Dirk Gently’s Holistic Detective Agency 2×04 – The House Within A HouseTEMPO DI LETTURA 3 min

in Dirk Gently's Holistic Detective Agency/Recensioni by
Guardare un episodio di Dirk Gently’s Holistic Detective Agency equivale a lasciarsi andare al più totale stato di incoscienza circa la visione e la comprensione della storia. Arrivati a questo punto della serie non è sicuramente una novità ma, al contrario, tutto questo caos governato dall’olisticità è il vero motivo che tiene incollato il ristretto numero di spettatori che ha scoperto questa perla di BBC America. La serie sviluppata da Max Landis, per la sua natura eccezionale, gode di una proprietà fondamentale che la porta a distinguersi dalla concorrenza: i misteri non sono la causa dell’attaccamento dello spettatore allo show ma sono il motore della storia.
Dirk Gently’s Holistic Detective Agency è infatti un’accozzaglia di eventi e di personaggi totalmente fuori luogo che continua a sorprendere e a ritrovarsi in situazioni che farebbero impallidire l’orso polare di Lost, eppure l’effetto sul pubblico è diverso proprio per via della più totale assenza di aspetti razionali. E se già la prima stagione aveva reso assai ardua la ricerca di elementi normali (macchine del tempo, scambio di corpi, ecc.), questa seconda stagione compie il salto dello squalo (non quello della scorsa stagione) e aggiunge magia e un universo alternativo in cui Dirk Gently è il prescelto di una profezia. Insomma, difficile trovare la quadra ma non c’è nemmeno alcun interesse a farlo.

The Mage:I need you to kill Dirk Gently.

“The House Within A House” è un enorme trip mentale che accompagna lo spettatore e Dirk nei meandri di una casa, come da titolo, e poi trasloca due personaggi nel nuovo mondo medievale di Wendimoor, mettendoli a contatto con gli abitanti del luogo.
Già solo immaginare due elementi del genere e poi renderli sul piccolo schermo è molto audace, tuttavia la vera bellezza di questo episodio (così come dei precedenti) risiede nelle piccole cose, in quei dettagli divertenti e dannatamente strambi che non possono passare inosservati. Se quindi su Wendimoor la Luna ha le fattezze di una caricatura e l’intera ambientazione ricorda moltissimo Once Upon A Time, nella “house within a house” ciò che rimane più impresso è la lunghezza del filo rosso del telefono o l’effetto neve che circonda la casa. Piccolezze, ma quel genere di piccolezze che fanno bene al cuore e che rimangono nel lungo periodo.

Dirk:For the record, this is not the best case ever anymore.

Dopo 3 episodi è però arrivato il tempo di cominciare a fare un primo sommario punto della situazione ed infatti è proprio questa puntata a segnare nero su bianco le prime informazioni utili per capire il “caso di stagione” e tutto si può riassumere brevemente con un: il Mago vuole uccidere Dirk Gently per fermare la profezia. E questo è probabilmente tutto ciò che si deve sapere per continuare a guardare la stagione perchè tutto il resto è una pura conseguenza.
C’è però forse un unico neo ed è rappresentato dalla scarsa utilità di Blackwing che, in un contesto in cui Wendimoor e la magia fanno da padroni, perde molto di quel valore intrinseco che finora aveva avuto. Senza la caccia ad Amanda e con Ken relegato in uno stanzino, tutto pare molto scialbo e utile solo a fare minutaggio ma basta un pizzico di randomicità per poter rivitalizzare una trama potenzialmente già esaurita.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • The house within the house
  • Si comincia a capire qualcosa
  • Effetto neve fuori dalla casa
  • Filo del telefono lunghissimo e relativa chiamata tra Todd e Dirk
  • Rappresentazione di Wendimoor
  • Bart che esce ed entra in cella quando vuole
  • Abbastanza inutile la storyline di Blackwing

 

Nella follia generale che accompagna la serie, “The House Within A House” permette di fare luce su alcuni dettagli mentre il caos continua a regnare sovrano. Con somma gioia di tutti quanti.

 

Two Broken Fingers 2×03 0.22 milioni – 0.1 rating
The House Within A House 2×04 0.21 milioni – 0.1 rating

 

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un’età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del “Progetto Recenserie”. E’ un burbero dal cuore d’oro che gira per l’etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Dirk Gently's Holistic Detective Agency

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: