);

Raising Hope 3×21 – 3×22 – Burt-Mitzvah: The Musical – Mother’s DayTEMPO DI LETTURA 4 min

in Raising Hope/Recensioni by
Raising Hope 3x21 - 3x22 - Burt-Mitzvah: The Musical - Mother's Day
Sembra che a Natesville ci abbiano preso veramente tanto gusto a cantare, tanto che la penultima puntata di questa terza stagione è stata un mix tra un musical ebraico e un video musicale trash degli anni 80; ebbene, proprio durante il periodo della Pasqua cattolica, che quest’anno coincide più o meno con la Pasqua ebraica, fanno la loro comparsa i genitori di Burt rivelandogli le loro (fintissime) origini ebraiche e lo convincono a celebrare il Bar-mizvah. Il povero capofamiglia si ritrova così a dover far i conti con una storia, con delle tradizioni e con una lingua a lui del tutto sconosciute: ci penserà la comunità, il rabbino e pure il personale di Howdy’s a spiegargli tutto a passi di danza con tanto di bagel canterini. Tra le varie performance
Rock The Torah” entrerà a far parte dei mie personali video musicali più visti: la stella di David sulle scarpe della ballerine e al collo del Rabbino come le collane di 50 Cent, Jimmy e Burt che volano sul libro sopracitato come se fosse un tappeto volante, insomma come non sentirsi male dal ridere durante un esibizione del genere? Se ancora avevate dei dubbi, dopo aver visto questo episodio oramai li avete dissipati tutti e avete la conferma che gli “amigos de Garcia” sono adorabilmente fuori di testa: sono riusciti a descrivere una religione e un popolo in maniera così ironica usando anche degli stereotipi abbastanza scontati senza però dar fastidio a nessuno e facendoci divertire come sempre. Inoltre c’è da dire che le puntate musicali della volte sono difficili da buttare giù, ma Raising Hope riesce a farci amare anche questo. Ma la vera perla di questi due episodi andati in onda è stato, come c’era da aspettarselo, il finale di stagione “Mother’s Day”. Se con Burt che
legge la Torah ci siamo fatti due risate in leggerezza ecco che in questo ultimo episodio della stagione tornano le emozioni forti che ci vengono fatte assaporare sempre con un filo di ironia sul bordo del bicchiere.Raising Hope 3x21 - 3x22 - Burt-Mitzvah: The Musical - Mother's Day  Già dalle
premesse si immaginavano scenette estremamente tenere ma come al solito ci hanno sconvolto ancora una volta; analizziamo uno alla volta i due rapporti madre-figlia che vengono messi in evidenza iniziando con Sabrina Virginia e Hope. Come tutti ben sappiamo l’unico vero legame di sangue tra queste tre donne è quello tra Virginia e Hope (nonna e nipote) ma l’amore che le lega è immenso; Virginia si sente quasi messa da parte quando Hope regala la collanina a Sabrina e spiega le sue ragioni in una maniera terribilmente commovente, ma ancora più toccante è il momento in cui Sabrina dice a Virginia che lei è più di una suocera, è una madre, ed lo è più lei che non la sua vera madre. Questo piccolo quadretto familiare sul portico ci ha scaldato il cuore ricordandoci ancora una volta che la vera famiglia non è quella i cui componenti hanno il tuo stesso DNA ma quella in cui c’è amore, rispetto e comprensione. Passiamo però al secondo momento madre-figlia e cioè quello tra Maw-Maw e sua madre: si, nessuno sapeva che Maw-Maw avesse una madre ancora in vita, tanto meno lei se lo ricordava, ma eccola che quasi dal nulla spunta fuori l’arzilla vecchietta di 104 anni e arriva in casa Chance portata con un piccolo inganno da Burt e Barney. Ovviamente essendo la madre di Barbara June non poteva essere sana di mente, infatti crede di essere morta da circa vent’anni e aspetta che gli angeli la vengano a prendere, angeli magistralmente intrepretati da i sopracitati Burt e Barney; quando poi l’ultracentenaria arriva a Natesville, Barbara ci racconta del loro piccolo disguido usando l’espediente del film muto, non prima di essersi prese a capelli. Si riappacificano e l’abbraccio tra le due vecchiette mi ha fatto venire la pelle d’oca e dire che mi ha fatto scendere due lacrime è un eufemismo: la dolcezza di quel gesto era incommensurabile e il finale dolce-amaro nel quale Maw-Maw’s Maw-Maw muore e sua figlia non si ricorderà di averla vista ma conserverà un bel ricordo di loro due che in un passato non ben specificato hanno fatto pace è stato letteralmente da applausi. Posso affermare senza alcun dubbio che questo è stato il finale di stagione più bello fin ad ora, il più dolce e il più emozionante.

 

PRO:

  • I musical della 3×21.
  • Barney che chiama Maw-maw’s maw-maw “the little guy from the Lord Of The Rngs”.
  • La dolcezza delle scene madre-figlie.
  • Il finale di stagione più bello delle tre serie.

 

CONTRO:
  • Perché è già finito, perché?

 

Siamo arrivati alla fine, si è riso e si è pianto insieme agli abitanti di Natesville che ci hanno accompagnato durante questi mesi. Abbiamo visto Sabrina e Jimmy sposarsi, abbiamo visto la famiglia stringersi e affiatarsi ancora di più, abbiamo visto Hope crescere e abbiamo ritrovato il cast di My name is Earl, abbiamo visto Hollywood e la Delorean, abbiamo conosciuto la mamma di Sabrina e la mamma di Maw-Maw, e per un po’ abbiamo anche ritrovato la mamma naturale di Hope, tutto questo e altro ancora solo in ventidue puntate. Aspettiamo con ansia la quarta stagione, per il momento vi salutiamo affettuosamente da Natesville.

 

 

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: