Fringe 5×02 – In Absentia – Il Mondo E’ CambiatoTEMPO DI LETTURA 5 min

in Recensioni by
“Stessa storia, stesso posto, stesso bar”, non proprio.
Si apre verosimilmente la seconda puntata: il parco, Etta che giuoca felice coi fiorellini (tenera stellina), ma no c’è qualcosa di diverso, stavolta è la nostra Bionda a sognare. E’ il suo punto di vista, e ci sono più “dettagli” infatti, come la conversazione appena precedente all’arrivo degli incravattati,
su chi fa il bagnato alla piccola.
E SBAM!
Si sveglia così da un brutto incubo con Peter li pronto a rassicurarla. E’ una caratteristica di tutta questa puntata: l’emotività, l’approfondire i sentimenti contrastanti dei personaggi in questa nuova situazione, partendo dalla scena successiva, un’allegra famigliola riunita in cucina con nonno Walter che prova, in vano, a riordinare i pensieri col congegno creato appositamente da Settembre.
Ma menomale c’è Miss Dunum, possibile che Walter abbia appuntato tutto? Si.
Dove sono i preziosi scritti? Ad Harvard no?!! 
Ma l’università e stata occupata nel 2031 dagli osservatori e sembra impenetrable. “Is not a problem for some one down of acids” esordisce il lampo di genio di Walter, che condivide l’esistenza di tunnel sotto l’università dove lui e Belly si divertivano a girare.
Così una volta aggirato questo problema ne incontrano subito un’altro, il laboratorio è Ambrato, è stato probabilmente lo stesso professore per proteggere una telecamera. I problemi non finiscono  mai oggi, ecco che arriva all’improvviso un “lealista”, un po’ sprovveduto devo dire che si fa catturare come un fessacchiotto. Mentre cercano di costruire il laser per recuperare la vecchia Betamax del Prof. si accorgono che la centralina dell’elettricità è fusa, proprio non è giornata; per riattivare la fornitura evidentemente non basta una telefonata all’Enel, bisogna arrivare al padiglione di scienze. La giovane Bishop allora inizia a interrogare Mr. Manfetti (il lealista) per avere informazioni al riguardo; utilizza un congegno chiamato “congegno del messaggero” utilizzato dagli osservatori per prepararsi ai viaggi nel tempo che destabilizza gli atomi del corpo facendo così invecchiare le persone su cui è applicato molto in fretta, oltre fargli provare dolori pazzeschi naturalmente. Da questo momento in poi c’è un evoluzione nei personaggi di madre e figlia, Etta svela un lato oscuro derivato dall’esser cresciuta sola in un mondo duro e ingiusto, un’infinito disprezzo per gli oppressori e i lealisti che li servono; Olivia invece si è risvegliata in un modo senza speranza, ma non per lei, lei vede ancora la luce e prova una grande pena per la figlia e anche per il lealista, ha un’aria triste ma decisa allo stesso tempo di voler cambiare tutto ciò.
Nel frattempo Walter ha dovuto rompere il suo vecchio lettore di dischi con un grande sforzo che ci risulta quasi comico, per poter costruire il laser, chiamando anche via Etta dalla quale serve la collanina in argento. Oliv ne approfitta per convincere la guardia a parlare, lui non crede di uscirne vivo e così le chiede in cambio di dire a suo figlio che è morto; tornata Etta l’uomo parla e svela che serve un codice per accedere all’edificio e la sua impronta oculare; quei gran simpaticoni degli sceneggiatori così c’inducono a credere che gli venga cavato un occhio da Walter, ma invece no, il genio lo copia su un occhio di maiale (casomai non fidatevi dei sottotitoli sono adattati all’italiano per una battuta sulle uova all’occhio di bue ma in realtà viene detto più volte che sono occhi di maiale, piccolo dettaglio che mi ha dato un po’ noia anche se comprensibili le rargioni dei subbers). 
Mentre Peter e la figlia si introducono nell’edificio di scienze, Olivia parla con il lealista per cercare di comprendere meglio il mondo in cui si è risvegliata, per capire le ragioni di un’uomo che si sottomette volontariamente a degli invasori, tirando fuori ancor più una grande pena nei confronti del mondo, ma allo stesso tempo cercando di infondergli in modo spontaneo speranza.
Nel frattempo padre e figlia hanno avuto accesso nell’edificio, trovandovi però terribili esperimenti sugli umani, tra cui la testa si Simon Foster recuperata dall’ambra e tenuta in vita attaccata a molti cavi (GENIALE) che scatena nella ragazza una rabbia istantanea che deve esser placata dal padre. La missione prosegue con successo, cosicché Walter e Astra, Aprid, Asid, insomma avete capito, iniziano a disfare l’ambra. Una volta tornati Etta preleva il prigioniero iniziando una discussione tardo adolescenziale con la madre sul fatto che lei non capisce il perché ucciderà l’uomo, che il mondo è cambiato e che di certo ormai è fatto così: povera Oliv, cerca di tenere la barca pari e la neoritrovata figlia subito le fa le menate, e ascolta un po a mamma tua!
Si giunge così alla fine dell’episodio con la visione della cassetta, dalla quale appare un Walter serioso che incita i futuri ritrovatori della stessa con un discorso profondo e pieno di fiducia, ricordando che sono l’unica speranza dell’umanità, cercando le altre videocassette. Nel frattempo Etta libera il lealista convinta dagli occhi della madre, ma nn è l’unica ad esserne scalfita, anche l’ormai ex guardia sembra aver deciso di entrare nella resistenza dopo l’incontro della Bionda.

PRO:

  • Ottima introduzione dei nuovi sentimenti dei personaggi per questo nuovo mondo
  • La testa di Simon Foster
  • Le poche uscite di Walter sempre brillanti con un’espressività perfetta
CONTRO:

  • Pochissimo spazio per Peter e Astrid
  • In generale Etta tranne quando mostra come l’ha cambiata il mondo in cui è cresciuta
  • Mancanza totale di un minimo di azione
Puntata purtroppo necessaria, cioè molto lenta con poca azione, ma comunque necessaria per partire con la nuova serie in un mondo completamente cambiato e comunque bella nel far vedere l’evoluzione emotiva dei personaggi, specialmente Olivia che con questa sua compassione e inerme incomprensione del mondo diventa ancora più “maledetta” (e se posso permettermi anche più secsi).

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: