New Girl 6×18 – Young AdultTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni by

Nonostante questo “Young Adult” sia l’episodio che riporta sullo schermo l’amatissimo gatto di Winston, Ferguson, e metta in mostra la vena più ironica e dissacrante della loro relazione “padre”-“figlio”, non c’è stato veramente quell’exploit che ci si sarebbe potuti attendere dalla situazione; un exploit che in realtà arriva quasi più da Schmidt ed il suo nuovo “creepy assistant” oppure da Jess e Nick nella loro (al solito) strana relazione. Riassumendo: qualche buona uscita, un po’ di attendismo ed alcune situazioni assurde che però funzionano sempre bene.
L’atmosfera generale è molto da “ultimi giorni di vacanza”, inteso come conclusione di un bel periodo che volge inevitabilmente al termine, si respira infatti quasi aria da series finale con personaggi ormai cresciuti e che sono pronti a spiccare il volo verso la nuova vita da adulti. Perchè, c’è anche da ammetterlo, hanno tutti una certa età ormai.

Cece: This might be our last chance for a mess-around.

Ferguson è il perfetto MacGuffin per enfatizzare ancora una volta il cambiamento generale che sta coinvolgendo New Girl e, nello specifico, le vite di Cece, Schmidt e Winston. I primi due infatti stanno finalmente per traslocare nel nuovo appartamento, esattamente come ogni coppia sposata dovrebbe fare, Winston invece si sposerà a breve e, se tutto filerà per il verso giusto, anche lui presto lascerà il Loft. Ecco quindi che, facendo due più due, la situazione generale sembra avere sempre di più un sipario pronto a calare. Il “messing-around” generale, infatti, assume sempre più connotati da “ultima volta” e l’equilibrio generale sta andando via via a compromettersi. Cece e Winston ne sono la prova.
In ogni comedy o sit-com che si rispetti c’è sempre una location o un punto di ritrovo in cui i vari character si riuniscono: The Big Bang Theory ha l’appartamento di Sheldon e Leonard, How I Met Your Mother aveva la casa di Ted e Marshall e anche il MacLaren’s, Friends sia gli appartamenti che il Central Perk, Scrubs il Sacred Heart Hospital. New Girl ha da sempre istituito il Loft come location primaria perché essa stessa “causa” dell’unione dei vari character, tuttavia i traslochi imminenti rappresentano per forza di cose la fine di un ciclo e, probabilmente, la fine di New Girl. Difficile infatti immaginarsi la comedy della Meriwether senza il Loft perché sarebbe una snaturazione troppo grande della serie e, implicitamente, anche una forzatura. 
Nick: Yeah, we’re roommates.
Jess: Yeah.
This job doesn’t pay very much, but it’s very rewarding to hang out with cool people like you guys.

Nick: You ready to get your mind really blown off? We used to date.
Like, a whole thing.
Oh, yeah, we were in love.
Everything, yeah.
For a while.

In quella che sembra una chiusura ideale del cerchio, la scelta di far interagire sempre di più Nick e Jess nelle ultime puntate non è affatto casuale, anzi. Il continuo insistere su questa relazione fa puntare ovviamente il dito verso un happy ending finale che vede l’uscita di scena di Megan Fox e la riunificazione dei Ness (gli shipper hanno coniato questo nome già anni fa).
C’è qualcosa di male? No.
C’è qualcosa di bene? Probabilmente si.
Per quanto si apprezzi lo show e la sua folle ironia, New Girl sta, volente o nolente, affrontando i cambiamenti che l’età comporta e quindi fa anche i conti con la possibilità di una chiusura. Noi ne parliamo quasi come se fosse una cosa certa ma in realtà non abbiamo alcuna intervista ai produttori o alla FOX che ne confermi l’ipotesi. Certo, i dati di ascolto sempre più al minimo storico fanno propendere verso questa direzione ma la speranza è l’ultima a morire. Tuttavia, nel caso di una salvezza, bisogna anche riflettere su quanto si potrebbe essere disposti (come pubblico) ad assistere ad episodi come questo “Young Adult” in cui Nick e Jess vivono una relazione da amici le cui fondamenta sono “minate” da un’attrazione ed un passato ingombranti. Per quanto siano apprezzabili scene come quelle all’interno della scuola, molto risulta già visto e riciclato se si vuole perché, in fin dei conti, vedere i due che si prendono cura l’uno dell’altro facendo casini in giro è ciò che li ha resi grandi agli occhi del pubblico. La sensazione che vada messo un punto alla fine della storia però è evidente e “Young Adult” lo conferma in ogni sua scena.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ferguson e la sua doppia vita
  • Nick-Jess
  • Nuovo schiavo di Schmidt
  • Situazioni che sanno di già visto
Non abbiamo commentato moltissimo nel dettaglio questa “Young Adult” ma ci siamo tenuti su una approccio più alto e generale perché i temi ed i toni sembravano più corretti. Nello specifico comunque si ride e si sorride, è un buon episodio ma è anche “uno dei tanti”, niente di particolarmente memorabile. La sensazione che qualcosa di grosso stia per accadere però è ingombrante.

Rumspringa 6×17 2.29 milioni – 1.0 rating
Young Adult 6×18 2.24 milioni – 0.9 rating



Sponsored by New Girl – Italia

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un’età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del “Progetto Recenserie”. E’ un burbero dal cuore d’oro che gira per l’etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: