);

True Blood 7×10 – Thank YouTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

True to the end: siamo arrivati alla fine. Quando una serie chiude i battenti, ci si guarda sempre indietro, a quello che ha rappresentato per noi, al perchè abbiamo continuato a seguirla, ed è triste e molto amaro quando ci si rende conto di essere felici che sia finita, perchè ormai, di quello show innovativo, che tanto ci divertiva, ironico e cazzaro, non ne è rimasto più nulla.
“Thank You” si presenta come episodio scialbo, discontinuo e senza una grande spina dorsale.
Eppure, a mente fredda, qualcosa di buono c’è: si fa strada, tra la schifezza di questa stagione, un tentativo di concludere questa avventura durata sette anni. Bill muore e io ne sono contenta: non per sadismo ma perchè è la scelta più riuscita per questo personaggio e per il suo legame con la protagonista. Bill non aveva più nulla da dire e la sua decisione di non curarsi, di riappropriarsi del suo lato umano (da qui gli interessanti pallosi flashback), liberando sé stesso e Sookie dall’oscurità vampirica, è coerente. Così come è apprezzabile il fatto che la biondina non rinunci al suo essere diversa, ma che lo accetti. Sookie e Bill, insieme per l’ultima volta, si liberano dei loro drammi, in una scena molto splatter che rimanda alle decisioni truculente ma azzeccate dei primi anni dello show. Alla fine, la giovane Stackhouse si rende conto di volere quello che, in fondo, la maggior parte delle donne (fate, vampire o umane) desidera: una famiglia. E il tutto scatta nel momento preciso in cui, per la primissima volta, ascolta i pensieri di Bill, sempre più umano, sempre più verso la morte.
Tutto il resto della puntata è vuota: Jessica e Hoyt che si sposano, con una fretta narrativa da manuale, giusto per regalare un saluto affettuoso al vampiro Compton; tutti intorno al tavolone durante la cena del Ringraziamento (che novità!) con un Jason super papà, felici e contenti, Sookie incinta di un tizio e Lafayette relegato a semplice comparsa.
Apro una parentesi su Eric e Pam: i due hanno portato avanti lo show anche nei momenti in cui un paletto nel cuore di tutti noi avrebbe fatto meno male e sono finiti a fare le televendite. Ora, mi va benissimo lo spirito capitalistico di sopravvivenza e vendetta da parte del vichingo e della sua splendida compagna ma non so, non hanno convinto granché. Vederli, però, di nuovo insieme, sulla cresta dell’onda e al Fangtasia, è stato bello e consolatorio.
Sarah Newlin, ti ricorderemo tutti così: bionda, pazza e che parli con l’ei fu Reverendo Steve, con indosso la modaiola felpa della Compagnia del Sole. Il Karma, sorella, non sbaglia mai.


 PRO:

  • La morte di Bill e la conclusione della storia con Sookie
  • Eric e Pam di nuovo insieme
  • Cry on my jacket, you’re paying for it, sweetheart“: Pam, Eric, ci mancherete!
CONTRO:
  • Finale scialbo, che non rende giustizia alla serie
  • Troppe scelte affrettate 
  • Personaggi inzialmente brillanti, relegati a comparse
La serie è finita, non rivedremo più i vampiri sudati, sexy e trash della tv. Dispiace che se ne siano andati tra le polemiche e con scelte narrative errate: HBO ha spremuto fino all’ultima goccia la bottiglia di True Blood, senza preservarne la freschezza della sua prima entrata nei nostri frigoriferi. Non ci mancheranno queste ultime deludenti stagioni ma, da sentimentali quali siamo, penseremo ai momenti più gloriosi, a Eric, Pam, Lafayette, a Russel Edgington, Steve Newlin a tanti altri e anche a loro, Sookie e Bill. Goodbye Sucks.
Love Is To Die 7×09 3.38 milioni – 1.8 rating
Thank You 7×10 4.03 milioni – 2.1 rating

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: