Mad Men 7×09 – New BusinessTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

La vita di Don infondo non è cambiata poi molto.
Da quando lo conosciamo abbiamo da sempre percepito quel senso di inadeguatezza e di solitudine: nel matrimonio con Betty, con la quale non poteva condividere il suo peggior segreto; nelle sue relazioni adulterine che ruotavano puntualmente; nel matrimonio con Megan, l’illusione di una nuova vita. E ora la botta finale gliela dà la cameriera, sua nuova amante, la prima forse che si tira indietro perché Don, sostanzialmente, porta guai. Nel momento stesso in cui le parole di Diana escono dalla sua bocca, Don realizza di essere deleterio per sè stesso e per gli altri. Megan lo accusa delle peggio cose accadute nella sua vita, Betty e i suoi figli sembrano rinfacciarli una vita familiare che ha abbandonato e che non potrà mai più avere ed ora Diana lo caccia di casa additandolo come causa del perché non pensa più alla figlia che ha abbandonato.
Diana e Don stanno passando gli stessi mali e condividono una simile esperienza: la differenza è che Diana non cerca e non vuole per nessun motivo dimenticare o lasciarsi alle spalle i suoi affetti e soprattutto le sue responsabilità, mentre Don è quello che fa da una vita.
Megan. Dobbiamo dire che le donne di Don sono sempre state molto variegate, timide o audaci, grandi o molto più giovani, infelici, capricciose, tormentate. Megan esce fuori da questi schemi, lo avevamo già detto lo scorso anno facendo un piccolo paragone tra le due (ex) mogli di Don. Megan per Don ha rappresentato solo un’illusione, una parentesi della sua vita dove aveva bisogno di una dimensione familiare che aveva appena perso: Betty si era risposata e aveva creato un’altra famiglia senza Don, ma con i suoi figli ed un altro uomo. Ed ecco che arriva Megan, che simpatizzando con Sally cattura l’attenzione di Don, iniziando così un matrimonio che solo all’apparenza era perfetto: Don vedeva in Megan una giovane ragazza capace di prendersi cura di lui e dei suoi figli e contemporaneamente una donna in carriera nella pubblicità. Peccato che non è affatto ciò che Megan era o volesse essere: ambizioni da attrice e vita mondana, la vita che Don non voleva più fare. Insomma il personaggio della giovane francese è quello che più di tutti ha fatto emergere l’amara condizione di Don che si ritrova ancora una volta solo, in un appartamento spoglio, derubato (si fa per dire) dalla sua ex moglie che mentre con una mano è impegnata ad additare Don per tutti i suoi problemi, con l’altra riesce ancora a fare i conti in tasca al marito e deturparlo del suo denaro.
Don da “New Business” esce distinguendosi per signorilità dalla sua ex moglie, ma ne esce distrutto dentro, tracciando un percorso che sembra non avere fine, un tormento infantile di quello che la sua vita è destinata ad essere. Don non potrà mai, nemmeno per un momento, assaggiare la felicità, costretto a passare dalle scelte altrui e non dalle proprie. Passa da una villa familiare in periferia, con tanto di giardino e staccionata bianca, ad un lussuosissimo e moderno appartamento nel Upper East Side di New York. Nessuna di queste scelte è di Don, nessuna di queste rappresentazioni è Don, che non ha mai potuto scegliere della sua vita, o meglio, non ha mai voluto farlo. Don è cresciuto in un bordello, ma nessuna delle sue donne sembra ricordarlo.
L’infelicità è dunque di Don, ma l’insoddisfazione appartiene a Megan, che non è mai riuscita a combinare qualcosa nella sua vita e le uniche cose che ha fatto le deve al suo ex marito. Ma la ragazza in un periodo di magra sembra non ricordare tutto ciò, per cui ogni scusa è buona per attaccarlo. E dopo aver rifiutato una sigaretta, si intasca un assegno senza pensarci due volte, lasciando la sua dignità su quella poltrona vuota.
Non è un caso che la scena finale sia la stessa dello scorso episodio: Ancora una volta Don è, come ieri a quel bancone e come oggi nel suo appartamento, solo.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ogni singola scena è un gioiello di serialità televisiva 
  • Don e Diana.La donna non vuole sfuggire dalle sue responsabilità e dal suo dolore: è quello che Don fa da una vita
  • Il personaggio di Megan e la sua rappresentazione 
  • Peggy e la sua mancata autorità sul posto di lavoro
  • Scena finale
  • “I’m a vain”: indirettamente Don sta definendo Megan
  • Vicenda di Peggy poco incisiva 
Diventa sempre più difficile di questi tempi commentare Mad Men. Bisognerebbe limitarsi ad ammirarne l’indicibile bellezza.
Severance 7×08 2.27 milioni – 0.8 rating
New Business 7×09 1.97 milioni – 0.7 rating

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: