fbpx

New Girl 4×14 – SwuitTEMPO DI LETTURA 4 min

in New Girl/Recensioni by

“Swuit”, il nuovo episodio di New Girl, ruota intorno al concetto di Società applicato all’amicizia. Lo sappiamo bene oramai, quando uno del gruppo ha bisogno di aiuto c’è chi è pronto ad aiutare e in “Swuit” succede proprio questo. Nick e Schmidt, fondatori di una società, sono già in crisi, il loro primo progetto, lo Swuit, un abito elegante fatto in materiale felpato, è una schifezza, e chi può farsi in quattro per loro se non Jess?
Dall’altra parte c’è Cece, che deve abbandonare l’università perché a corto di soldi (flashback di una vecchia chiacchierata tra Cece e Jess che venderebbe i suoi capelli pur di darle una mano), e a correre in suo aiuto ci sono Coach e Winston che vogliono investire sugli studi dell’amica. Questa vicenda è quella meno centrata e coinvolge poco lo spettatore, i personaggi sono meno a fuoco e le battute meno ficcanti. Sicuramente più riuscita è la vicenda inerente a “Schnick Industries”, forse perché i due sono l’antitesi l’uno dell’altro e perché i loro personaggi in questo episodio sono perfettamente centrati. Se Nick è “comodo”, creativo, alle volte addirittura folle, Schmidt è caparbio, gran lavoratore, teso alla forma. Se Nick non porta a termine nulla, Schmidt porta a termine tutto. Se l’uno crea, l’altro vende – in un flashback vediamo un giovane Nick, capellone, che sta inventando il moderno smartphone. I due infatti nel progetto Swuit portano ciò che sono, pur non rendendosene conto, come ben sottolinea Jess: un abito – come quelli che porta Schmidt – in felpa – rappresentazione della vita oziosa, da divano di Nick.
Solitamente ci hanno propinato la mancanza di “sororità”, per dirla come le femministe, e l'”incapacità” di lavorare in gruppo delle donne, invece questa volta l’incapacità è al maschile ed è interessante che Jess, con un ribaltamento di ruoli, adduca come causa “problemi maschili”, legati alla sessualità – saranno i jeans stretti, perdite, ostruzioni – come di solito si fa con le donne (ciclo e isteria). Nick e Schmidt soffrono per il fatto di non essere il “capo” della squadra, forse perché i loro ruoli sono perfetti solo se si incastrano con l’altro: il primo è il creativo, il secondo “vende”. Il dialogo tra Jess e Nick e Jess e Schmidt è uno dei momenti di maggior divertimento. La nostra protagonista come al solito si intromette nelle vite degli amici, creando spesso situazioni paradossali, e riesce solo in parte nel suo intento. I due “colleghi” realizzano un nuovo prototipo di dubbia utilità – una macchina fotografica con un osso attaccato per riuscire a immortalare i cani – per presentarlo all’imprenditrice Lori Greiner. Nick e Schmidt fanno sorridere e raggiungono il massimo livello di sintonia e sinergia quando, senza il prototipo – dimenticato da Nick, che aveva solo questo compito nella giornata -, si presentano al colloquio con la Greiner: l’uno balbetta, l’altro assiste allo “spettacolo”. A mettere il carico da 90 è proprio la nostra Jess che, vestita con Swuit, irrompe nella stanza e, tra motivetti, siparietti quasi da cabaret, riesce anche questa volta ad aiutare i due.
Soprattutto in questo caso notiamo, limite di tutto l’episodio, una certa rigidità e staticità che fa sì che “Swuit” non raggiunga a pieno il risultato sperato. La bravura degli attori è indiscussa, infatti, come dice lo sceneggiatore di questa puntata Noah Garfinkel, il cast ha spesso improvvisato e questo forse a detrimento talvolta dell’incisività.
Come succede sempre il tutto si anima quando gli amici stanno nella stessa stanza, infatti New Girl ha sempre goduto di una forza d’insieme, tutte le identità sono a servizio della scena che stanno interpretando e della puntata, i personaggi sono come gli ingredienti di un cocktail, ben dosati: basti pensare alla fine della puntata, l’incontro del gruppo in bar, luogo-crocevia delle vite dei nostri, è un momento che non può non far sorridere.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il dialogo tra Jess-Nick e Jess-Schmidt
  • Swuit, perfetta sintesi dei due amici
  • L’incontro con l’imprenditrice Lori Greiner
  • Il balletto di Jess e la canzone cantata nel finale da Nick, Schmidt, Coach e Winston
  • La vicenda di Cece e l’investimento di Coach e Winston
  • La staticità che caratterizza gran parte dell’episodio
  • La storia con Kai
In generale “Swuit” è un episodio che non convince completamente, un po’ perché privo di un’ironia a cui in passato New Girl ci aveva abituati e un po’ perché costruito in maniera molto statica. Certo è sempre piacevole assistere ad una puntata e questo perché un sorriso, volente o nolente, lo strappa, speriamo in un prossimo episodio migliore. 
Coming Out 4×13 2.90 milioni – 1.4 rating
Swuit 4×14 2.96 milioni – 1.4 rating
Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: