);

Supernatural 8×18 – Freaks And GeeksTEMPO DI LETTURA 2 min

in Recensioni/Supernatural by

“Freaks And Geeks” è il tipico filler, il tipico noioso e presuntuoso filler che si arroga il diritto di occupare 40 minuti della nostra vita in attesa di puntate più importanti. Il fatto è che questo diritto può anche guadagnarselo ma per farlo deve essere innanzitutto decente, ancora meglio se
invece è solido e soprattutto guardabile. Se non ha queste caratteristiche ovviamente finirà nel trita rifiuti in men che non si dica. La domanda quindi è: “Freaks And Geeks” ha almeno una di queste caratteristiche? No.
L’episodio comincia e finisce con una scontata quanto frustrante battuta sulla chiusura dei cancelli infernali giusto per dire che non è che si siano dimenticati ma ogni tanto bisogna tenere vedere anche cosa fanno Sam e Dean mentre aspettano che Kevin impari a leggere senza impasticcarsi. Ribadisco che i filler di per sè possono e dovrebbero essere gradevoli da guardare perchè sono le tipiche puntate che potrebbero essere viste in una qualsiasi stagione visto e considerato che sono prive di elementi di trama orizzontale che le caratterizzino, però se la trama è banale e sembra scritta da R.L. Stine (autore di Piccoli Brividi) allora il discorso è un altro.
L’unico punto da apprezzare in questa “Freaks And Geeks” è il ritorno un po’ a sorpresa di Madison McLaughlin alias Krissy Chambers, apparsa nella 7×11 e poi lasciata nel dimenticatoio come tantissimi altri casi del giorno. La bambina non è più una bambina, ora è una promettente sedicenne e vive in una comune insieme ad altri due ragazzi anch’essi rimasti orfani e sono guidati da un ex cacciatore che gli fa da padre nonchè da mentore per renderli la nuova generazione di cacciatori. Fin qui può anche passare se non che si capisce già da metà episodio che il cosiddetto mentore è anche la stessa causa della morte dei genitori dei ragazzi e, come in “LARP & The Real Girl“, l’attenzione dello spettatore passa dal livello “40 minuti di relax” al livello “ma quanto manca alla fine?”. Deducete da voi se è una cosa buona o meno.

Il brutto di episodi come questo è che la mancanza di verve che viene trasmessa, poi si rifà sul quantitativo di parole da inserire nella recensione. Viene da sè capire che se a distanza di una settimana nella colonnina dei Pro non hai annotato praticamente nulla e in quella dei Contro hai scritto solo “tanta noia”, l’episodio non può che essere gettato nel girone degli ignavi.


PRO:

  • Evoluzione del personaggio di Krissy
CONTRO:
  • Tanta noia
  • Storyline gettata lì tanto per occupare 40 minuti

Come detto, l’ignavia la fa da padrona e non essendo nè buono nè osceno come episodio, il voto sta nel mezzo. E son stato anche buono…

VOTO EMMY

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: