Once Upon A Time 2×02 – We Are BothTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by
Dai, dai che forse ce la facciamo. Dopo
un’inizio disastroso, che mi stava già facendo preoccupare, questo
secondo episodio ha riportato la serie ai suoi livelli standard.
Scopriamo, grazie a dei flashback, qualcosa in più sulla giovinezza
di Regina e sul perché da ingenua ragazza innamorata di un umile
stalliere, si sia trasformata in una donna malvagia e spietata.
Inoltre, il povero Eolo si sacrifica per accertarsi

di cosa succeda
agli abitanti di Storybrooke qualora provino ad oltrepassare i confini della città. Preparatevi, il risultato non vi piacerà. E
non piacerà nemmeno ai poveri protagonisti, costretti a scegliere
tra una vita di oblio e la consapevolezza di dover sottostare al
regime dispotico di Regina.

Dal canto suo, la nostra algida primo
cittadino cerca di riappropriarsi di suo figlio e, allo stesso tempo,
della magia. grazie all’aiuto di Tremotino che le affida il libro di
incantesimi di Cora, la madre di Regina. Ecco, se dovessi pensare ad
un vero villain per questa serie, Cora vincerebbe il primo premio. E
forse anche il secondo. Disposta a tutto pur di vivere nel lusso,
circondata da ricchezze, fama e incutendo timore nel prossimo. In
questo episodio il matrimonio di Regina con il padre di Biancaneve si
avvicina, e la ragazza chiede aiuto a Tremotino per riuscire a
liberarsi dalla sfera di controllo della madre. Finalmente rivediamo
Robert Carlyle nei panni di uno dei personaggi più riusciti della
sua carriera (non dimentichiamoci però del suo
ruolo storico in Trainspotting); Tremotino offre a Regina la
possibilità di usare la magia, ma al tempo stesso la renderà arida
di sentimenti e power-addicted. Qualcosa in lei cambierà per sempre.
Profetiche le parole di Tremotino rivolte alla donna mentre si
allontana con il libro sottobraccio: “Non te lo dissi la prima
volta, ma ora lo sei…sei tale e quale a lei”. Forse è proprio
questa frase a far scattare una molla nel deserto cuore di Regina.
Quest’ultima si rende conto di essere diventata proprio ciò da cui
aveva sempre cercato di scappare…era diventata superba e velenosa
come la madre. Nel corso dell’episodio sembra ridestarsi e rinsavire,
permettendo ad Henry di tornare a vivere con Prince Charming e
promettendogli di volersi redimere. Sarà davvero così?
Emma e Biancaneve sono ancora bloccate
e disperse nel mondo incantato, alla mercè di Mulan, che alla fine
dello scorso episodio aveva additato loro come causa della
distruzione del regno.
Il Principe Azzurro cerca di riaprire
il portale usando il cappello del Cappellaio Matto. Un piccolo
appunto, ancora non sappiamo come mai Jefferson/Cappellaio fosse
estraneo alla maledizione e si ricordasse tutto perfettamente, quando
ancora tutti gli altri erano vittime dell’incantesimo. Nemmeno Regina
sembrava essere a conoscenza della sua esistenza. Sarà anche questo
uno dei misteri che ci porteremo avanti nel corso della stagione.

PRO:

  • Le battute di Tremotino, che probabilmente faranno ridere solo me…ma chissene
  • Il fattore “we are both”. I protagonisti scoprono di essere sia personaggi delle fiabe che persone comuni e di dover convivere con i due lati della medaglia, che non sempre sono opposti. Potrebbe essere una citazione del classico doppelganger? 
      CONTRO:

      • Troppo Prince Charming in questo episodio. Ma son ripetitiva, lo so.
      • L’attrice che interpreta Biancaneve da piccola. Mi ispira gli stessi istinti omicidi del bambino di The Walking Dead

      Mi è piaciuto “sbirciare” ancora
      una volta nel passato di Regina, a mio avviso uno dei personaggi più
      ricchi di sfacettature, in continua lotta tra la propria parte buona
      e quella cattiva. Una sorta di fiabesco Dottor Jekyll e Mister Hyde.
      Questo secondo episodio ha aggiunto una buona dose di curiosità e ha
      gettato le basi per nuovi segreti, ma anche altrettante rivelazioni.
      Staremo a vedere.

      PS: Una piccola chicca per gli amanti
      di Buffy The Vampire Slayer (posso affermare di essere la fan n°1):
      l’episodio è scritto da Jane Espenson, che per voi (e così pure per
      me) non ha bisogno di presentazioni.  

      VOTO EMMY

      2 Comments

      1. L'episodio mi è piaciuto molto, ma trovo insensato da parte degli Autori inserire piccole scene qua e là che aggiungono misteri, per poi dimenticarsene e tornare a parlarne alcuni episodi dopo. Così per la primissima scena della seconda serie (chi era quel tipo? Un'idea ce l'ho!) e per Pinocchio alias lo Straniero, che viene dimenticato nel suo letto per tutta la 6×01 e che in questo episodio si vede per 30 secondi…

        Mi incuriosisce invece il personaggio del dottor Whale che gli Autori stanno descrivendo a suon di indizi da qualche episodio a questa parte… Chissà chi è! 😉

      Lascia un commento

      Your email address will not be published.

      *

      Ultimissime

      error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
      Go to Top
      %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: