Grey’s Anatomy 11×15 – I Feel The Earth MoveTEMPO DI LETTURA 4 min

in Grey's Anatomy/Recensioni by

O terramot’ è vuler’ ‘e Dio, fa ben’ alla Terra, comm’ quann’ na persona sta mal’, e accumula, accumula finché o s’ libera e sfoga o mor’! Pecciò ‘o terramot’ è ‘na cosa bona!

Era d’obbligo iniziare con una citazione consona al tema centrale dell’episodio: il terremoto. Quello che però rimane più impresso ed incide maggiormente nel tessuto di Grey’s Anatomy, non è tanto la scossa di assestamento che scuote l’ospedale ad inizio puntata, quanto l’indelebile crepa che genera nei cuori degli spettatori a fine episodio, con un colpo di scena che paralizza e ammutolisce lo spettatore. Possiamo tra l’altro debellare “terremoto” dalla lista dei cataclismi che Shonda potrà sfruttare come finale di stagione.
Ma vediamo più da vicino l’episodio. Dopo diverse puntate incentrate sul caso Herman e sul rapporto della stessa con Arizona, questa volta la trama relativa alla loro forte amicizia si arresta e viene tenuta un attimo da parte, complice anche il fatto che l’operazione è andata a buon fine nello scorso episodio e quindi più di tanto, per ora, sembra non ci sia da raccontare.
Ciò risulta una nobile decisione utile a non rendere troppo pressante il continuare a battere il martello sulla stessa incudine, permettendo allo spettatore di spaziare sul resto dei personaggi del serial e poter tornare alla solita routine.
Un altro personaggio lasciato alla deriva e per il quale non sembra esser stata studiata una vera e propria trama (almeno per questo episodio) è April: la ragazza è tornata al lavoro, ma gli sceneggiatori non hanno approfondito eccessivamente la cosa, forse per poterla riprendere più avanti oppure per non analizzare in nessun modo i vari aspetti delle sue decisioni. Il tutto lascia abbastanza sconcertati visto e considerato che il suo rientrare al lavoro era già preannunciato da alcune scene in “The Distance” e che il tutto poteva essere sfruttato per tenere il personaggio di April sotto “osservazione”.
La trama di puntata vede dividersi in tre tronconi: “Surgery for dummies” che vede impegnati Owen, Amelia e Richard; ed i due casi presi in carico rispettivamente da Alex e Meredith e da Callie e Maggie.
Surgery for dummies: ossia come insegnare ad una placida bambina di undici anni come salvare la vita alla propria mamma. La bimba, probabilmente imparentata con McGyver, rimasta completamente sola riesce a soccorrere la genitrice semplicemente seguendo gli aiuti telefonici che Owen, Amelia e Richard dispensano. Commovente l’incontro tra la ragazzina ed Hunt sul finire di puntata, così come è stata gestita e costruita l’intera porzione di trama riprese incluse. Una sola cosa lascia leggermente basiti: per tenere compagnia alla bambina e darle il ritmo delle spinte Owen suggerisce la canzone “Stayin’ Alive”. Ecco, diciamo che data la situazione poteva pensare a qualcosa di meno in tema.
Il caso di Alex e Meredith non avrebbe niente di eccezionale se non per il fatto che la donna è in “serie positiva” nelle operazioni dal 14 novembre, data in cui Derek ha lasciato Seattle per recarsi a Washington. Il tutto non sembra avere un apparente collegamento e pare esser lanciato all’interno dell’episodio senza nessun tipo di appiglio, ma il finale permetterà allo spettatore di riflettere molto relativamente al tipo di terremoto che si preannuncia arrivare nelle prossime puntate. Il finale infatti potrebbe essere una pura e semplice scossa di assestamento.
Anche il caso di Callie e Maggie non è realmente coinvolgente e rappresenta un semplice mezzo per poter far fare amicizia alle due donne e permettere a Callie di fornire qualche utile consiglio amoroso alla nuova sorella di Meredith. Abbastanza dubbio il fatto che a dare consigli sia proprio Callie che tra tutti i dottori ha il passato più movimentato e complesso, ma a quanto pare di meglio non c’era e gli sceneggiatori si son dovuti accontentare di ciò che avevano a disposizione.
Il momento più succulento, servito caldo agli spettatori è il finale di puntata: quando una voce femminile risponde a Meredith, intenta a cercare il marito al suo cellulare, il cuore per un attimo si ferma. Il tutto succede tanto inaspettatamente che risulta surreale: Derek tradisce Meredith o solamente per caso il cellulare del neurochirurgo è finito tra le mani di una donna, che a conti fatti potrebbe tranquillamente essere una collega? Ma è il successivo silenzio a rendere la scena densa di pathos e di terribile attesa per settimana prossima quando, probabilmente, la cosa verrà chiarita. Inutile dire che Shonda sappia calamitare l’attenzione dello spettatore. Sembra una regina in questo campo (How To Get Away With Murder insegna), anche se in Grey’s Anatomy sembrava essersi presa una pausa.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Owen e la sua abilità nell’istruire Ruby al telefono
  • L’insolita amicizia tra Maggie e Callie
  • L’essersi discostati dal caso Herman, senza farlo diventare pedante e ridondante
  • Il finale di puntata che è sconcertante quanto inaspettato e ben costruito
  • Il titolo di testa a tema terremoto
  • Il ritorno di April non viene approfondito a sufficienza, venendo lasciato quasi in disparte
  • Surgery for dummies 
  • Se non fosse per il finale ed il caso gestito da Owen, la puntata sarebbe piatta
Il finale di puntata rappresenta un vero e proprio punto di non ritorno: l’identità della donna che ha risposto alla chiamata di Meredith determinerà molto della coppia e della stagione in corso. E forse anche del futuro della serie stessa.
The Distance 11×14 8.09 milioni – 2.4 rating
I Feeel The Earth Move 11×15 7.38 milioni – 2.1 rating

Nato male e stronzo, cresciuto ancor peggio. Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Di età imprecisata ma di stupidità conclamata, affetto dalla Sindrome di Cotard, osservatore ossessivo di serie tv e film. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

2 Comments

  1. Nonostante le apparenze, è stata una puntata tendezialmente noiosa. La telefonata ai limiti dell'assurdo con la bambina chiurugo, la famiglia che si urla addosso di tutto mentre uno di loro rischia la vita (già visto 2000 volte), Meredith stronza nell'elencare i fallimenti di Alex (ma lui la rimette subito al suo posto) e Miranda che come in ogni puntata è Miss Insistenza. Il suo personaggio non mi piace da troppo tempo, non ha più niente a che vedere con la Nazi delle prime stagioni… E non ho ancora capito il perché. Cosa le è successo? Anche a me sono piaciuti Owen e Amelia, entrambi direi che si meritano un po' di felicità! E anche una famiglia… Mentre, se facessero davvero separare Derek e Meredith, farei pure io una strage! Dico, scherziamo? Da loro fan storica non potrei sopportarlo. Hanno superato di tutto, non possono lasciarsi per una stronzata simile. Sarebbe ridicolo. P.s. Sono l'unica che nei primi secondi della telefonata ha pensato che Meredith avesse sbagliato numero come primo sintomo dell'Alzheimer? O__O

  2. Ciao Ines, innanzitutto grazie per il commento! Fa sempre piacere ricevere un'opinione da un punto di vista diverso. 🙂
    Ciò che hai detto è estremamente vero, soprattutto per quanto riguarda Miranda: è da tempo ormai che il personaggio sembra essersi arenato nella bontà più totale. Della vecchia Nazi che fece il tanto famoso discorso di inizio serie non c'è più nemmeno l'ombra. Svanita nel nulla.
    Probabilmente dispersa a causa anche dei vorticosi e continui cambi di trama e personaggi che come un tornado sembra investire a più riprese i vari personaggi (basti pensare al rapporto tira e molla di Cristina ed Owen).
    Per Derek e Meredith l'interrogativo è grande: Shonda potrebbe azzardare a dividere la coppia, ma riuscirebbe solamente a farsi odiare da praticamente tutta la fan base della serie che adora (giustamente) la coppia. Possibile sia solo un falso cliffhanger per attrarre maggiori spettatori per la prossima puntata, non ci resta che aspettare e vedere.

    PS: A dire il vero pensavo fosse una collega e che la chiamata si sarebbe svolta in maniera innocua, e invece….ahahahah

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: