fbpx

The Good Place 1×05 – Category 55 Doomsday CrisisTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/The Good Place by

Le cose non vanno troppo bene nel “Posto Buono”: la voragine creatasi nel precedente episodio non accenna a richiudersi da sola e la coppia Eleanor-Chidi comincia ad avere i suoi primi segni di cedimento causa l’evidenza delle colpe di Eleanor e la convivenza forzata. In tutto questo però ci sono molte (parecchie) cose che funzionano. Prima di tutto la trama, per esempio.
Sebbene The Good Place possa sembrare la classica comedy che si basa su un meccanismo abbastanza semplice da commedia degli equivoci (con lo scambio di persona da cui ha preso avvio tutto), in realtà nasconde parecchie cose interessanti al suo interno.
Tanto per cominciare lo sviluppo prevalentemente orizzontale che prende la trama. Come tutte le comedy brevi a cui si rifà, è normale che lo sviluppo della trama sia verticale con il “caso di puntata” che si sviluppa e finisce all’interno della stessa (in questo caso le minacce che incombono su Eleanor  e il pericolo che venga scoperta). Ma c’è anche una trama orizzontale che rappresenta il vissuto della protagonista (la sempre splendida e bravissima Kristen Bell) ed il suo cambiamento personale nel “Posto Buono”. Ed è prevalentemente questa linea ad imporsi nelle puntate (e soprattutto in questa che non avrebbe senso senza gli avvenimenti dello scorso episodio).
Una scelta consapevole che gli autori portano avanti in maniera molto equilibrata evitando che annoi gli spettatori. Questa scelta consente anche alcuni interessanti spunti comici come il finto teaser iniziale in cui, infatti, c’è una falsa conclusione felice della vicenda di Eleanor che, invece, è solo il preludio per la catastrofe che avverrà dopo.
Questi continui cambiamenti tra momenti positivi e momenti negativi per i protagonisti sono il punto di forza della serie, quello che riesce a non distogliere l’attenzione da parte dello spettatore. Quando, infatti, ci si aspetterebbe che le cose vadano per il verso giusto, ecco che la situazione cambia volgendo (ovviamente) verso il peggio. Il tutto condito da una sapiente dose di sadismo scrittura e da ritmo delle gag ricorrenti che non è da tutti, tutto merito degli autori della serie.
A questo si aggiunge la caratterizzazione dei personaggi che è il vero punto di forza di tutta la storia. Arrivati al quinto episodio i character, infatti, sono diventati ormai famigliari e anche i loro caratteri sono ben noti. Ci si aspetterebbe che continuino così per poter diventare ancora più riconoscibili per gli spettatori ma, se continuassero così, si avrebbe dei personaggi piatti e banali, prigionieri del loro ruolo, come una comedy banale. Invece, l’intelligenza degli autori (arrivati a questo punto) è, ancora una volta, quello di ribaltare le carte.
In questo episodio si scoprono alcuni “lati oscuri” di alcuni personaggi, sempre grazie allo sviluppo della trama orizzontale, che li rendono più umani e con una varietà di sfaccettature che sono veramente rare in una comedy. Il merito principale è anche (soprattutto) dato dall’interpretazione impeccabile degli attori (oltre alla già citata Kristen Bell, William Jackson Harper e Jameela Jamil) ed è un peccato che si sia sacrificato, almeno qui, il personaggio di Michael (Ted Danson), uno dei character più originali e comici dello show, capace di essere un buon veicolo di battute efficaci e idee strampalate che diventano ottime gag comiche.
The Good Place, dunque, è una buona comedy originale e fresca, sicuramente una delle sorprese di quest’anno.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Kristen Bell
  • William Jackson Harper
  • Falso teaser iniziale
  • Lati nascosti dei personaggi
  • Poca presenza di Michael e delle sue strampalate idee

 

Puntata che poggia le sue fondamenta sull’orizzontalità della vicenda narrata. I personaggi, caratterizzati mirabilmente nelle precedenti puntate, cominciano a mostrare i lati nascosti del loro carattere, il che li rende sicuramente più interessanti e sfaccettati, pur rientrando nei rigidi schemi della comedy.

 

Jason Mendoza 1×04 4.45 milioni – 1.3 rating
Category 55 Doomsday Crisis 1×05 4.97 milioni – 1.4 rating

 

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

Baby 1×04 – Emma

Dare un giudizio obiettivo sulla nuova serie di casa Netflix è molto
error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: