Recenews – Speciale Emmy Awards 68°TEMPO DI LETTURA 7 min

in Recenews by

Come ogni anno a metà Settembre, e giusto prima dell’inizio della nuova stagione televisiva, arriva la notte degli Emmy Awards, giunti alla 68° edizione e andati in scena Domenica 19 Settembre a Los Angeles.
L’edizione del 2016 ancora una volta segna il distacco netto che la critica (e anche il pubblico) riscontra tra le produzioni dei network via cavo rispetto ai canali generalisti (ABC, CBS, FOX, NBC, The CW). Non è una novità, però è un trend in costante crescita già ben visibile dal numero di nomination spartite. Si può disquisire quanto si vuole sulla “qualità” delle nomination stesse perchè, in fin dei conti, vedere un Peter Dinklage nominato come “Miglior Attore non protagonista in una Serie Drammatica” alla luce del minutaggio e della caratura della sua interpretazione nell’ultima stagione di Game Of Thrones fa storcere il naso. Lo stesso dicasi anche per un David Schwimmer o un Johm Travolta, entrambi candidati come “Miglior Attore non protagonista un Film TV/Serie Limitata” per le performance in American Crime Story: The People v. O.J. Simpson. Alla luce di ciò si potrebbe (giustamente) pensare che nomination e relativi vincitori siano votati da giornalisti ciechi o faziosi, però va ricordato che è l’Academy of Television Arts & Sciences a prendere decisioni, ovvero oltre 15.000 individui appartenenti a 28 ordini professionali differenti, una più che discreta giuria insomma. Le critiche sono sempre molto aspre sia prima delle nomination che dopo l’annuncio dei vincitori, in tal senso pensiamo di aver già fatto capire la nostra opinione e andremo a glissare i commenti su tutto ciò che segue. Anche sull’assenza di una nomination qualsiasi a The Leftovers.
Alla vigilia della serata, le serie più nominate quest’anno erano American Crime Story: The People v. O.J. Simpson (13), Veep (10), Game Of Thrones (9), Fargo (8), The Night ManagerSilicon Valley (6); a conferma di quanto detto sopra, i network con il maggior numero di nomination in assoluto sono tutti cable network: HBO (40), FX (28) e Netflix (17).

Non sono state moltissime le sorprese della serata a parte l’immeritata seconda vittoria consecutiva di Game Of Thrones come “Miglior Serie Drama”, però ci sono state. Veep  e Game Of Thrones entrano nella storia con, rispettivamente, il 5° Emmy consecutivo di Julia
Louis-Dreyfus come “Miglior Attrice in una serie Comedy” e come serie con più Emmy vinti battendo i 37 vinti da Frasier. Entrambe si confermano come migliori serie nelle loro rispettive categorie, un evento, questo, da non sottovalutare e che garantisce anche una certa continuità storica non indifferente. Tra i migliori drama la concorrenza agguerrita di Better Call Saul e Mr. Robot non garantiva assolutamente una vittoria così scontata, lo stesso discorso vale tra le comedy per l’ingombrante presenza di Modern Family, Transparent e Silicon Valley. Esattamente come successo l’anno scorso per “Mother’s Mercy“, Game Of Thrones si aggiudica anche gli Emmy per “Miglior Sceneggiatura per una serie Drama” e “Miglior Regia per una serie Drama” grazie a “Battle Of The Bastards“.
E’ però American Crime Story: The People v. O.J. Simpson a sfondare facendo incetta di premi (tra cui “Miglior Serie Limitata”) e mantenendo alte le aspettative: addirittura 9 premi su 13 nomination, a conferma di quanto apprezzata sia stata questa 1° stagione. Inoltre onore al merito per il riconoscimento a Rami Malek (Mr. Robot) per l’Emmy come “Migliore Attore in una Serie Drama”, premio dato in riferimento alla scorsa stagione ma che anche nelle puntate in onda in questi giorni si conferma più che giusto. Menzione d’onore va fatta poi a Maggie Smith che, alla veneranda età di 81 anni, per la 3° volta vince un Emmy grazie al ruolo di Violet Crawley in Downton Abbey.
Onore ai vinti e gloria ai vincitori. Ci sarà tempo per recuperare nella 68° edizione.



MIGLIOR SERIE DRAMA
Game of Thrones – WINNER
Mr. Robot
House Of Cards
Downton Abbey
Better Call Saul
The Americans
Homeland

MIGLIOR ATTRICE IN UNA SERIE DRAMA
Robin Wright (House of Cards)
Viola Davis (How to Get Away with Murder)
Tatiana Maslany (Orphan Black) – WINNER
Claire Danes (Homeland)
Taraji P. Henson (Empire)
Keri Russell (The Americans)

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE DRAMA
Kevin Spacey (House of Cards)
Rami Malek (Mr. Robot) – WINNER
Bob Odenkirk (Better Call Saul)
Liev Schreiber (Ray Donovan)
Kyle Chandler (Bloodline)
Matthew Rhys (The Americans)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMA
Maggie Smith (Downton Abbey) – WINNER
Lena Headey (Game of Thrones)
Emilia Clarke (Game of Thrones)
Maisie Williams (Game of Thrones)
Maura Tierney (The Affair)
Constance Zimmer (UnREAL)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMA
Jonathan Banks (Better Call Saul)
Ben Mendelsohn (Bloodline) – WINNER
Peter Dinklage (Game of Thrones)
Kit Harington (Game of Thrones)
Michael Kelly (House of Cards)
Jon Voight (Ray Donovan)

MIGLIOR ATTRICE OSPITE IN UNA SERIE DRAMA
Margo Martindale (The Americans)

MIGLIOR ATTORE OSPITE IN UNA SERIE DRAMA
Hank Azaria (Ray Donovan)

MIGLIOR SERIE COMEDY
Veep – WINNER
Transparent
Modern Family
Black-ish
Silicon Valley
Unbreakable Kimmy Schmidt
Master of None

MIGLIOR ATTRICE IN UNA SERIE COMEDY
Julia Louis-Dreyfus (Veep) – WINNER
Amy Schumer (Inside Amy Schumer)
Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Laurie Metcalf (Getting On)
Tracee Ellis-Ross (Black-ish)
Lily Tomlin (Grace and Frankie)

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE COMEDY
Jeffrey Tambor (Transparent) – WINNER
Anthony Anderson (Black-ish)
Will Forte (The Last Man on Earth)
Thomas Middleditch (Silicon Valley)
Aziz Ansari (Master of None)
William H. Macy (Shameless)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY
Niecy Nash (Getting On)
Kate McKinnon (Saturday Night Live) – WINNER
Gaby Hoffmann (Transparent)
Allison Janney (Mom)
Judith Light (Transparent)
Anna Chlumsky (Veep)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY
Andre Braugher (Brooklyn Nine-Nine)
Ty Burrell (Modern Family)
Matt Walsh (Veep)
Louie Anderson (Baskets) – WINNER
Keegen-Michael Key (Key & Peele)
Tituss Burgess (Unbreakable Kimmy Schmidt)
Tony Hale (Veep)

MIGLIOR ATTRICE OSPITE IN UNA SERIE COMEDY
Tina Fey & Amy Poehler (Saturday Night Live)

MIGLIOR ATTORE OSPITE IN UNA SERIE COMEDY
Peter Scolari (Girls)


MIGLIOR VARIETA’, MUSICALE O COMEDY
Comedians in Cars Getting Coffee
Jimmy Kimmel Live
Last Week Tonight With John Oliver – WINNER
The Late Late Show With James Corden
Real Time With Bill Maher
The Tonight Show Starring Jimmy Fallon

MIGLIOR SERIE LIMITATA
The People v. O.J. Simpson: American Crime Story – WINNER
Fargo
American Crime
Roots
The Night Manager

MIGLIOR ATTRICE IN UNA SERIE LIMITATA O UN FILM
Kirsten Dunst (Fargo)
Felicity Huffman (American Crime
Audra McDonald (Lady Day at Emerson’s Bar & Grill)
Sarah Paulson (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story) – WINNER
Lili Taylor (American Crime)
Kerry Washington (Confirmation)

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE LIMITATA O UN FILM
Bryan Cranston (All the Way)
Benedict Cumberbatch (Sherlock: The Abominable Bride)
Idris Elba (Luther)
Cuba Gooding Jr. (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story)
Tom Hiddleston (The Night Manager)
Courtney B. Vance (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story) – WINNER


MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA MISERIE O UN FILM
Kathy Bates (American Horror Story: Hotel)
Olivia Colman (The Night Manager)
Regina King (American Crime) – WINNER
Melissa Leo (All the Way)
Sarah Paulson (American Horror Story: Hotel)
Jean Smart (Fargo)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA MISERIE O UN FILM
Sterling K. Brown (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story) – WINNER
Hugh Laurie (The Night Manager)
Jesse Plemons (Fargo)
David Schwimmer (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story)
John Travolta (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story)
Bokeem Woodbine (Fargo)


MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA SERIE DRAMA
Game of Thrones, “Battle Of The Bastards” (David Benioff and D.B. Weiss) – WINNER



MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA SERIE COMEDY
Master of None, “Parents” (Aziz Ansari and Alan Yang) – WINNER


MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA SERIE LIMITATA O FILM
The People v. O.J. Simpson: American Crime Story, “Marcia, Marcia, Marcia” (D.V. DeVincentis) – WINNER 

MIGLIOR REGIA PER UNA SERIE DRAMA 
Miguel Sapochnik (Game of Thrones, “Battle Of The Bastards“)  – WINNER

MIGLIOR REGIA PER UNA SERIE COMEDY
Jill Solloway (Transparent, “Man On The Land”) – WINNER

MIGLIOR REGIA PER UNA SERIE LIMITATA O FILM
Susanne Bier (The Night Manager) – WINNER

MIGLIOR FILM
All the Way
Confirmation
Luther
Sherlock: The Abominable Bride – WINNER
A Very Murray Christmas

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

Recenews – N°243

E’ stata una delle serie più apprezzate di questo inizio stagionale, con

Recenews – N°242

Si sarà pur fatto attendere, tra cambi di produzione, cast e riscrittura

Recenews – N°241

Dopo la fine della seconda stagione, risalente allo scorso giugno, Amazon ha

Recenews – N°240

Arrivano ben due notizie interessanti da parte della AMC questa settimana, entrambe
error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: