Salem 2×02 – Blood KissTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

You were the chosen one! It was said that you wold destroy the Sith, not Join them! Bring balance to the force, not leave it in darkness! You were my brother, Anakin. I loved you.


Impossibile che qualcuno non ricordi questa antologica scena tratta da Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith. In tale scena Anakin Skywalker, ormai annebbiato mentalmente dall’oscuro potere del Lato Oscuro, viene disarmato e sconfitto dal suo maestro di armi Obi-Wan Kenobi.
Il vecchio ed il nuovo si scontrano quindi fino all’apparente dipartita di una delle due parti, parallelamente per come è stata costruita e registrata la scena di Salem quest’ultima sembra trarre a piene mani – in quanto a significato – dalla scena ben più famosa precedentemente descritta.
L’episodio infatti inizia con una magistrale dimostrazione di forza da parte di Mary Sibley che, intaccata nel profondo dall’uccisione delle Antiche Streghe da parte di Mercy, cerca vendetta cavalcando l’onda della rabbia cittadina. Arrivata in compagnia di numerosi uomini armati al dirupo dove i corpi dei poveri defunti vengono solitamente gettati, appicca il fuoco e giustizia tutte le streghe nascoste. Tra queste c’è anche Mercy che riesce tuttavia a salvarsi e ciò rappresenta un pericolo più che reale per chiunque cercherà di metterle i bastoni fra le ruote. Inizialmente la ragazza aveva cercato l’appoggio delle Antiche per potersi vendicare di Mary, ma ora, rimasta completamente sola ed abbandonata da chiunque prima aveva di caro, la sete di vendetta sembra essere aumentata a dismisura. Ancora è da capire quanto questa sua rabbia repressa la porterà lontano e se riuscirà a portare a termine la propria rivincita personale ai danni di Mary.
La trama si fraziona in tre diverse strade: la prima prende in esame gli avvenimenti a Salem e tutto ciò ad essi collegato; la seconda vede come protagonista Anne Hale e Cotton Mather a Boston; l’ultima invece presenta allo spettatore un John Alden completamente cambiato dopo il marchio ricevuto dagli indiani.
A Salem la peste miete sempre più vittime ed una cura sembra difficile da trovare. Mary per poter compiere il proprio rito ha bisogno del maggior numero di vittime ed essendo ancora a capo della cittadina, viste le pessime – ed indotte – condizioni di George Sibley, non le sarà difficile predisporre un piano per portare a compimento ciò per cui il Sommo Rito è stato dato inizio.
A Boston, Anne fa l’incontro della contessa Palatine Ingrid von Marburg (Lucy Lawless) che da subito capisce la reale identità della ragazza stabilendo un diretto contatto con essa. Per Anne si tratta della seconda strega pronta ad offrirle il suo appoggio e la sua protezione, dopo che nello scorso episodio era stata la stessa Mary a cercare di avvicinarsi e di metter la ragazza sotto la sua ala protettrice. Cotton è ignaro di tutto, ma è comunque deciso di tornare a Salem pur sapendo di rischiare una scomunica o qualcosa di più.
Il personaggio fin qui più avvolto nel mistero e più carico di dubbi è sicuramente John Alden. Non si tratta del taglio di capelli, che già lo rende diverso, ma più nello specifico della sua sete di sangue. Appare molto più spietato e violento rispetto al John Alden presentato nella passata stagione, sicuramente il marchio ha influito sulla sua trasformazione (o cambiamento). Come potrete poi vedere nella tabella sottostante, è difficile valutare questo cambiamento. Se da un lato infatti la curiosità si impadronisce di noi spettatori, desiderosi di sapere quale sarà l’esito di questa diversa rappresentazione di John, dall’altro vengono a mancare dei punti di riferimento. Pur trattandosi di una serie che da subito si è presentata come corale, la prima stagione vedeva come indubbio protagonista il buon Alden, e la sua prospettiva si presentava come guida per la gestione e la percezione dei vari sviluppi. In questi primi due episodi è presente uno stallo dovuto proprio alla momentanea assenza di conoscenze su ciò che il protagonista sa/non sa, vuole/non vuole fare. Per questo motivo, ora che l’uomo si trova a Salem, alcuni dubbi che si erano affacciati nel primo episodio si intensificano più che mai: se John vuole realmente uccidere ogni strega presente nella cittadina per epurarla, riuscirà ad uccidere Mary? Quanto influirà su tale decisione il fatto che suo figlio sia ancora vivo?

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Scena iniziale Mercy-Mary
  • Anne Hale e la Contessa
  • Lucy Lawless
  • Janet Montgomery
  • Il brutale cambiamento di John Alden
  • Il brutale cambiamento di John Alden
Mary non riesce ad uccidere Isaac, ma questi sembra aver giurato il più totale silenzio. Gran parte della riuscita del rito dipende proprio da questa promessa. Isaac la manterrà?
L’arrivo della contessa a Salem sconvolgerà definitivamente gli equilibri scatenando la tanto attesa guerra?
Cry Havoc 2×01 0.51 milioni – 0.2 rating
Blood Kiss 2×02 0.38 milioni – 0.1 rating

Tags:

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Di età imprecisata ma di stupidità conclamata, affetto dalla Sindrome di Cotard, osservatore ossessivo di serie tv, film e lettore appassionato di libri e manga. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di Recenserie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: