Shameless 6×01 – I Only Miss Her When I’m BreathingTEMPO DI LETTURA 5 min

in Recensioni/Shameless by

I hope someday you two have the precious gift of feeling what I felt for that beautiful young woman… and then to have that love stolen cruelly from you by a pitiless God, and then maybe, just maybe, you’ll remember this day and your father’s anguish and you’ll be ashamed of the lack of compassion you showed him in his time of need. 
I love you, my little brown banana. I just want you to know.

Con John Wells si chiudeva la scorsa stagione, con John Wells si apre questa.
Da produttore esecutivo e showrunner qual è non ci si aspetta niente di più e niente di meno da parte sua se non l’apertura e la chiusura delle varie annate. D’altronde, se Shameless è così, molto del merito è suo e quindi è un diritto che si è totalmente conquistato. Wells è uno che generalmente ci sa fare, soprattutto quando spinge al limite i suoi burattini mandandoli in luoghi impensabili e costringendoli a fare gesti inconsulti. Si, Wells è molto bravo in questo, magari dovrebbe lavorare un po’ più sulla coerenza che lega le diverse stagioni visto che la prima cosa che salta all’occhio durante questa nuova season premiere è una criticità a livello temporale che lega indissolubilmente Debbie incinta, Frank in lutto e Carl incarcerato. Quanto tempo è passato tra “Love Songs (In The Key Of Gallagher)” e “I Only Miss Her When I’m Breathing”? Non ci è dato saperlo ma ci è dato supporlo.
Purtroppo quando si pianifica una gravidanza all’interno di uno show, il tempo smette di essere un qualcosa di indefinito e comincia ad essere ritmato dallo scandirsi dei mesi antecedenti il parto. Tutto diventa all’improvviso misurabile, smette di essere indefinito ed assume i connotati e la descrizione di “evento accaduto durante nel 3°/4°/5°/6°/7°/8°/9° mese di gravidanza”. Alla luce di ciò, qualsiasi evento o fatto che viene definito temporalmente deve sottostare alla tempistica madre, cosa che però Wells sembra non voler rispettare. Carl è finito in un carcere giovanile con il massimo della pena possibile (1 anno) esattamente poco prima (“Carl’s First Sentencing“) che Debbie rimanesse incinta (“Love Songs (In The Key Of Gallagher)“), fatto che li pone in forte contraddizione temporale se si considera l’aggravante che Chuckie, ben visibile col il tatuaggio nazista sulla fronte, era stato condannato anch’esso a 120 giorni con la possibilità di uscita anticipata a 60 nel caso buona condotta. A questo punto si possono trovare due diversi scenari:

  1. considerata l’indole non violenta di Chuckie e l’alta probabilità che non compia ulteriori reati in carcere, è probabile che quest’ultimo non abbia ancora scontato i 60 giorni
  2. quanto detto al punto sopra si pone in antitesi a quel “Got out on good behavior.” detto da Carl in risposta alla frase di Fiona “I thought you had another couple months.“, fatto che lascia supporre che siano già passati alcuni mesi da quando Carl è in carcere
Se a tutto ciò si aggiunge anche il ritorno di Frank a Chicago, ancora in lutto per la morte di Bianca del 5 Aprile (data ben visibile dalla lapide), e la mancanza di una pancia sospetta su Debbie, tutto diventa assai difficile da giustificare. Soprattutto perchè sembra di essere in Ottobre.
Fortunatamente però, a parte queste crisi temporali, Shameless ritorna alla grande grazie ai soli maschi della famiglia Gallagher: Carl, Lip e Frank. È infatti Debbie l’anello più debole dell’intero episodio, lo stesso che si aveva pronosticato sul finale della scorsa stagione con un doppio Thumbs Up/Down. Se è vero che gli ormoni giovanili cambiano completamente gli adolescenti, questa come spiegazione non può bastare per giustificare il declino senza fine di una bambina che è sempre stata molto intelligente e che ora si dimostra invece tanto stupida. Si dava una doppia chance nello scorso season finale alla Debbie incinta: Debbie potenzialmente la svolta necessaria per questo personaggio oppure potenzialmente la svolta necessaria per odiare definitivamente questo personaggio. Sembra che la seconda scelta sia quella più quotata ora come ora.

Lip:Yo. Did you fuck her?
Dylan: What?
Lip: Did you fuck her?
Dylan: Shit! Stop! Fucking stop! Shit! What’s wrong with you?
Lip: Stay away from her! You stay the fuck away from her!
Dylan: Stay away from who?
Lip: From her! From Helene!
Dylan: From my mom? Huh? Stay away from my mom?

Come si diceva, sono i Gallagher di sesso maschile i veri protagonisti di questa season premiere e non si potrebbe chiedere niente di meglio. Senza un Lip geloso, con un futuro da insegnante e pestatore di figli, senza un Frank oltraggioso in modalità eccentrica ma religiosa e senza un Carl che ricorda tanto una versione giovane di Eminem in 8 Mile, questo episodio non sarebbe stato così piacevole. La scrittura delle battute e della sceneggiatura stessa diventa molto più fluida quando Wells sente di non avere limiti, cosa che invece appare contrita nel momento in cui si sposta l’attenzione su personaggi letteralmente costruiti dal nulla come Debbie. Un focus maggiore su Kevin e Veronica sarebbe stato preferibile ma, nell’attesa di questo momento, ci accontentiamo di vedere l’introduzione della nuova “specie” di abitanti del South Side.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Frank ed i suoi “I love you
  • Masturbarsi al cimitero? Perchè no…
  • Lip il bullo delle Milf
  • Carl abbraccia the “dark” side
  • Cronologia degli eventi: c’è bisogno di parlarne
  • Debbie ingestibile
  • Pochissimo Kevin e Veronica
Si poteva fare meglio per questo ritorno, d’altronde le potenzialità ci sono sempre ma è più l’amaro in bocca per i lati negativi che il divertimento provato. Diciamo che un primo passo verso una nuova stagione è stata fatta, bisogna lavorarci ancora su ma, come al solito, ci sono molti margini di miglioramento.
Love Songs (In The Key Of Gallagher) 5×12 1.55 milioni – 0.7 rating
I Only Miss Her When I’m Breathing 6×01 1.44 milioni – 0.6 rating

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: