scena
  • La morte di Pete che può solo fare del bene alle dinamiche del gruppo di medici
CONTRO:
  • I vari sotto-episodi dedicati ad ogni
    personaggio…basta, non se ne può più!
  • I temi trattati, ormai troppo banali e
    triti.
Un buon ritorno che fa ben sperare per l’ultima stagione di questo serial.

VOTO EMMY

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: