);

Misfits 4×08 – Episode EightTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

Dopo tutti questi midseason finale prenatalizi, eccoci arrivati con Misfits al
finale di stagione in tema apocalittico che ovviamente non poteva essere
altrimenti visto le catastrofiche previsioni sulla fine del mondo (sventata).
Potevano fare decisamente di meglio, ma visto che Rudy è stato immenso posso
perdonarli; come volevasi dimostrare gli altri disadattati e baristi allegati
hanno fatto
semplicemente da cornice alla storia tra Rudy e Nadine, che ho
trovato semplicemente dolcissima e che per un po’ mi ha fatto dimenticare la
mediocrità di questa stagione televisiva. La dolce suora per amore di Rudy
scappa dal convento ma le sue “sorelle” tentano in tutti i modi di farla
tornare arrivando anche a rapirla e a rinchiuderla; quello che sembrava essere
un gesto orribile in realtà era semplicemente un’ azione necessaria per la
salvaguardia del mondo: infatti il potere di Nadine è quello di evocare i
quattro cavalieri dell’apocalisse ogni qual volta avesse visto il male nelle
persone. Nulla di eccezionale, anche perché purtroppo ogni qual volta che sento
parlare dei nostri amici Morte, Carestia, Pestilenza e Guerra mi viene da fare
il confronto con quelli di Supernatural, e certamente i quattro ciclisti
dell’apocalisse non avevano niente a che vedere con questi ultimi anche per la
semplice ragione che saranno stati sullo schermo per non più di 10 minuti, e
voglio allungare i tempi: soluzione sbrigativa e morte di Nadine veramente
terrificante che mi ha ricordato (purtroppo) quando Alisha viene sgozzata senza
troppi complimenti davanti al povero Simon!
Inutile dire che le possibilità per
una bella puntata c’erano e che avrebbero potuto sfruttare meglio la situazione,
ormai questa è storia vecchia; per fortuna che Joe Gilguin e Gillian Saker (Nadine)
hanno saputo controbilanciare l’inutilità del resto del cast. L’amore, la
gioia, la tristezza e la disperazione di questa sfortunata storia d’amore le ho
sentite anch’io, ho riso quando Rudy e Rudy si dividono le 50 mila “Ave Maria”
e mi sono commossa alla fine, con Rudy davanti la tomba di Nadine; che dire,
avrebbero potuto eliminare gli altri e non me ne sarei neanche accorta, dato
che non me ne importava assolutamente nulla di Alex che tradisce Jess e di
Abbey che, diciamola così, passa il suo tempo con Finn. Inutilità all’ennesima
potenza, sono serviti solo a scatenare l’ira dei cavalieri dell’apocalisse con
i loro inutili problemi! Comunque ho esultato credendo che Alex “from the bar”
fosse morto, ma invece niente da fare, si rimedierà solo un trapianto di polmone:
ma possono finire la stagione con una cosa già vista?? Ma davvero sono così a
corto di idee da riciclare sempre le stesse cose? Ho smesso di farmi domande, l’unica
cosa che so per certo è che con il senno di poi fece bene Robert Sheehan (il
caro vecchio Nathan) ad abbandonare la nave quando ancora galleggiava. 

Non proprio quello che si direbbe un bel finale di stagione, ma dopo i
trascorsi di questa quarta serie non ci potevamo aspettare certamente di meglio,
anche se la speranza è sempre l’ultima a morire, ma purtroppo qui si da il caso
che mancassero proprio le basi.

PRO:

  • La love story tra Rudy e Nadine.
  • Il potere di Nadine era abbastanza originale.
CONTRO:
  • Alex, Jess, Finn e Abbey che hanno fatto da contorno.
  • Finale di stagione sbrigativo e con un colpo di scena finale riciclato da un altro episodio.

Spero davvero che l’anno nuovo porti consiglio agli autori di questa
serie e spero davvero che questa fantomatica quinta stagione che si vocifera
sia meglio impostata; il voto che ho voluto dare a questa puntata è sopra la
sufficienza grazie solo e soltanto a Rudy e Nadine. Buon Natale e buon anno!

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: