Final Fantasy XIV Dad Of Light 1×07 – Warrior Of LightTEMPO DI LETTURA 3 min

in Final Fantasy XIV Dad Of Light/Recensioni by

Nella recensione di “A Relationship Reborn” si era detto che Final Fantasy XIV Dad Of Light non è una miniserie rilasciata con l’intento di festeggiare i trent’anni della saga. Nonostante ciò, viste le rivelazioni dei precedenti episodi riguardo le condizioni di Hirotaro, vederlo prendere così di petto la sua condizione non può che ricordarci il protagonista del primo Final Fantasy. Per quanto ben gradita, la conclusione della storyline portante ha, contrariamente a quanto dice il titolo, qualche punto oscuro. Ma andiamo con ordine.
Anche se la serie Square Enix/Netflix è composta da soli otto episodi, “Warrior Of Light” rappresenta il season (nonché series) finale di Final Fantasy XIV Dad Of Light. Mentre l’ottavo episodio – almeno dalle descrizioni – viene spacciato come un episodio speciale, il settimo è quello che si preoccupa di chiudere tutte le trame attive in questa unica stagione, portando la serie alla sua conclusione. Ebbene, sorpresa delle sorprese (inserire sarcasmo) il serial si conclude in maniera del tutto inaspettata oltremodo telefonata, cioè nel migliore dei modi per la famiglia Inaba e seguendo il più fiabesco volere del “vissero felice e contenti”. Sia chiaro, non c’è niente di male in un lieto fine, spesso, però, è la strada che porta alla suddetta conclusione a rendere il finale stucchevole.
“Warrior Of Light”, indubbiamente, ha come scopo la celebrazione del rapporto padre/figlio, oltre che la riabilitazione, da parte di Hirotaro, della propria figura genitoriale agli occhi di Akio, il quale ha organizzato tutto questo per ripristinare quella venerazione che i bambini indirizzano tipicamente ai propri genitori in tenera età. Ed è proprio questo il parallelo con il primo celebre protagonista di Final Fantasy: un ritorno alle origini di un rapporto perduto da tempo che, incupito dal passare degli anni, ora vede finalmente la luce grazie ad un manipolo di guerrieri che hanno combattuto per averla. Sicuramente gli intenti erano questi ma tristemente, la crew – dagli sceneggiatori agli attori – non riesce a portare in scena il tutto con la dovuta drammaticità.
Certamente, come succede nelle altre, la puntata non si lascia scappare dei momenti di riflessione finalizzati a sensibilizzare il pubblico su certi argomenti che la serie ha mostrato di voler approfondire: uno di questi è il fenomeno dei leoni da tastiera, navigatori di Internet che si lasciano andare a commenti istigatori solo per il gusto di farlo (e perché non possono farlo dal vivo). Internet è un posto tanto brutto quanto bello e per ogni persona maleducata ce ne sono tante altre che navigano con il semplice scopo di dare sfogo ad un passione – o ad un bisogno dettato dal proprio carattere – e magari trovare qualcuno con cui condividere gusti ed esperienze. Una dimostrazione è il discorso finale di Hirotaro, durante il quale l’uomo ringrazia il suo party per il bel periodo trascorso insieme. Questa scena, unita poi ai momenti in cui la famiglia Inaba cerca di farsi forza e incoraggiare Hirotaro, sono momenti che decisamente suscitano qualche emozione nello spettatore.
Il problema è che ci sono troppe cose di cui lo spettatore è privato per colpa dell’episodio stesso, quale ad esempio un vero e proprio confronto sull’operazione Dad Of Light di Akio e la natura della malattia del genitore. Come la pensa il padre di tutta questa messa in scena per creare un riavvicinamento? Di che soffriva Hirotaro? Anche qui, ci si scontra con una mentalità prettamente giapponese, dove forse non è molto importante rispondere a tali quesiti, quando invece una serie tv occidentale si sarebbe quantomeno disturbata a sollevare un paio di interrogativi su questo genere di questioni.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Hirotaro che esulta per la vittoria: ma allora possiede uno spettro dell’espressione facciale!
  • Riflessione sulla facilità d’espressione online
  • Alcune scene di forte impatto emotivo
  • Akio: il dongiovanni giapponese
  • Gameplay footage
  • La scena del padre “verso la luce”
  • Molti momenti attesi non sono poi arrivati

 

Il cerchio si stringe e i nodi vengono al pettine. Al suo settimo episodio, Final Fantasy XIV Dad Of Light raggiunge bendato il centro del suo labirinto narrativo, sbattendo però più volte contro il muro.

 

The Truth 1×06 ND milioni – ND rating
Warrior Of Light 1×07 ND milioni – ND rating

 

Sponsored by Zell’s Fantasy

Nato da un’idea di Stefano Accorsi e appassionato di fumetti, telefilm, film, musica e scrittura. Si unisce a RecenSerie perché gli piaceva troppo dire la frase: “Ogni recensione in più, è un passo in meno per ottenere una cattedra nell’insegnamento”. Non è un idiota, è solo che lo disegnano e caratterizzano così, e Frank Miller non è pagato abbastanza per abbassarsi così tanto. E’ destinato a salvare la cheerleader: il problema è che già conosce poco la geografia di casa sua, figuriamoci se sappia dove si trovano gli Stati Uniti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Final Fantasy XIV Dad Of Light

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: