Ozark 1×04 – Tonight We ImproviseTEMPO DI LETTURA 3 min

in Ozark/Recensioni by

In caso non lo si fosse notato, in Ozark il logo introduttivo che arriva pochi minuti dopo l’inizio ha 4 figure racchiuse nella O che cambiano ad ogni episodio. Questo, se si sta attenti, in realtà rappresenta uno spoiler per tutto ciò che verrà mostrato nella successiva ora scarsa e, in questo caso, i simboli sono: una cassaforte, dell’eroina, un’ascia che taglia tronchi di legno ed un pescatore. Niente di più vero se si ripensa a quanto visto, manca solo l’insegna di uno strip club e ci sarebbe tutto.

Wendy: Well, I used the money from the Chicago house and I bought it.
Now, I’m no expert, but I’m pretty sure you can inflate construction costs and launder money through it.
And quite frankly, I don’t give a shit if you like it or not.
‘Cause I feel pretty good about it.
It’s a good idea, and I did it for our family.
What’d you do today for our family?

Marty: Bought a strip club.

Gli scambi di battute, freddi ma sinceri, di Wendy e Marty sono una delle parti migliori della serie. L’equilibrio dei Byrde, forzatissimo ed estremamente difficile da mantenere, è uno degli elementi sinora meglio sviscerati dalla serie. La normalità ostentata dalla famiglia è in realtà frutto di un accordo multilaterale (tra Marty e Wendy) per il tentativo di sopravvivenza, un tentativo di sopravvivenza che, esattamente in questa ora, vede un’accelerata in termini di probabilità. Ovviamente complicando la situazione già grave.
“Tonight We Improvise” è un buon episodio che lancia Ozark sui binari giusti per espandersi e diramarsi ed il personaggio di Jacob Snell è esattamente quello che serviva. Non solo Marty riesce ad impossessarsi di una nuova attività, ma con essa trova già impostato il riciclaggio di denaro. Problema: Bobby Dean, l’ormai ex proprietario dello strip club, è in realtà un mero galoppino, un pesce piccolo che lavora per quello che sembra essere un vero e proprio boss della mala locale. Ozark in questo modo toglie un ulteriore strato di normalità alla cittadina, imbastisce un sottobosco narrativo più ampio e malavitoso rispetto a quello che si pensava ed accelera la narrazione. I Langmore non sono minimamente la minaccia da temere (Ruth esclusa), quanto piuttosto una mina vagante da poter indirizzare a piacimento e che, stando alle azioni di Roy Petty per entrare in contatto con loro, sicuramente porterà a qualcosa.
È difficile pensare ad un’ulteriore evoluzione della serie, con l’inserimento di altri personaggi e attività, piuttosto ci si attende lo sviluppo dell’attività di riciclaggio nello strip club, una maggiore interazione tra Ruth e Marty, l’aumento di problemi relativi alla perdita dello strip club da parte di Jacob e, perché no, una “criminalizzazione” di Wendy, ormai allo sbando. Ci si potrebbe sprecare con i paragoni tra Ozark e Breaking Bad ma bisogna evitare perché Marty Byrde non è Walter White. Non ancora almeno.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Plot twist finale
  • Discussione in prigione
  • Momenti di estrema freddezza tra Wendy e Marty
  • Introduzione di un nuovo big bad
  • La parabola del redneck
  • Niente di particolare da segnalare
Ozark sorprende positivamente e mette le basi per un universo narrativo più ampio e complicato. E non si può che ringraziare.
My Dripping Sleep 1×03 ND milioni – ND rating
Tonight We Improvise 1×04 ND milioni – ND rating

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un’età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del “Progetto Recenserie”. E’ un burbero dal cuore d’oro che gira per l’etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Ozark

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: