);

The Vampire Diaries 6×22 – I’m Thinking Of You All The WhileTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/The Vampire Diaries by

Arrivati al season finale, occorre sempre fare il punto della situazione e tirare le somme della stagione appena conclusa. The Vampire Diaries è arrivato a un punto talmente morto che a fine stagione si fa fatica a ricordarsi di tutti gli altri 21 episodi, che, seppur migliori della precedente catastrofica stagione, non hanno fatto altro che sottolineare le enormi lacune dello show e che hanno dato un’ulteriore conferma che lo show non ha più motivo di esistere. Il tracollo di TVD è iniziato con la quarta stagione, con storyline molto discutibili come la Cura o campate per aria come l’asservimento, ma ai tempi lo show si reggeva ancora in piedi, anche se a fatica. Dalla quinta in poi è diventato qualcosa di inguardabile.
Questa stagione era partita con il piede giusto, sembrava almeno migliore della precedente, salvo poi ricadere nei suoi soliti errori. Uno dei (tanti) problemi della serie, oltre ad una trama orizzontale inconsistente, è la mancanza di punti fermi, di regole. Tempo fa, quando si era alzato il polverone “sirebond“, gli autori avevano dichiarato, in difesa delle palesi lacune di quel plot twist, che TVD era uno show e che non c’erano delle leggi scritte inviolabili. In questo modo, però, si è andata a incrinare la cosiddetta sospensione dell’incredulità che ti permette di “credere” a quello che vedi. Una serie tv di carattere sovrannaturale deve avere dei punti fermi, delle regole, delle cose che si possono fare e delle altre che non si possono fare, altrimenti diventa la valvola di sfogo delle fantasie represse degli autori che potranno inserirci tutto quello che gli passa per la testa. Gli autori invece hanno piegato la trama, le storyline, i plot twist in base alle loro necessità (o a quelle degli attori). Serviva il pathos di una morte importante, senza però eliminare un personaggio ai tempi amato? Ecco la morte di Jeremy che ha creato un bell’hype e la successiva scoperta dell’Other Side. Nel caso specifico di questa puntata serviva un modo non definitivo per togliere di mezzo Elena, senza risultare (troppo) incoerenti o drastici. Cosa fare della protagonista della serie quando l’attrice decide (giustamente) di abbandonare la nave (che affonda)? L’unica buona decisione che avrebbe potuto prendere Julie Plec sarebbe stata quella di chiudere lo show con un series finale degno. L’idea non è nemmeno passata per l’anticamera del cervello dell’executive producer, quindi eccoci alle prese con Elena versione Bella Addormentata Nel Bosco. A livello di trama, sarebbe stata sicuramente meglio la morte, ma conosciamo Julie Plec e non prende mai decisioni drastiche dalle quali non si può tornare indietro. Sì, certo, in questo modo Elena e Damon potranno avere il loro Happy Ending un giorno, ma sicuramente dietro questa decisione c’è anche la speranza, da parte di Julie, che un giorno Nina Dobrev possa cambiare idea e voler tornare nello show, soprattutto perché i fan non si sono mostrati proprio entusiasti di una settima stagione senza il personaggio principale.
Collegandoci sempre alla mancanza di punti fermi dello show, negli ultimi episodi sono stati introdotti quelli che saranno i Bad Guys della prossima stagione, vampiri con poteri magici. Una cosa che finora era stata impossibile, addirittura oggetto di dibattito quando Damon aveva trasformato la mamma di Bonnie in vampiro per salvare Elena, adesso diventa possibile per necessità di cattivi nella settima stagione.
Per Julie Plec qualsiasi cosa possa mandare avanti la baracca va bene, poco importa se da due o tre stagioni a questa parte le idee lasciano molto a desiderare. Lo show è fonte di guadagno, quindi perché chiuderlo?
Senza contare poi che normalmente i finali di stagione di TVD, almeno, intrattengono. Questo qui è stato un melenso episodio di addio a Elena Gilbert, un susseguirsi di scene che avrebbero dovuto emozionare e invece hanno annoiato.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La crudeltà di Kai
  • La crescita di Damon che decide di salvare Bonnie
  • Il saluto di Elena e Tyler, gli autori si sono accorti che i due personaggi non si sono cagati per 6 stagioni
  • L’eccessiva frammentarietà dell’episodio
Un Season Finale che avrebbe dovuto essere un series finale. Lo show, purtroppo continuerà ma noi non ci saremo a guardarlo sprofondare sempre di più verso l’autodistruzione.
I’ll Wed You In A Golden Summertime 6×21 1.32 milioni – 0.6 rating
I’m Thinking Of You All The While 6×22 1.44 milioni – 0.7 rating

Distratta, eterna sognatrice e accumulatrice compulsiva di tazze di ogni forma e colore. Vive la sua vita tra mille paranoie, attacchi di ridarella immotivati e costante voglia di prendere il primo aereo per Londra. Nel tempo libero attende da più di quindici anni di ricevere la lettera per Hogwarts e guarda serie tv come se non ci fosse un domani. Normalmente è una persona pacata, ma provate a toglierle il caffè e si trasformerà in una belva feroce. Lorelai Gilmore docet.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: