Recenews – N°87TEMPO DI LETTURA 3 min

in Recenews by

Buone notizie per Halt and Catch Fire; il period drama ambientato durante la rivoluzione dei PC negli anni ’80 e creato da Christopher Cantwell e Christopher C. Rogers, viene rinnovato dalla rete AMC per una terza stagione composta da altri 10 episodi, in programma per l’estate 2016. Stessa favorevole sorte tocca ad un’altra serie, questa volta targata FX, Tyrant. Il drama sviluppato da Howard Gordon e Craig Wright e con Lee Pace nei panni del protagonista, ottiene il rinnovo per una terza stagione di altri 10 episodi. 
Dopo il debutto di qualche settimana fa, la comedy-drama Rosewood, partita con i favori del pubblico, si guadagna subito una prima promozione da parte della FOX che aggiunge altri 3 episodi allo show, portando così la prima stagione ad un totale di 16 puntate. Aumentano gli episodi anche per iZombie, la serie targata The CW infatti, allunga la seconda stagione con altre 5 puntate per un totale di 18. Numero di episodi a parte, iZombie accoglie anche un nuovo membro nel cast: Eddie Jemison si unisce allo show con un ruolo ricorrente. 
Ad ora, Kyle MacLachlan nei panni dell’agente Dale Cooper rimane l’unico membro del cast originale a partecipare al revival di Twin Peaks atteso per il 2017. L’attore Michael Ontkean infatti, ha annunciato la sua intenzione di non tornare in scena nei panni dello sceriffo Harry S. Truman, lasciando libero il ruolo che sarà occupato dall’attore Robert Forster. Altra new entry ancora avvolta nel mistero invece, è quella di Peter Sarsgaard, che si unisce al cast con un ruolo ricorrente. 
La FOX prende spunto dalla cronaca attuale e si lancia in una miniserie a sfondo razziale. Ancora senza un titolo, ma con protagonista l’attrice Sanaa Lathan nei panni di un’investigatrice, la serie, che sarà scritta e diretta da Gina Prince-Bythewood, affronterà il tema del razzismo, attraverso il post di una sparatoria che vede un poliziotto afroamericano colpevole di aver ucciso un adolescente bianco in Tennessee. 
Il debutto è fissato per il prossimo 20 novembre, quando Netflix lancerà i 13 episodi della nuova serie basata sul personaggio della Marvel Comics, Jessica Jones; prima di allora però, la Marvel ha deciso di regalare ai fan un prequel della serie… in versione comic book. Il mini prequel, scaricabile gratuitamente, regala anticipazioni dello show, con riferimenti e cameo da parte di personaggi già conosciuti in un’altra serie Netflix: Daredevil
ABC Family cambia nome. La rete natale tra le altre, di serie come Pretty Little Liars e The Fosters, a partire da gennaio 2016 diventa Freeform; un cambiamento che, come annuncia il presidente della rete Tom Ascheim, tende ad identificarsi maggiormente con lo spirito del proprio giovane pubblico. Non cambia nome ma Stato invece, Netflix, che dal 22 ottobre arriva anche in Italia. Già in cantiere anche una serie prodotta proprio da Netflix Italia: Suburra, che sarà tratta dall’omonimo film a giorni nelle sale. 

La NBC sembra non volerci andare con i piedi di piombo nonostante le nostre recensioni e, sbattendosene allegramente, annuncia ufficialmente la produzione dei 22 episodi che andranno a formare la 1° stagione della serie, di fatto la prima ad essere ufficialmente rinnovata tra tutti i nuovi Pilot del 2015/16. L’annuncio segue quello di 2 settimane fa in cui veniva annunciata la produzione di 9 script aggiuntivi.

Non ci aveva mai convinto pienamente dall’inizio e nonostante nel passaggio tra “Pilot” leakato e “Pilot” ufficiale sia stato cambiato il finale per renderlo più interessante, Minority Report è sembrato troppo poco audace per meritarsi il pubblico. La FOX ha ufficialmente ridotto la richiesta degli episodi dai canonici 13 a 10, una mossa che profuma di cancellazione e viene giustificata dagli ascolti ridicoli dell’ultima puntata: 2.3 milioni.

E alla fine si è giunti alla conclusione che sembrava fin da subito la più ovvia: Extant è stato ufficialmente cancellato. Dopo due sole stagioni, la serie con Halle Berry si vede chiudere con un calo enorme degli ascolti che giustifica la mossa della CBS. Se il “Pilot” si era fatto inizialmente notare per i suoi 9.58 milioni di spettatori di Luglio, i 4.51 milioni dello scorso agosto sono sembrati veramente troppo pochi per giustificare le spese e la produzione di una terza stagione. Fortunatamente il finale della stagione può fungere da series finale.

Tags:

Sulla soglia della trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un'estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”. Tra le sue prospettive future compare il tentativo di risoluzione di un dubbio alquanto amletico: recuperare o no Lost? Si accettano consigli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

Recenews – N°227

Alla fine la resurrezione è avvenuta. E’ toccato ancora una volta a

Recenews – N°226

Continuano a moltiplicarsi le “ragioni” per una delle serie più chiacchierate degli

Recenews – N°224

Nella resa dei conti delle settimane scorse, alla ABC mancava all’appello ancora
error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: