);

How To Get Away With Murder 1×11 – Best Christmas EverTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by
Vacation is over. This is How To Get Away With Murder, the second semester.

Ebbene, la scorsa puntata ha concluso alcuni degli ultimi dubbi riallacciando le fila della trama e ricomponendo il puzzle: abbiamo scoperto cosa la professoressa Annalise Keating sapesse e gli stessi assassini ora sembrano essere quantomeno rinfrancati dal tacito appoggio della donna.
Ciò nonostante alcuni elementi del gruppo si sono presentati come pericolosi e come coltelli a doppia lama: Michaela, restia nel suo tener nascosto il segreto più per paura di intaccare la propria carriera che per altro, ma soprattutto Connor che sembra essere il più spaventato ed il più imprevedibile tra i quattro.
La comparsa della sorella di Sam ha agitato le acque ed è servita come abile espediente per non far calmare del tutto le acque in questa puntata: è stato un abile stratagemma che ha permesso a Shonda di inanellare un altro ottimo episodio, preparandosi a scagliare un poderoso macigno grazie al cliffhanger al termine. La calma sembrava poter tornare sia tra i banchi dell’Università, sia tra quelli del tribunale. Eppure sembrava una felicità quasi irreale e innaturale.
Detto, fatto.
L’abilità recitativa di Viola Davis è stata più volte sottolineata e la discussione con Hannah ha permesso di evidenziare ulteriormente il carattere del personaggio da lei interpretato: una freddezza inattaccabile ed un autocontrollo stupefacente. E’ facile mentire, ma farlo così bene da convincere anche la più restia dei personaggi è una abilità unica.
L’episodio non aggiunge nulla di più di quanto non fosse già stato messo sul fuoco, ma serve essenzialmente a ripercorrere come i ragazzi abbiano assimilato l’omicidio di Sam e come abbiano reagito ad esso. Ritroviamo quindi Wes e Rebecca insieme, Laurel e Connor con le rispettive famiglie, Michaela con il fidanzato (promesso sposo?) e Asher con Frank.
Possiamo quindi dire che la puntata era un semplice filler, anche se il caso presentato nell’episodio fosse di intrattenimento e comunque avvincente, forse leggermente sottotono rispetto ai casi già precedentemente visti in questa serie e a cui essa ci ha abituato.
Il vero nocciolo della puntata viene relegato, giustamente se teniamo conto del suo peso e di quanto potrà calamitare l’attenzione nelle prossime puntate, è il ritrovamento dei resti del corpo di Sam Keating. Lo stesso spettatore nell’udire la notizia non può non reagire come Wes: esterrefatto, sconvolto, terrificato e senza più certezze. Qualsiasi equilibrio si fosse formato, ora perde di significato.
La stessa professoressa che aveva promesso ai ragazzi la sua protezione ora faticherà a proteggere se stessa. Come reagiranno quindi Connor e Michaela (i due più deboli del gruppo)? Gli interrogativi sorgono in maniera spontanea mano a mano che ci si sofferma a pensare. Rebecca è ormai scagionata e Wes difficilmente permetterà alla ragazza di prendersi la colpa del fatto, soprattutto perché ora non si tratta più di “semplice” omicidio: oltre a ciò si aggiunge anche l’occultamento e l’insabbiamento delle prove, è quindi inutile sottolineare come la situazione sia scottante ora come ora. Un’altra cosa c’è da tener presente e non va affatto dimenticata: Michaela ha perso l’anello di fidanzamento. Se questo venisse ritrovato in uno dei sacchi insieme ai resti del corpo del povero professore, il cerchio si stringerebbe intorno alla ragazza che cederebbe forse troppo facilmente in un interrogatorio della polizia.
Un plauso meritato va a Shonda che con questa serie riesce a superarsi puntata dopo puntata, tralasciando raramente qualcosa (i segni nella stanza di Wes, a cosa sono collegati?) e permettendosi di lasciare diverse porte-soluzioni aperte. Quale verrà scelta ci condurrà dritti dritti al season finale, di una serie che fino a qui è stata praticamente perfetta o quanto meno senza intoppi.
THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Viola Davis e la sua caratterizzazione di Annalise
  • Wes e il suo volto sconvolto alla notizia del ritrovamento
  • Cliffhanger finale
  • Gli scheletri nell’armadio che tutti cercano di celare, chi più chi meno
  • Caso di puntata non all’altezza di quelli già presentati
La prossima puntata regalerà sicuramente tanto, viste le basi cementate con la conclusione di quest’episodio. Ed una domanda inizia a farsi strada, riguardo qualcosa che fino ad ora si era certa: riusciranno i ragazzi e la professoressa a farla franca? 
Hello Raskolnikov 1×10 9.18 milioni – 3.1 rating
Best Christmas Ever 1×11 8.34 milioni – 2.7 rating

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: