);

The Following 1×11 – Whips And RegretTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/The Following by

Ho pensato seriamente a un aggettivo da mettere accanto a questa serie e
non mi viene mai quello esatto, quello calzante
alla perfezione; se mi si chiedesse cosa penso di The Following potrei
semplicemente dire che è una serie insipida, e per usare un detto “senza né
arte né parte”.
Fino ad adesso personalmente ho sempre difeso a spada tratta Joe Carrol e il
suo gruppo di seguaci, definendoli interessanti e poliedrici, ma di
 fronte a
puntate come questa mi rendo conto di difendere l’indifendibile. Ryan fin
dall’inizio è stato un personaggio stupido e insulso, l’unica cosa che lo rende
interessante è il suo legame con il serial killer, per il resto è da cestinare,
ma purtroppo in questo episodio mi sono messa le mani nei capelli anche
guardando Joe e i suoi. Si capisce, perché è Roderick a dirlo, che una volta
riunita l’allegra famigliuola sarebbe dovuto cominciare qualcosa di grosso ma
non viene specificato cosa e quindi la curiosità mi spinge a non abbandonare
questa serie, ma allo stesso tempo Joe sembra più interessato a riconquistare
Claire comportandosi come un uomo comune cedendo anche alle richieste della
donna di vedere il figlio, che non a portare avanti i suoi piani. Mi dispiace
perché se il Team Ryan era la squadra degli imbecilli patentati (a tratti salvo
Mike Weston) almeno il Team dei cattivoni psicopatici mostrava un minimo di
spessore ma invece in questa puntata c’è calma piatta, e mi auguro che sia la
quiete prima della tempesta e non la quiete del sonno eterno. 
L’unico
personaggio che salvo in questo episodio è Jacob, il povero Jacob tormentato
dalle allucinazioni in stile Rick Grimes, solo che invece di vedere la sua
defunta moglie come quest’ultimo, vede il suo migliore amico che lo incita a
uccidere Emma. Certamente non uccide Emma, ma la tratta come meriterebbe di
essere trattata dopo ciò che ha fatto e inoltre ha il compito di occuparsi di
Claire, assumendo così un ruolo abbastanza importante all’interno del loro
gruppo; Jacob ha subito un cambiamento dopo la morte di Paul ed è passato da
ragazzino acqua e sapone a uomo inquietante degno di far parte dei seguaci di
Joe. A proposito di Joe, come ho già detto, in questa puntata non è stato il
massimo, cerca di riconquistare Claire, fa la sua telefonatina ormai consueta a
Ryan e ha promesso, anni prima, a Molly che le lascerà uccidere Ryan; a questo
punto mi sono chiesta se questo non sia tutto un piano di Joe e alla fine non
lascerà comunque morire il suo rivale per mano della prima seguace capitata a
tiro o se veramente gli sceneggiatori siano impazziti.
Ma la vera stranezza di
questo episodio, che mi ha lasciato senza una risposta, è la scena finale in cui
Joe guarda il video in cui Ryan fa sesso con Molly: giuro ci ho pensato e non
sono riuscita a dargli un senso. Forse voleva essere un’ allusione al fatto che
Joe per distruggere psicologicamente il suo rivale deve conoscerlo in ogni suo
aspetto, ma lì per lì non ho colto la sottigliezza e la finezza perché dopo uno
scempio di puntata come questa non ho potuto fare altro che scoppiare a ridere
sconsolata. Stendiamo anche un velo pietoso all’esca pensata per prendere uno
degli uomini di Roderick, ovviamente Ryan non segue il protocollo, ovviamente
riescono a trovare un rifugio segreto. 

Mi rifiuto di credere che si possa solo
concepire una puntata così noiosa, anche se vogliamo proprio spezzare qualche
lancia a loro favore qualche elemento positivo c’è stato: il conflitto tra Joe e
Roderick potrebbe portare a qualcosa di interessante, Jacob potrebbe avere un
ruolo ancora più significativo e importante e forse Molly, omicidio che vuole
portare a termine a parte, potrebbe smuovere un po’ le acque.

PRO:

  • Jacob sta maturando e potrebbe diventare un bel personaggio.
  • Il conflitto tra Joe e Roderick.
CONTRO:
  • La farsa di Joe per riconquistare Claire.
  • Ryan e i suoi.
  • Joe che accetta il fatto che Molly voglia uccidere Ryan.
  • La sceneggiatura penosa in generale.
Puntata sicuramente da dimenticare, non merita la sufficienza neanche
alla lontana; mancano poche puntate alla fine e spero vivamente che riprendano
in mano la situazione. Nonostante l’FBI sia ormai perso nella valle della noia
almeno i bad guys potrebbero movimentare un po’ la situazione. Potrebbero.

VOTO EMMY

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: