Dexter 7×02 – Sunshine And Frosty SwirlTEMPO DI LETTURA 7 min

in Recensioni by

Dopo aver atteso una settimana pensando “lei lo sa, lui
lo sa…ed ora che succederà?”. Ebbene gli altarini sono stati scoperti: ricordiamo che
avevamo lasciato Deb con la serie personale di coltelli  di Dex davanti a se e la domanda cruciale “Are you a serial Killer?”. A questa domanda non poteva che rispondere si
(ovviamente, d’altronde come avrebbe potuto dire il
contrario!) e come avrà
reagito lei?

La puntata si apre con una corsa di Deb che termina con lei
che è talmente nauseata dalla verità che addirittura da di stomaco sul
marciapiede, il momento che Dex aveva tanto temuto è arrivato, la sua cara e
dolce sorellina (dolce non per il linguaggio scurrile che sovente adopera, ma
d’altronde Deb ci piace così!) ora sa tutta la verità e di certo non si
aspettava di sentirsi dire che gli era stato insegnato dal padre Harry.
Il confronto fra i due fratelli prosegue e l’ematologo le
racconta del codice, di cosa significhi e le spiega perché il padre glielo ha insegnato, insomma come si dice: tutti i nodi vengono al
pettine, ed è così che una volta rimasto solo si domanda se lei lo arresterà.
Ed eccoci ad analizzare una figura importante ossia il padre
Harry, io credo che abbia un ruolo molto importante e rappresenti come una
sorta di coscienza di Dex, una voce che interviene e ti dice “non stare
troppo sereno figliolo, perchè non è detto che tua sorella non ti sbatta in
carcere e butti la chiave!”.
Ah tra l’altro Debra nel suo mettere a soqquadro l’appartamento del fratello fa anche
saltere fuori un vecchio cimelio di cui abbiamo memoria: la famosa “manina” del
Killer del Camion Frigo!!
Già Già caro Dex c’è qualcun altro a cui devi fare
attenzione!
Intanto, LaGuerda riceve la conferma del fatto che il sange
sue vetrino appartiene a Travis e sappiamo per certo che cercherà di
riabilitare l’immagine del suo amico Doeks, ricordiamo che ai tempi morì (per
mano dell’innamorata psicopatica di Dex) con l’etichetta del macellaio assassino.
Tornando al rapporto tra i due personaggi principali, lei
sembra intenzionata davvero a salvare il fratello e per curarlo gli impone una
convivenza che metterà Dex in difficoltà; pare che sarà difficile per lui
improvvisare fughe notturne e gite in barca al chiaro di luna. Forse tutti noi
temiamo che tutto questo lo renderà più vulnerabile ai sui nemici, rammento
la stagione in cui era sposato con Rita , una stagione caotica, e per il
nostro ematologo non fu affatto facile fare il marito di famiglia, il padre di
tre bimbi e l’assassino seriale.
Nonostante Deb ora conosca la verità prova sempre affetto per
lui, e come già potevamo tutti immaginare la sua missione ora è quella di
cercare di cambiare il fratello e cercare di guarirlo, ed così gli impone una
convivenza forzata.
Particolarmente interessante la prima cena a casa di lei: un
piatto di spaghetti annegati da una valanga di pomodoro accompagnato da
discorsi raccapriccianti. E qui mi soffermerei un attimo sulla domanda che Deb pone al
fratello “perché lo fai?”
Direi che questo è decisamente il top: lui che descrive il
rivolo di sangue che dal rosso si trasforma in nero, quel rivolo che prima è un
fiume e poi è un’onda in piena, Dex parla della sua esigenza di doverlo far
scoppiare fuori. E qui ci tengo a fare una lode agli sceneggiatori, copione
incredibile, descrizione al top, in quel momento ho potuto vedere
l’immagine che ci veniva descritta; e
possiamo nuovamente ammirare l’ennesima ottima prestazione di Michael C. Hall.
C’è stata data un’immagine raccapricciante raccontata nei
minimi particolari (se non ricordo male non l’aveva mai fatto fino ad ora,
sembrerebbe che si stia scoprendo sempre di più?).
Nel frattempo la polizia di Miami si occupa di un
pluri-assassino che pare voglia rivelare dove ha nascosto i corpi delle sue
vittime. Dex avrà a che fare con questo personaggio ambiguo che compierà un
gesto che lo porterà a fare delle riflessioni molto importanti, ma lo vediamo più avanti; ad ogni modo credo che quando Dex trova personaggi simili a
lui cerchi in qualche modo di capirli e così pone delle domande che in realtà
vorrebbe porre a se stesso e vorrebbe sapersi rispondere.
Anche Quinn porta avanti la sua indagine sulla morte della
spogliarellista, e nel frattempo sembra quasi si stia instaurando un dubbio
rapporto con la ragazza del night club che sembra quasi fargli intendere
qualcosa di equivoco, aspettiamo di vedere i risvolti della story line di
questo personaggio, di sicuro ci stiamo (o almeno io) chiedendo se nascerà
qualcosa tra i due.
Nella passata stagione il cuore del bel poliziotto era stato spezzato
da Debra che aveva rifiutato la sua proposta di matrimonio; ora spero che per
lui arrivi qualcosa di bello e temo che questa pseudo relazione con la
spogliarellista potrebbe non portare a qualcosa di buono, personalmente a me
piaceva la coppia Quinn e Deb (di più dell’idea di sapere lei innamorata del
fratellastro).
Nel frattempo sono cominciate le corse contro il tempo di Dex che riesce ad infilarsi
nell’appartamento di Luis e scopre che è lui a mettergli i bastoni fra le ruote
e dopo un faccia a faccia e una bella serie di minacce, scoprirà che non ha
alcun timore di lui e capisce che è davvero un problema da risolvere. Ed è qui
che accade la cosa più strana che abbia visto in tutte le stagioni: il pasto di
Deb si trasforma in una squisita bistecca condita al sedativo con conseguente
fuga dell’ematologo. La domanda è <<andrà ad ammazzare Luis?>>
Ed è così che assistiamo alla solita scena della siringa, lui che carica
il corpo e…. UDITE UDITE: non lo ammazza ma chiama Deb e lascia il suo
persecutore su una panchina pensando “devo farti sparire dalla mia
vita ma non mettendo fine alla
tua”.
Potreste credere ad un Dex che non va fino in fondo?
Altro perssonaggio ambiguo e sicuramente portatore di
problemi è il signor Sirko, il malavitoso che cerca la prima vittima di Dex in
questa stagione: Viktor. La sua entrata trionfale si conclude con un omicidio,
(improvvisato con un cacciavite), inoltre è chiaro che sia disposto a tutto pur
di trovare il suo uomo.
Nel finale dell’episodio i protagonisti sono Dex ed il
carcerato. I due parlano della donna amata dal condannato che racconta come
non importa cosa pensano gli altri ma che quando la verità viene a galla sei
solo un assassino.
Le ultime parole che pronuncia sono “C’è solo una persona che devo
uccidere….”, ed è così che in un secondo si butta sotto un
camion. L’ematologo capisce che in realtà non voleva far trovare
alcun corpo, ma desiderava solo qualche gelato un pò di sole ed eliminare se
stesso. Probabilmente per lui era meglio morire che passare la vita in galera.
E Dexter Morgan come la pensa? potrebbe sopportare la vita dietro alle sbarre? E invece tutti noi ci chiediamo quanto resisterà senza
saziare “l’oscuro passeggero”?
PRO:
  • Lo ripeterò fino allo sfinimento forse, ma l’interpretazione
    di M.C. Hall è sempre sublime
  • I momenti tra Dex e Dex sono sempre carichi di tensione
  • Buona anche la recitazione dell’attore che interpreta il
    malavitoso (il sig. Sirko)
  • Interessante la scelta di lasciare Louis in vita, forse sto
    cominciando a rivalutare il suo ruolo nella serie
  • Le colonne sonore nei momenti topici, sempre appropriate
CONTRO:
  • Non mi piace troppo il rapporto che si sta instaurando tra
    Quinn e la spogliarellista
  • Il sergente Batista sta diventando un personaggio inutile

La puntata in generale è buona, i momenti migliori sono
quelli tra Dex e Deb, in particolare gli attimi salienti in cui lui racconta
se stesso. Ancora non riesco a capire del tutto la mente malata
del protagonista che alcune volte sembra voler cambiare, e forse si sente
davvero in colpa, a volte è assolutamente spietato. Spero la sua
personalità riesca finalmente a venir fuori completamente.

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: