Shameless 6×11 – Sleep No MoreTEMPO DI LETTURA 6 min

in Recensioni/Shameless by

Are we gonna have a fuck schedule or a fuck calendar?

Wells ci ha fottuti ancora.
Circa 1 anno fa, esattamente in “Drugs Actually“, l’episodio antecedente il season finale, Frank si ergeva a capostipite dei cambiamenti radicali di Shameless con un viaggio (in teoria di sola andata) per la Costa Rica. A distanza di quasi 365 giorni, Frank Gallagher decide di reclamare di nuovo il titolo di “Best Character” oscurando a modo suo l’evento che secondo le previsioni avrebbe ricevuto più attenzioni: il (secondo) matrimonio di Fiona.
Chi si aspettava un episodio “classico” prima del season finale ha sbagliato, ma ha sbagliato principalmente perché Shameless non ha mai risparmiato colpi bassi o WTF? in puntate dalla numerazione poco importante. Si parla quindi di un approccio errato alla serie che però porta a piacevoli considerazioni una volta che vi si assiste. In tal senso il dialogo tra Frank e il “Canned Fella” nella metropolitana, oltre a valere da solo la puntata, merita di essere trascritto in calce per i posteri perché, infondo, tutto ruota sempre intorno a Frank, sempre.

Frank:The fuck you looking at?
Canned Fella: “Somebody who got his ass kicked pretty good.
Frank: “I was defending my family.
Canned Fella: Why?
Frank: “My daughter’s fiancé. Arrogant fucking dirtbag. Struts around like he’s God’s gift to mankind. Newsflash, buddy. You run a garbage-y diner in a garbage-y part of town. Nothing to strut about. Man, what I wouldn’t give to see him bounce off the bumper of a rig doin’ 80. Then get pierced by the wing of a low-flying plane. And then butt-fucked by a flock of Canadian geese.
Canned Fella: How much?
Frank: “How… What? How much what?
Canned Fella: How much money, dumbshit?
Frank: “The fuck are you talking about?
Canned Fella: Hypothetically speaking. Say a fella just got canned. Eh, like an hour ago. Say this same fella, he’s got no moral issue extinguishing the life of an arrogant dirtbag.
Frank: “Go on.
Canned Fella: Now, this newly canned fella meets an irate guy on a train. Irate guy needs a dirtbag taken out. How much would he pay for that?
Frank: “What if irate guy only has two grand to his name?
Canned Fella: In cash?
Frank: “Maybe.
Canned Fella: On his person?
Frank: “Maybe.
Canned Fella: Canned fella might wanna talk some more.
Frank: “This is my stop.
Frank: “It’s half. The other half when it’s done. Bruno.

Shameless segue le vicende della famiglia Gallagher in maniera equa e omogenea: ciascun character vive una sua storyline stagionale e, puntata dopo puntata, se ne osserva l’evoluzione senza fare alcuna eccezione. Ci possono essere momenti in cui viene data la priorità ad alcuni plot per importanza ma alla fine l’attenzione elargita in più in un episodio viene detratta in maniera equa dai successivi (vedasi Carl nelle ultime puntate rispetto ad inizio stagione). Frank Gallagher non è esente da questo trattamento ma, spesso e volentieri, è quello che mantiene un minutaggio più costante senza mai esagerare o essere accantonato. Alla luce di questo e ben consci delle potenzialità distruttive del character di William H. Macy, non è sbagliato affermare che Frank Gallagher sia il Sole intorno a cui girano tutti i pianeti (Fiona, Lip, Ian, Carl, Debbie) che, a momenti alterni, si avvicinano e si allontano da lui scottati dalla sua influenza.
Lo scontro tra Sean e Frank è l’emblema di quanto appena detto: Fiona, dopo molto tempo in cui aveva mantenuto una certa distanza, si riavvicina a papà Gallagher, lo sfrutta finché può ma alla fine ne esce bruciata come sempre e, con lei, anche chi le sta più vicino, cioè Sean. Il futuro marito di Fiona ha un passato burrascoso (ricordiamo anche un omicidio nel suo curriculum) ma ha sempre dimostrato estrema pazienza, pazienza che ha avuto anche in questa puntata fino a quando Frank non gli ha tirato una testata. Il pestaggio vicendevole è una delle scene più forti che si siano viste in questa stagione (e non sarebbe errato dire di sempre) ma è l’assunzione di un killer per far fuori quel “Arrogant fucking dirtbag” che lascia veramente basiti. Il limite morale di Frank Gallagher è nuovamente calato di un gradino o forse non è mai sceso. Rimane il fatto che tutto gira intorno a Frank e, su questo, nessuno può dire nulla.
A far da contraltare alla pregevolissima storyline padre-figlia-fiancè ci sono Lip ed il threesome tra V-Kevin-Svetlana. Più ovviamente Debbie.
In “Drugs Actually” ci si interrogava sulla bontà della scelta di far rimanere incinta Debbie: la svolta poteva rappresentare un vantaggio enorme per il personaggio così come poteva definitivamente affossarlo. A distanza di quasi un anno il responso è negativo e, addirittura, peggiorativo rispetto alle aspettative. Non solo Debbie si è resa protagonista per la pesantezza con la quale si interfacciava costantemente con amici e parenti, ma ha saputo anche troncare completamente l’ultimo rimasuglio di empatia che la legava con il pubblico a causa di una serie di nonsense e di una cattiveria mista ad egoismo che hanno stravolto il personaggio presentato nelle prime 5 stagioni.

“‘Cause you fucked up your own life, and you fucking hate yourself for it. And I was your ticket out of the gutter, pal. And you just blew it. You’re officially fucking fired.

Chi attualmente non è entrato nell’orbita gravitazionale di Frank sono i vari Lip, Ian e lo strano trio V-Kevin-Svetlana. Tralasciando la storyline di Ian che non suscita grandi emozioni vista la prevedibilità della scoperta del suo ricovero in un ospedale psichiatrico e dimenticandosi del divertente (ma ininfluente) siparietto lesbo-padronale, è sul filone di Lip che bisogna soffermarsi un attimo. Si potrebbe definire tutte e tre come “side-story”, filoni narrativi di supporto a quello centrale, visto lo scarso impatto/influenza sia con gli altri character sia nel lungo periodo, tuttavia l’unica che ha un effettivo impatto è quella della “Chicago bene”. Lip è ormai alla fine del suo percorso autodistruttivo con destinazione finale “South Side” grazie a richiami disciplinari, espulsioni e litigi: dopo stagioni intere passate a far evolvere Lip verso un futuro radioso quest’anno si è letteralmente de-costruito il tutto, mattone dopo mattone.
Le intenzioni di Wells che si leggono tra le righe portano direttamente ad una collusione di mondi e intenzioni: chi nasce nel South Side poi muore nel South Side. Non c’è modo di uscirci e, se ci si riesce, poi in qualche modo si fa ritorno, quasi attratti da una calamità verso quel luogo ingiusto e invivibile che da sempre i Gallagher hanno chiamato casa. Lip si potrebbe definire come un “predestinato” in un certo senso e si potrebbe confutare questa tesi con il libero arbitrio, comunque la si voglia mettere c’è però un dato di fatto: l’autodistruzione di Philip Gallagher.
E la strada per diventare il futuro Frank è già spianata.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Frank fucking Gallagher: il Sole di Shameless
  • Sean VS Frank
  • L’autodistruzione di Lip: delizia
  • Threesome V-Kevin-Svetlana
  • Debbie MILF
  • Ian non pervenuto
  • L’autodistruzione di Lip: croce
Come vigilia del season finale non ci si può lamentare, anzi. C’è talmente tanto caos e autodistruzione da portare già avere trame valide da qui alle prossime due stagioni. Per fortuna che esiste Frank Gallagher.
Paradise Lost 6×10 1.60 milioni – 0.6 rating
Sleep No More 6×11 1.45 milioni – 0.6 rating

Sponsored by Shameless US Italian Page

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: