New Girl 2×03 – FlufferTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni by
Puntata che entra nel clima pre-elezioni americane con Schmidt che si finge uno dei figli di Romney, in questa puntata ci insegna che se si vuole fare una scalata sociale si deve:
a) avere una cintura con delle balene disegnate sopra e b) essere amico di Kanye (West).
Però a parte queste due perle, il protagonista che da un senso alla

puntata è Nick, che comincia già dalla prima scena ad esserne il perno con due frasi una dietro l’altra per far capire chi è che comanda questa seconda serie; ebbene sì, forse c’è un capovolgimento di prime donne tra Schmidt, che nella prima season era incontrastato e Nick che fin’ora ha fatto un passo da gigante verso la conquista della leadership.
Quel qualcosa che si intravedeva tra Jess e Nick va e viene ma Nick l’aiuta additìrittura con l’altro per cui è più no che sì e ci dispiace anche per la rottura che persiste tra Cece e Schmidt, soprattutto perchè la vediamo sempre meno ed in circostanze che profumano di smielata inutilità.
Sam, il nuovo tromba-amico di Jess ci delizia con la sua stupidità niente male: quando gli viene chiesto quando monterebbe un mobile dell’ikea la sua conclusione del discorso è: “Non stiamo parlando di sesso vero?? Non sono capace di fare sesso e montare una cassettiera, non sono Dio”, genio, sregolatezza ed un cinque alto.
Un accenno va però doverosamente fatto sull’abuso di potere attuato dalla Fox che, rinomata per essere un canale di palese stampo repubblicano e quindi per i non addetti pro Romney, gioca in attacco e sfrutta la comicità di Schimdt per una subdola campagna pubblicitaria in vista delle elezioni, tanto di cappello ma no grazie. Di questa pubblicità neanche tanto occulta facciamo volentieri a meno.

 
PRO:

  • “Oh Sam, he’s so hot, i don’t care, goodnight..” perla di Nick
  • Il troll dei loft
  • Schmidt che parla nel colletto della sua camicia dicendo “code red” per levarsi dai piedi Cece
  • Nick che parla con le noccioline del suo bar
  • La litigata di Nick e Jess
  • Il Nick’s sexy mix
  • Essere il Fluffer
CONTRO:
  • L’amico nero di Nick e Schmidt: inutile.

Ritrovata un po’ della verve dei vecchi tempi, per fortuna. Faremo finta comunque di non aver assistito ad una campagna pro repubblicani e di non essere stati violati nell’intimo di una delle nostre comedy preferita.

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: