);

Hart Of Dixie 2×19 – 2×20 – The Kiss – If Tomorrow Never ComesTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by
Se c’è una cosa che Hart of Dixie sa fare, è regalarci dei siparietti divertenti che possono anche farti “passare sopra” a certe situazioni che, all’apparenza, possano sembrare banali e gestite male. Dico all’apparenza, perché poi in qualche modo gli autori riescono a far “quadrare i conti”.

Mi spiego meglio: la situazione ambigua che si stava creando tra Zoe e George nella 2×19 (e un po’ anche nella 2×18) “puzzava” troppo di ritorno di fiamma “tappabuchi”, un po’, forse, per accontentare le fan della Zorge (Zoe+George), un po’ perché era una strada che non hanno pienamente percorso. Avevo già espresso delle perplessità riguardo a questo possibile ritorno di fiamma e alcune di queste perplessità rimangono, anche se devo ammettere ho tirato un bel sospirone di sollievo quando George ha sbattuto, metaforicamente parlando, la porta in faccia a Zoe. Mi è piaciuta la sua reazione un po’ irritata alla confessione di Zoe, perché in fondo la colpa è della dottoressa se le cose sono andate in quel modo tra loro. E se sono contenta della sicurezza con cui George ha detto di amare Tansy, non lo sono dell’ormai dichiarato risveglio dei sentimenti della Hart per l’avvocato. Fa sembrare tutta la storia tra Zoe e Wade una farsa, una presa in giro. A che gioco stanno giocando gli autori? Perché ce lo ricordiamo tutti quell’episodio in cui sia George che Zoe hanno fermamente dichiarato di non provare più nulla l’uno per l’altra. Non mi piacciono questi passi indietro.
Nonostante il mio disappunto, però, mi è piaciuto come hanno fatto tenere il punto a George (anche se era un po’… fuori di testa), che sta migliorando sempre di più come personaggio. In “The Kiss” ha fatto di tutto per non far dubitare Tansy dei suoi sentimenti per lei e in “If Tomorrow Never Comes” ha accolto a braccia aperte, non senza difficoltà, i rumorosi e infantili fratelli della ragazza, definendoli “di famiglia”. Adoro come stanno sviluppando la relazione tra i due ed è uno dei motivi per cui potrei insultare pesantemente gli autori se rovinano tutto. 
Un’altra coppia che mi sta stupendo sempre di più è quella di Brick e Shelby. Non avrei mai pensato di dirlo, ma li trovo a dir poco adorabili e, da anima romantica quale in fondo sono, mi fanno credere che l’amore davvero non ha età. Ho trovato molto realistico il modo in cui Shelby ha gestito la malattia di Brick. Ha avuto paura, voleva lasciarlo ma alla fine il suo amore per Breeland ha vinto. Della malattia di Brick ho apprezzato anche la preoccupazione di Zoe nei confronti del dottore, trovo veramente apprezzabile la crescita del loro rapporto. E’ sicuramente uno degli aspetti positivi dello show.
90 minuti di applausi, invece, per le difficili ma divertenti dinamiche di Lemon e Wade, che si trovano a dover gestire insieme il Rammer Jammer. Sappiamo tutti quanto siano diversi, l’uno l’opposto dell’altra, ma, probabilmente grazie a uno strambo allineamento dei pianeti, le cose sembrano funzionare. Sono decisamente spassosi da guardare, ma tra un battibecco e l’altro si ritrovano, ubriachi, a buttare giù un muro, facendo crollare parte del locale. Prevedo guai per i nostri amici. Che ne sarà, a questo punto, del Rammer Jammer?

PRO:

  • Progressi per la coppia Shelby/Brick
  • L’operazione di Brick va bene (non potevo non inserirlo tra i pro)
  • George al suo meglio in entrambi gli episodi
  • Lemon e Wade
  • Scene da morire dalle risate, specialmente in “The Kiss”: vedere Wade e Lemon gattonare nell’Ufficio Licenze è stato impagabile!
CONTRO:
  • Ritorno di fiamma di Zoe: troppo forzato e poco coerente
Ben poche critiche da rivolgere a questi due episodi, fatta eccezione per la poca coerenza della situation “Zoe’s feelings”. Hart of Dixie continua a dimostrarsi una serie divertente da guardare, perché in fondo un po’ di leggerezza non fa mai male. Per fortuna ci hanno evitato un dramma non necessario, facendo andare a buon fine l’operazione di Brick. Per un attimo ho temuto il peggio!
VOTO EMMY 

Distratta, eterna sognatrice e accumulatrice compulsiva di tazze di ogni forma e colore. Vive la sua vita tra mille paranoie, attacchi di ridarella immotivati e costante voglia di prendere il primo aereo per Londra. Nel tempo libero attende da più di quindici anni di ricevere la lettera per Hogwarts e guarda serie tv come se non ci fosse un domani. Normalmente è una persona pacata, ma provate a toglierle il caffè e si trasformerà in una belva feroce. Lorelai Gilmore docet.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: