Recenews – N°195TEMPO DI LETTURA 2 min

in Recenews by

 

Caos alla Casa Bianca. Seguendo lo scandalo che ha colpito l’attore Kevin Spacey, accusato di molestie sessuali, Netflix ha annunciato la fine di House Of Cards. La sesta stagione sarà l’ultima per il political drama, che si farà anche attendere ad oltranza: le riprese sono attualmente sospese a tempo indeterminato. Intanto, per non veder morire il marchio House Of Cards, si pensa già ad uno spin-off. Nelle ultime ore arriva anche la presa di posizione di Netflix non interessata a proseguire la produzione se questa vedrà ancora inclusa Spacey; l’idea che si sta sviluppando prevede una sesta stagione pronta a far fuori il personaggio di Frank Underwood e concentrare il resto della storia sulla moglie Claire.

 

 

C’è ancora spazio per le missioni della Orville in casa FOX. In piena prima stagione, la rete ha deciso di promuovere la science fiction The Orville creata ed interpretata da Seth MacFarlane (nei panni del protagonista) annunciandone il rinnovo. Serie ambientata nello spazio e che si ispira a Star Trek, lasciando spazio anche ad una vena di humor, la serie tornerà dunque anche per una seconda stagione.

 

Tripletta di cancellazioni. La FOX ha detto stop, dopo due stagioni, alla produzione di Wayward Pines. Per la mystery science fiction manca ancora l’ufficializzazione ma da quello che traspare dalla FOX l’esito sembra scontato. Altra cancellazione dietro l’angolo anche per la ABC con il mystery drama Somewhere Between sulla via del tramonto dopo appena una stagione. Infine, stessa sorte anche per Playing House, comedy targata USA Network che si ferma dopo tre stagioni.

 

Sembra non esserci pace per le produzioni delle serie. Detto di House Of Cards, un’altra grande serie, Wersworld, si ritrova a fermarsi, seppur per una motivazione completamente diversa. A seguito di un’emergenza medica, dovuta ad una caduta fuori dal set occorsa a Zahn McClarnon che sarà parte integrante della seconda stagione come recurring character, la HBO ha annunciato la momentanea sospensione della produzione.

 

Dopo Antonio Banderas nei panni di un Pablo Picasso giunto in età adulta, il period drama di National Geographic ha trovato anche chi interpreterà il giovane Pablo nella seconda stagione di Genius che racconterà la vita del pittore spagnolo: sarà l’attore Alex Rich (GLOW). Brutte notizie invece per Me, Myself & I: la messa in onda della comedy è stata sospesa dalla CBS a causa dei bassi ascolti. Sembra inevitabile, dunque, la cancellazione.

 

 

Tags:

Sulla soglia della trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un’estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”. Tra le sue prospettive future compare il tentativo di risoluzione di un dubbio alquanto amletico: recuperare o no Lost? Si accettano consigli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recenews

Recenews – N°194

L’approvazione generale scaturita dalla prima stagione ha inevitabilmente portato i suoi frutti

Recenews – N°192

Mr Mercedes sembra aver colpito nel segno. Dopo la recente cancellazione di The
error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: