Raising Hope 3×06 – What’s Up Bro?TEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by
C’è chi dice che tagliare le foto porti sfortuna ma in questo caso forse
sarebbe stato meglio farla in mille pezzettini piuttosto che conservarla. La
foto in questione infatti rappresenta un piccolissimo Jimmy insieme al suo
quasi fratello e ai suoi quasi genitori; sì, “quasi” è la parola giusta, perché
per un breve periodo di tempo Burt e Virginia diedero Jimmy in adozione anche
se questo fatto poi gli è stato

tenuto nascosto fino alla fortuita scoperta in
questo episodio. Comunque Jimmy non la prende neanche troppo male, anzi è più
che contento all’idea di avere un “quasi” fratello maggiore che poi è anche un
uomo famoso e di successo, infatti chi di voi non conosce Brad Jenkins il
celeberrimo agente immobiliare con il cappello? Ironia a parte, Jimmy mette a
punto un piano insieme a Sabrina per conoscerlo senza rivelare la sua “quasi”
parentela. Nello stesso tempo Burt e Virginia si domandano se sono stati dei
bravi genitori, e se magari anche Jimmy sarebbe potuto diventare un uomo ricco
e di successo rimanendo con i Jenkins. Ma per fortuna non tutti i mali vengono
per nuocere: Jimmy infatti sarà pure un ragazzo sempliciotto e con qualche
difetto di pronuncia, ma se fosse rimasto con i suoi genitori adottivi molto probabilmente sarebbe
diventato un razzista proprio come loro e Brad. 
Finito questo piccolo riassunto, vorrei cominciare con il dire che io
amo gli autori di Raising Hope con tutta l’anima perché ne tirano fuori sempre
una dal cilindro senza mai essere banali ; questa puntata è stata divertente ma oltre a questo vorrei aggiungere un’altra cosa, e cioè che è
stato affrontato un discorso serio ancora una volta facendo riflettere il
pubblico su una triste realtà e facendo riflettere su cosa vuol dire essere
davvero un bravo genitore.
E credo di aver già detto altre volte, ma la forza di questo Show, sta
proprio nel mischiare divertimento e lezioni di vita usando una semplicità
disarmante.
Inoltre aggiungo che nonostante questo sia il secondo episodio senza Maw
Maw è stato comunque fantastico; non che non si senta la mancanza della
spettacolare nonnina perché alla fine lei è una forza, ma comunque non è una
mancanza che provoca il calo della qualità e questo è l’importante. Bravissimo
è stato anche Chris Klein che intrepretava Brad, ovviamente Chris “Oz” di American
Pie altri non poteva interpretare che uno scemo patentato! Elogio particolare
va al cameriere messicano Alfredo che sputa negli spaghetti della famiglia
Jenkins.
Esilaranti sono stati i Flashback di Virginia e Burt che pur di non uscire
di casa creavano a Jimmy dei passatempi fai da te, come il campeggio in casa,
il museo sempre in casa con tutte le anticaglie esposte in bella vista e le lezioni di
Karate davanti alla Tv.
PRO:

  • Flashback di Virginia e Burt che inventavano passatempi assurdi per
    Jimmy.
  • L’accento finto di Sabrina.
  • Alfredo è il mio nuovo eroe.
  • Il tema affrontato. 
CONTRO:
  • Rivoglio Maw Maw! 
In conclusione, mi ritengo più che soddisfatta, episodio sopra la
sufficienza, e tutti amabili come sempre (tranne i Jenkins si intende). Spero
solamente di rivedere Maw Maw al più presto perché mi manca davvero tantissimo! 

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: