New Girl 5×04 – No GirlTEMPO DI LETTURA 4 min

in New Girl/Recensioni by

I need Jess.

Alla prima senza la protagonista, New Girl non stecca e ne siamo tutti estremamente orgogliosi. Vuoi per la novità in sè, vuoi perchè il cast è comunque molto affiatato e può reggere sulle sue spalle il peso dello show abbastanza serenamente, fatto sta che “No Girl” sorprende in positivo e non fa rimpiangere l’assenza di Jess, anche se comunque si sente in parte la sua mancanza.
Il primo episodio di New Girl senza Zoey Deschanel ha destabilizzato un po’ tutti. Magari vi destabilizzerà di più però sapere che Elizabeth Meriwether, creatrice e showrunner della serie, è ritornata sul set della serie non in veste di sceneggiatrice ma in veste di regista. Si, fate bene a porvi molte domande circa questo ruolo poco affine ai suoi doveri e alle sue qualità, in fin dei conti non firma un copione dal lontano 17 Settembre 2013 per l’allora season premiere della 3° stagione “All In” e questa poteva e doveva essere l’occasione giusta per riprendere in mano la sua creatura, invece no. Almeno “No Girl” non è il suo primo esperimento da regista, infatti già “Cruise” ha inaugurato la sua nuova e ridente carriera. Ma tant’è.
La serie ha dovuto affrontare spesso e volentieri cambi forzati nel cast, vedasi l’addio di Damon Wayans, Jr. per ben due volte (“Pilot” e 4 anni dopo in “Clean Break“) e ora l’arrivederci a causa di forza maggiore di Zoey Deschanel. I vari addii e ritorni di Wayans Jr. hanno sempre rappresentato, più che un problema, un’opportunità per fare meglio e/o comunque far cambiare veste allo show che altrimenti si sarebbe staticizzato troppo. Allo stesso modo la dipartita temporanea del character di Jessica Day deve essere stato accolto a suon di bestemmie nella stanza degli sceneggiatori, bestemmie poi tramutatesi in idee e successivamente evolute da idee ad opportunità. Opportunità si, perchè è di questo che si può e si deve parlare: senza il collante del loft, che (in parte) limitava i disastri dei coinquilini, che limite si può dare alla casualità degli eventi che già imperversano attivamente nell’appartamento? Nessuno, ergo: c’è un’enorme opportunità di evolversi ulteriormente. Questa è “No Girl”.
Come ogni serie, pregi e difetti dopo anni sono noti a tutti i fan e così anche per New Girl si sà già da molte stagioni quali siano i possibili margini di miglioramento e le qualità della stessa. Ma non è tanto su queste ultime che vogliamo soffermarci a disquisire, quanto piuttosto su quei gap ricorrenti che qui ed ora sembrano magicamente essere essere stati colmati. Parliamo ovviamente della caratterizzazione di personaggi secondari (qualcuno ha forse detto Winston?) e del timing a loro dedicato: esattamente i due anelli deboli di New Girl.
A seconda della verve creativa degli sceneggiatori, 20 minuti possono essere o lunghissimi (nel caso non ci sia molto da raccontare) o pochissimi (nel caso si debba tagliare scene), molto spesso però in New Girl la sensazione è stata quella di non aver assistito a tutte le sequenze girate e quindi la condensazione di eventi e gag è risultata più che mai caustica. Quante volte si è ritenuto che Winston potesse e dovesse meritare più attenzioni per il suo ruolo? Tante, anche troppe. Allo stesso modo così prese il calice e rese grazie quante volte i personaggi secondari sono stati usati solo con il fine di riempitivo senza dare il peso che giustamente meritano dopo anni e anni? Praticamente sempre. L’assenza di Jess va a minare direttamente questo equilibrio creando, appunto, un disequilibrio che sotto un’altra ottica rappresenta un’opportunità: quella di far crescere i personaggi secondari. “No Girl” è quindi la rivalsa di Cece e Winston, due mondi completamente diversi che si scontrano e che si scoprono terribilmente affiatati, due mondi che finalmente risplendono di luce propria senza dover gravitare nelle orbite dei vari Nick, Jess e Schmidt. Alleluja.
In tutto ciò la trama dell’episodio non è altro che il primo di una lunga serie di step che convoglieranno nell’inserimento nel cast di Megan Fox, pertanto la trasformazione del loft in Airbnb è solo una dei vari cambiamenti che avverranno in questo “mese” senza Jess. “Mese” che però, a dirla tutta, se continuasse su questi standard sarebbe volentieri protratto per altri 30 giorni.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Winston che piange al telefono vale da solo l’intera puntata
  • Apl.de.ap dei Black Eyed Peas che cazzeggia nel loft
  • Winston e Cece finalmente in stato di grazia e sotto i riflettori
  • L’assenza di Jess non si sente
  • Nick lo gigolò
  • Il loft tramutato in Airbnb
  • Molto forzata la scena in cui Fred Armisen si veste da Jess (vedi foto recap)
Per essere la prima puntata senza protagonista è andato tutto oltre ogni previsione, la domanda da porsi (giusto per rovinare il clima di festa) è quanto durerà questo stato di grazia. Ovviamente confidiamo per tutta la durata del “mese”.
Jury Duty 5×03 2.95 milioni – 1.3 rating
No Girl 5×04 2.90 milioni – 1.2 rating

Sponsored by New Girl (Italia)
Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: