How I Met Yout Mother 8×03 – NanniesTEMPO DI LETTURA 7 min

in Recensioni by

La situazione particolare che le puntate di HIMYM suscitano su noi recensori ci costringono a scrivere una recensione a 4 mani e con 2 diverse prospettive.

RECENSIONE DI MAICOL:
Barney, essendo nuovamente single, decide di tornare in pista e prova ad elaborare nuove strategie per conquistare donne. Lily
e Marshall invece sono alla disperata ricerca di una tata che possa
accudire il piccolo Marvin mentre Ted e Robin fanno a gara su chi abbia
la “migliore” relazione. Lasciatemelo dire fin da subito…
FINALMENTE!! Questa è la prima puntata dell’ottava serie che mi convince pienamente.
Chiaro..
siamo appena al terzo episodio (e la storia dovrà fare ancora TANTA
strada) ma rispetto ai primi 2 c’è un netto miglioramento sia
nell’utilizzo dei personaggi (cosa fondamentale per qualsiasi telefilm)
sia a livello di interesse generale della storia.
Come
sottolineato da un amico, Barney è il re dell’episodio già dopo i
primi 30 secondi grazie a quella genialata d’idea che risponde al nome
di Bangtoberfest. Diciamocelo… il Barney single ci mancava da morire.
Tutti
i piani ideati per andare a “caccia” sono sempre stati uno tra i punti
forti dello show (ricordate le parodie di Predator e Terminator?
GENIALI) e bisogna sperare che gli sceneggiatori spingano al massimo su
queste gag nei prossimi episodi visto che poi sappiamo bene che finirà
definitivamente tra le braccia di Robin.
La scena vestito da
poliziotto è piuttosto esilarante e poi le battute che dice è
impossibile che non facciano sorridere. Il risvolto finale con la
signora Buckminster poi… evito facili commenti ma sicuramente è
stato un qualcosa di grandioso tanto per citare Barney stesso.
Pure
Marshall poi sembra aver ritrovato il “vigore” perso da tempo… nelle
recensioni passate avevo proprio fatto notare che una tra le pecche
della nuova stagione (ed in parte della settima) era proprio il fatto
che Marshall fosse diventato un personaggio privo di mordente.
Adesso
è proprio il caso di dire che (ma lo dico sottovoce per scaramanzia)
SEMBRA che le cose stiano cambiando e ciò non può che farmi felice.
Ammetto
che il suo personaggio, principalmente nelle prime serie, è sempre
stato il mio preferito perchè al contrario di Barney ha il pregio di far
ridere pur non trovandosi in situazioni paradossali. Forse sarò un
pò di parte perchè in fin dei conti così come lui pure io sono una
persona un pò infatile ma la gag della pista di macchinine mi ha fatto
ridere tantissimo. Mettere un omaccione grande e grosso di fronte ad un
giocattolo capace di fargli riaffiorare il bambino dentro di lui è una
cosa che con Marshall funziona perfettamente.
Non posso sapere di
preciso cos’abbiano in serbo per lui le prossime puntate ma l’augurio è
che riesca ad imporsi sempre in questa maniera.
Apprezzabile anche la partecipazione di Chris Elliot nei panni del padre di Lily. Mickey non è un personaggio regolare nella serie ma sa imporsi decisamente bene come comico quando viene chiamato in causa.
Oltretutto trovo abbia un’ottima chimica sul piccolo schermo con l’ex Willow di Buffy.
Un’altra
nota positiva, che però ammetto debba essere valutata del tutto come
opinione personale, è che non ho più percepito quell’atmosfera di
nonsense che avevano le prime 2 puntate.
Mi spiego meglio: mentre
guardavo gli episodi 8×01 e 8×02 ho sempre avuto la sensazione che la
trama non andasse a parare da nessuna parte, come se gli episodi
avessero raccontato delle storie per lo più “inutili”.
Questa volta
invece no e paradossalmente è proprio questa puntata quella che, fra
le prime 3, cambia meno la vita dei vari protagonisti.
Insomma…
un Barney in grande spolvero, un Marshall tornato su buoni livelli ed
una trama generale divertente mi hanno fatto più volte pensare “dai che
forse l’atmosfera delle prime stagioni sta tornando”.
Però è qui che iniziano i lati negativi (che per fortuna stavolta non gravano tanto).
Parliamo di Ted e Robin.
Sono
l’unico che ha trovato davvero necessaria questa sorta di sfida a chi
ha la relazione più “bella” o per meglio dire… sono l’unico che
l’abbia trovata noiosa?
Praticamente per 60 minuti (il minutaggio
totale dei 3 episodi) non ci hanno mostrato nessun dettaglio della sua
vita privata… come ci si fa ad affezionare alla sua storia con
Victoria?
Capisco che già sappiamo che a breve si molleranno ma
l’abilità di uno sceneggiatore si vede anche nel saperci appassionare
di fronte ad un finale scontato. Finora la storia mi fa
pensare che forse il personaggio di Ted in realtà non abbia ancora molto
da dirci… e non mi riferisco al suo status single/fidanzato ma
proprio al suo personaggio. Onestamente faccio sempre più fatica a
trovarlo divertente e/o interessante forse anche per colpa degli
sceneggiatori che continuano a voler insistere su questa storia che “non
è ancora venuto il suo grande momento”.
O forse lo dico perchè più
semplicemente mi metto nei panni del povero Ted… d’altronde chiunque
almeno una volta si è immedesimato in lui nel corso di questi anni.
Il
suo personaggio però merita un maggior approfondimento che analizzeremo
verso il finale di stagione anche a seconda di quelli che saranno i
prossimi risvolti nella sua vita.
Robin l’ho trovata un pò
sottotono ma non ho dubbi che tornerà su buoni livelli, basta solo che
le tolgano dalle scatole quella specie di fidanzato amorfo che si
ritrova visto che è proprio questo che più la penalizza.


RECENSIONE DI MARTIN MOODY:

8 stagioni e non sentirle? Non è il caso di HIMYM… Tutto è cambiato. Personaggi + maturi, storie che non sorprendono +, Barney che non fa + ridere xchè è l’ombra di sè stesso e il finire a letto con una Gilf (grandmother i like to fuck) nè è l’esempio. Non sarebbe mai accaduto al vero Barney, quello che si faceva solo ragazze dai 18 ai 29 xchè a 30 erano già troppo vecchie. Lo stesso Barney si rende conto che i suoi metodi di approccio classici ormai sono troppo semplici da usare, sinonimo delle 8 stagioni che pesano come un macigno sulle spalle di questo progetto “mamma”. Insomma tutto sembra indicare che l’ora di staccare la spina sia praticamente giunta e che se non accadrà entro questa 8° stagione lo show si comprometterà ancora di più. Miss. Buckminster ne è la dimostrazione.
Passi la scelta discutibile di far concludere prima la relazione di Barney rispetto a quelle di Robin e Ted, come minimo mi aspettavo che in questa 8×03 ne scoppiasse un’altra ed invece l’amarezza è rimasta. A risentirne ovviamente sono entrambi i protagonisti che finiscono per sfidarsi ad un’immonda gara a chi più è felice. Chi è il meno felice? Noi. Sembra chiaro che fortunatamente la situazione si sbloccherà a breve ma rimane il dubbio se in meglio o in peggio perchè, ricordiamolo, al peggio non c’è mai fine. 
Il capitolo Barney è una parabola discendente che si sfracella al suolo con l’assurda scena finale di sesso con Miss. Buckminster: emicrania, nausea, conati e vomito non esattamente in quest’ordine. Ma dovrebbe far ridere? La prossima volta lo troveremo a letto con una pecora? Ormai non ci sono parole per commentare lo stupro che Barney Stinson ha subito. E’ come se Sheldon Cooper facesse sesso con Amy, è contro la natura del personaggio che così facendo viene snaturato e trasformato in una versione grottesca di sè stesso, il tutto per suscitare del riso che molto probabilmente non arriverà, ovviamente della coerenza narrativa gli autori se ne sbattono. 
Gli unici che mantengono una parvenza di dignità e di coerenza con la loro storia sono Lily e Marshall, gli unici che portano avanti la baracca con una divertente ricerca della tata, finita poi con l’assunzione di Mickey, il padre di Lily. Sarebbe il caso che Craig Thomas e Carter Bays si riguardassero le prime stagioni e la smettessero di strafare per ridarci ciò che tutti vogliamo: una serie comica che non sia l’ombra di sè stessa.
PRO:

  • Il bangtoberfest
  • Barney poliziotto
  • Barney & la signora Buckminster
  • Marshall & le macchinine
  • Mickey e le scommesse
CONTRO:

  • La “sfida” tra Ted e Robin

Insomma nonostante la critica finale rivolta al personaggio di
Ted questo episodio mi ha pienamente soddisfatto e la sensazione è che
la serie abbia cambiato marcia andando adesso verso una giusta
direzione.
Non è un capolavoro intendiamoci ma viste le precedenti
puntate questa è stata la migliore delle 3… l’augurio è di notare un
continuo miglioramento anche nei prossimi episodi. Ed io voglio
crederci.

VOTO EMMY Maicol

VOTO EMMY Martin

3 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: