);

Person Of Interest 2×07 – CriticalTEMPO DI LETTURA 3 min

in Person Of Interest/Recensioni by

Episodio che definire “ricco di contenuti” potrebbe sembrare
addirittura riduttivo per questa 2×07 di Person Of Interest. Nel corso della
puntata vengono trattate tre differenti situazioni (anzi, diciamo due e mezza),
alcune delle quali ci lasciano in eredità delle domande su alcuni dei
“villains” della serie. 

L’episodio comincia con John alle prese con un “codice ricorrente”,
ovvero una persona già salvata in precedenza e di nuovo in pericolo di vita. La
persona altri non è che Leon,
protagonista della prima puntata di questa
seconda stagione (2×01) e ora invischiato nel “gold farming” (chi se ne intende di
mmorpg saprà sicuramente cos’è) ovvero la compravendita di personaggi e oggetti
virtuali di giochi di ruolo online. Due minuti per sistemare la questione e
Leon diventa il nuovo, occasionale, assistente della nostra amatissima coppia.
Una mia piccola considerazione: ma siamo proprio sicuri che la collaborazione
sia stata solo occasionale? In POI appaiono sempre più personaggi ricorrenti, e
il fatto che per la seconda volta appaia Leon (Ken Leung, che già aveva
lavorato con J.J. Abrams in alcune stagioni di Lost) mi fa supporre che il
personaggio potrebbe anche essere rivisto in futuro. Poi conosce bene
l’attività di Finch e va anche molto d’accordo con Tito/Bear e questo fa presagire un suo ritorno presto o tardi.
Passiamo poi al secondo caso di giornata, ovvero quello
della dottoressa Maddy Enright. Scopriamo subito che la dottoressa è ricattata
da un misterioso tizio inglese (Wesley) che tiene sottotiro la sua fidanzata
(si è una relazione omosessuale alla The L World) e che vuole la morte di un importante
paziente della Enright. Assistiamo così ad un caso molto diverso dal normale,
senza appostamenti o pedinamenti da parte di Reese, che in sostanza deve solo
portare in salvo Amy (la fidanzata di Maddy). Il problema è che Wesley non è
l’ultimo arrivato, John infatti lo identifica come un ex membro dell’MI6 con
tanto di squadra specializzata. Per i non addetti ai lavori l’MI6 è l’agenzia presso cui lavora 007 in Inghilterra, quindi una qualche cultura spionistica Wesley ce l’ha. Non sarà quindi facile per John portare in
salvo la ragazza, ma con l’aiuto dell’immancabile Fusco anche stavolta la
missione è compiuta.
Nel frattempo Maddy e Finch in ospedale, con l’aiuto di
Leon, scoprono la talpa di Wesley e riescono ad evitare la morte del paziente.
Caso chiuso e puntata finita? No, manca ancora la detective Carter. La vediamo
in questo episodio scontrarsi nuovamente con l’agente Snow, e dal faccia a
faccia con questi capisce che in realtà anche lui è ricattato da una donna (che
noi sappiamo essere Kara Stanton) che lo obbliga a svolgere degli incarichi per
lei. Infine, assistiamo alla telefonata tra Reese e Wesley, nella quale si
gettano le basi per un futuro incontro/scontro tra i due, come dire che oltre a Root, il Governo degli Stati Uniti, l’HR e Kara Stanton ora c’è all’attivo l’ennesimo grattacapo per il dinamico duo. E noi godiamo.
Che dire, la carne al fuoco non è mai abbastanza, e questo
episodio ci fa aumentare l’acquolina in bocca per quello che probabilmente sarà
lo scontro tra Reese e la sua ex partner Kara Stanton, con il detective Carter
pronto a intervenire in caso di bisogno. 
Altra puntata diretta e gestita magistralmente dai
produttori di questa magnifica serie che finora non ha perso un colpo e che
ogni settimana ci regala nuova adrenalina!
PRO:

  • Fusco che fa il bullo con il poliziotto
  • Wesley, nuovo villain che sembra all’altezza del nostro John
  • Carter sempre più vicina alla Stanton e quindi a un
    clamoroso incontro John – Kara
  • Reese che fa fuori con estrema facilità una squadra scelta
    di ex SAS
CONTRO:
  • Il ruolo di Fusco all’interno del team
  • Ormai Tito/Bear va d’accordo con
    chiunque gli tiri una pallina
Come detto, episodio ricchissimo di contenuti, dal codice
ricorrente Leon (di cui mi sono già espresso) al nuovo “cattivo” Wesley,
passando per Kara e per l’agente Snow. Il tutto veramente ben mixato e con
notevoli margini di crescita. Tanta stima.

VOTO EMMY

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: