);

From Dusk Till Dawn: The Series 1×08 – La ConquistaTEMPO DI LETTURA 4 min

in From Dusk Till Dawn/Recensioni by
From Dusk Till Dawn: The Series 1x08 - La Conquista

L’Ignoranza dilagante che ha contraddistinto From Dusk Till Dawn fino alle scorse puntate subisce una impennata non indifferente, e la pacchianeria mostruosa con la quale ci viene presentata “La Conquista” sottolinea ancor di più l’alto livello qualitativo raggiunto dalla serie. Azione, sangue, lotte, colpi di scena e…Pandemonium.
Cos’altro si potrebbe chiedere ad una serie tv? Qui abbiamo il concentrato di qualsiasi tema che una persona possa desiderare in un serial. Le riprese hanno abbandonato definitivamente i larghi spazi sabbiosi e dal filtro color giallo-arancione, prediligendo il luogo chiuso, angusto ed inesplorato di un ex tempio.
Nella puntata, tramite l’artificio sempre utile del flashback, ci viene raccontato parte del passato da conquistador di Carlos e del suo primo incontro con l’avvenente Pandemonium, la quale racconta a Richie la sua storia, cercando di convincerlo a “renderla libera” accettando il suo dono (ossia diventare vampiro anch’egli). Ma la parte della trama che viene portata avanti in maniera più consistente e che intrattiene maggiormente è quella che vede come protagonisti l’assortito e variegato gruppo di personaggi che si trova ancora nella sala del Titty Twister bar. Qui infatti, la famiglia Fuller (privata del giovane Scott dopo che questi era sparito in un buco del muro), Seth ed il professor Tanner (Sex Machine) decidono di scendere ai piani inferiori (passando per un tritatutto davvero macabro) per diverse ragioni.
1. Seth è determinato nel voler ritrovare e salvare il fratello Richie, trasportato via da Pendemonium dopo che l’agente Gonzalez gli aveva sparato in pieno petto.
2. Jacob e Katie Fuller vogliono a tutti i costi salvare il terzo componente della famiglia: Scott. Ma purtroppo la sorpresa che si presenterà davanti ai loro occhi nelle prossime puntate non è così positiva come loro credono e sperano.
3. Il professor Tanner è spinto dal sentimento più ancestrale e primitivo che possa esistere: la sopravvivenza (nonché un demenziale quanto esilarante “interesse accademico”). L’unica cosa che gli importa veramente è salvare la propria pelle. E guardando quanto successo nella sala la scorsa puntata, come dargli torto?
Nei piani inferiori del tempio incontreranno un sopravvissuto come loro che, seppur riluttante, darà loro una mano.
Parallelamente a ciò l’agente Gonzalez, che era stato abbandonato dal gruppo di survivors perché ferito gravemente da uno dei vampiri e quindi non meritevole di fiducia, ha uno scontro con Carlos il quale sembra avere inizialmente la peggio, salvo poi riuscire ad imporsi grazie anche all’appoggio di Scott, ora vampiro alla stregua dell’ex conquistadores.
Ma il fatto che colpisce più di tutti è che le fazioni, inizialmente due, sembrano ora essersi frantumate in più parti: Carlos infatti sembra deciso ad opporsi e fronteggiare Pandemonium la quale però, nel finale di puntata, riesce a convincere Richie ad accettare il “dono”.
Come procederà quindi la storia?
I ritmi sono incessanti e coinvolgenti e la storia non presenta nessun punto di sonnolenza o tediosità eccessiva, che in serie tv simili pesano sul voto finale e sull’emozione suscitata nello spettatore.
Nota a margine: quando il gruppo dei survivors incontra il sopravvissuto nei sotterranei questi permette loro (dopo un iniziale muso duro) di rifornirsi di armi. Ecco arrivare quindi una grande citazione e tributo al Maestro Tarantino e ad uno dei suoi maggiori successi, Kill Bill vol.1: il professor Tanner infatti cercando tra gli scatoloni, estrae una katana della stessa fattura e letteralmente identica a quelle prodotte da Hattori Hanzo e per la precisione ricorda moltissimo quella data in dono a Beatrix Kiddo (Uma Thurman).

 

PRO:

  • Il confronto tra Richie e Pandemonium
  • Qualche informazione riguardante il background dei personaggi
  • Sex Machine che da solo vale la puntata
CONTRO:
  • Gli intrighi e le gelosie che sono saltati fuori negli ultimi due episodi stonano un po’ con la crudezza ignorante che rende questa serie così godibile

 

Con due puntate alla fine From Dusk Till Dawn si riconferma una serie tv che merita di essere vista, apprezzata e in un certo senso anche amata. Le citazioni a grandi film fanno piacere (vedi la nota riguardante Kill Bill vol.1).
Il grande interrogativo che ci accompagna alla prossima puntata è: ora che Richie ha ricevuto il “dono” cosa cambierà in lui? Ma soprattutto, cosa ci si concederà di vedere in questa stagione e cosa, invece, saremo costretti ad attendere?

 

Pandemonium 1×07 ND milioni – ND rating
La Conquista  1×08 ND milioni – ND rating

 

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: