Misfits 4×02 – Episode TwoTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by
Dopo aver visto questo episodio ho capito che non c’è più niente da
fare, Misfits ormai ha proprio toccato il fondo e il povero Rudy, per quanto
geniale, non può più sostenere tutto il peso dello show. Durante la premiere mi
ero fatta determinate idee ma mi sono dovuta ricredere praticamente subito: per
quanto riguarda la puntata scorsa, mi ero lamentata perché ci

avevano fatto
conoscere poco i nuovi personaggi, ma dopo aver visto questo episodio Finn
centrico posso dire con tutto il cuore che preferivo rimanere nell’ignoranza;
per non parlare poi della banalità con cui è stata trattata quella che credevo
sarebbe stata la trama orizzontale (la ragazza legata al letto di Finn) e che
invece si è rivelata una mera storiella di una stupidità epocale… 

Mi spiego meglio. In questo episodio scopriamo che Finn tiene Sadie, la
sua ragazza, legata e imbavagliata perché la “poverina” ha ottenuto il potere di
far fare al suo ragazzo letteralmente tutto quello che vuole solo
ordinandoglielo. Quindi alla fine Finn non è uno psicopatico, o per lo meno non
nel senso stretto del termine, ma cerca solo di non mandare all’aria la loro
relazione mentre è in cerca di una soluzione. Comunque nel frattempo Rudy viene
sfrattato e decide di sua iniziativa di farsi ospitare da Finn scoprendo così
il suo piccolo segreto; o meglio, sente parlare da dietro la porta chiusa con i
lucchetti e crede che ci sia un cane parlante, quindi proprio mentre il suo
doppio fa scappare quella che poi scoprirà essere una ragazza, Finn racconterà
a lui e agli altri tutta la storia. Dopo di che, Finn sarà ospitato da Jess ma
poi deciderà di riprovarci con Sadie anche se dopo l’intervento di Seth, che
leverà i poteri alla ragazza prima di partire per l’Uganda, capisce che ha
bisogno di cambiare aria e andare avanti e quindi si trasferisce insieme a Rudy
al community centre, emulando una nostra vecchia conoscenza. Vorrei fare i miei
più sentiti complimenti agli autori che vincono il premio del mese per la
banalità (ed è un bel premio conteso date le recenti puntate di altre serie): il
merito è dovuto in parte alla trovata dei poteri di Sadie. Vedendola così
legata e imbavagliata pensavo chissà che tremendo potere distruttivo avesse, e
invece…
Poi ci sono un altro paio di punti su cui avrei da ridire: Misfits, un
volta, era incentrato sui poteri che causavano più danni che altro, e con gli
stessi però i nostri ragazzi riuscivano a salvare la situazione; quindi? I poteri
dove sono andati a finire? Finn in due episodi l’ha usato due volte e in
maniera vergognosa, Jess una, Seth idem, Curtis non sappiamo neanche che potere
abbia effettivamente (ancora quello di resuscitare i morti?) ma per fortuna
Rudy e Rudy si vedono spesso. Ormai è diventata una serie che racconta di
quattro ragazzi che fanno il servizio sociale e ogni tanto, ma proprio se
capita, usano qualche potere. E poi quale sarebbe il filo conduttore di questa
stagione? Se l’avete capito voi ditemelo, perché io non sono riuscita a vederne
neanche l’ombra.
Comunque trama scadente a parte abbiamo conosciuto, o meglio intravisto
due nuovi personaggi: Alex, il barista che lavora con Curtis e l’assistente
sociale tirocinante. Per quanto riguarda quest’ultima abbiamo visto poco o nulla,
a parte il fatto che si è mangiata Curtis con gli occhi, mentre per quanto riguarda
Alex sappiamo solo (a detta di Curtis per di più) che non si avvicina a nessuna
ragazza e nessuno sa perché; che abbia qualche potere stile Alisha? O data la
banalità sorprendente degli autori, magari è solo gay e non ha nessun potere.
Staremo a vedere, anche se ormai arrivati a questo punto Misfits io lo guardo
per inerzia.
Poi Seth se nella prima puntata sembrava essersi svegliato ecco che qua
lo rivediamo piombare nell’apatia nominando ogni tanto Kelly giusto per
ribadire il concetto che non tornerà (come se non l’avessimo capito). Sarà
partito davvero? Se così fosse, saluto poco meritevole, ma tanto ci siamo
abituati ormai.
Ovviamente la nota positiva è sempre la stessa: Rudy! Anche se in questa
puntata ammetto che non sia stato al cento per cento della suo potenziale, il
condom fatto con il domopack e tenuto fermo con un elastico è stato un altro dei
suo colpi di genio del trash.

PRO:

  • Sempre lo stesso, Rudy e pure l’homemade condom dai.
CONTRO:
  • Sempre lo stesso, Curtis e la sua inutilità.
  • Finn, in questa puntata incentrata su di sé, non è che abbia fatto
    questo gran figurone.
  • L’assistente sociale è un personaggio troppo forzato, quelle poche
    volte che spunta fuori ovviamente.
Che dire? Riponiamo la speranza in Alex l’ultimo arrivato? Oppure
Misfits è completamente senza speranza? Io attendo il prossimo episodio, che
visto il promo sembra promettere un po’ meglio, ma l’esperienza insegna che non
bisogna mai fidarsi dei trailer. Voto bassissimo purtroppo e spero che, se questo è lo scempio che ci continueranno a proporre, la chiudano con questa stagione.

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: