Worst 10 Of 2017: Le Serie Più Sottovalutate Di RecenserieTEMPO DI LETTURA 5 min

in 10 Best & Worst Series by

 

Non abbiamo resistito e così, come i peggiori giornali scandalistici di genere, ci ritroviamo per il 3° anno di fila a redarre una classifica delle 10 serie meno lette di Recenserie.
Lo facciamo perchè non c’è niente di meglio che tirare le somme dell’anno (solare) appena passato e prepararsi con lo spirito giusto per il futuro. D’altronde quante cose sono capitate da Gennaio ad oggi e quante effettivamente ce ne ricordiamo? Lo stesso discorso vale per le serie: quante ne abbiamo viste e quante sono ancora vivide? E poi, dulcis in fundo, è giusto rendere onore ed omaggio alle più lette nella nostra community. La democrazia regna sovrana, l’ingiustizia anche. Inutile dirvi che c’è un’omologa classifica anche per le 10 serie più lette visto che tra di esse si nascondono diverse perle di cui il genere umano non può fare a meno.
Prima di andare oltre però, quest’anno ci permettiamo di inserire anche la nostra personale classifica interna alla Redazione di Recenserie dove, in maniera faziosa e anacronistica, è stato effettuato il voto per la Peggior Serie del 2017 che però non deve essere paragonato con la classifica seguente che è invece relativa alle serie ingiustamente meno lette. Le votazioni sono ovviamente dettate da gusti personali e considerando il fatto che non tutti i recensori guardano le stesse serie, tuttavia il risultato sembra mettere d’accordo più o meno tutti, almeno per quanto riguarda il “vincitore” e anche il resto del podio.

 

 

10° OZARK

“When was the last time you were really truly happy?”

Arrivata in piena estate su Netflix e passata leggermente in sordina come si confà a tutte le serie fighe che poi diventano mainstream grazie ad il passaparola, Ozark si impone al 10° posto di questa infausta classifica dimostrando un certo miglioramento nella lettura nel medio-lungo periodo piuttosto che nel brevissimo. Ed è un piacere notare come ci sia stato questo miglioramento visto e considerato quanto la serie prodotta ed interpretata da Jason Bateman sia valida ed estremamente curata. Si possono sprecare i paragoni con Breaking Bad oppure si può semplicemente guardarla e apprezzarla per quello che è: una figata.

9° THE DEUCE

“It’s not porn. It’s HBO.”

Dopo essersi scottata con Vinyl, HBO ha rigiocato (con discreto successo) la carta della “real story back in the ’70s” creata stavolta da David Simon e George Pelecanos. In termini di ascolti The Deuce si è comportata come la serie di Scorsese, eppure, “lesson learnt from the last time”, il ritmo, la regia ed il modo di raccontare la storia è rimasto molto simile, segno di una certa noncuranza della HBO e anche di un certo orgoglio. The Deuce non può piacere a tutti e non è fatto per soddisfare tutti i palati, specialmente quelli della nuova generazione abituati a ritmi ben più frenetici. Eppure, se la si considera come una serie sui generis, può riservare grandi soddisfazioni. Infondo con un “doppio” James Franco, scene di sesso a profusione ed attori di un certo calibro non si può non dare una chance.

8° PREACHER

Per la 1° volta entra in classifica Preacher, altra serie (stavolta estiva) di HBO che, sempre ingiustamente, poca gente si sta cagando. Eppure di motivi per guardarla ce ne sarebbero molti: è sporca, diretta, politicamente scorretta, c’è sangue a fiotti e si va alla ricerca di Dio con un vampiro, un prete che non è un prete ed una ragazza dal grilletto facile. Fatevi un regalo per questo 2018: recuperatela.

7° BILLIONS

“It’s not porn. It’s HBO.”

L’anno scorso Billions era la sfortunata vincitrice di questa classifica delle meno lette e, sebbene sia ancora presente, almeno ci si consola con il fatto che è scesa verso il fondo della classifica (e quindi è più considerata rispetto al 2016). Paul Giamatti e Damien Lewis non sono sufficienti a farvi guardare Billions? Aggiungiamo al pacchetto anche Maggie Siff ed una trama che ora ha ufficialmente qualcosa da dire.

6° SHAMELESS

Duole dirlo ma vedere Shameless in questa classifica non può che far piangere il cuore. I Gallagher americani (perchè quelli inglesi hanno chiuso i battenti da molti anni) da 8 anni portano sul piccolo schermo uno spaccato non invidiabile del South Side di Chicago e da 8 anni si fanno amare per la loro schiettezza e la loro proverbiale assenza di pudore. Non c’è alcun motivo per averli al 6° posto, fate qualcosa cazzo!

5° STAR TREK: DISCOVERY

Potrebbe effettivamente essere passata in sordina questo nuovo spin-off di Star Trek, d’altronde la “nuova” piattaforma CBS All Access non ha moltissimo seguito ed il tentativo di darle lustro per la prima volta passa attraverso la serie creata e poi abbandonata per i troppi impegni (leggasi divergenze creative) da Bryan Fuller. Se siete appassionati del genere e del franchise non c’è alcuna ragione per non recuperarla. D’altronde la 2° parte di stagione ricomincia a Gennaio…

4° GLOW

This is a wrestling television show. Only ladies. Lady wrestling. Just like the big guys, but girls. Yes, this is a wrestling show, and yes you’re all gonna have to actually wrestle on cable television for thousands of people. That means: tit grabs, […] cunt punches, shrinky dinks.
That move that looks like a catfight, but fancy.

Potrete anche esservela persa di vista ma questo piccolo gioiellino basato sul wrestling femminile targato Netflix non può essere lasciato nel dimenticatoio. Specialmente sapendo che rinfrescherà la nostra estate per una seconda volta l’anno prossimo. Puntate da 30 minuti. Anni ’80. Show sul wrestling femminile. Non avete bisogno d’altro per darle una chance.

3° THE GOOD PLACE

Invece che migliorare peggiora: The Good Place infatti scala la classifica di ben 6 posizioni evidenziando un’inadeguatissima assenza di gusto da parte di Voi lettori. Non è una semplice comedy ed è ambientata nell’aldilà. In America non sta facendo sfracelli perchè gli americani non riescono a cogliere la bellezza nelle piccole cose ma voi che scusa avete? Recuperone. Subito!

2° PEAKY BLINDERS

2013. 2014. 2016. 2017. Gli inglesi non sono mai stati bravissimi a rispettare le deadline e quindi si può capire perchè quel capolavoro di Peaky Blinders non è sulla bocca di tutti. Questo 2° posto però va visto non come una punizione ma come un’opportunità per innalzarlo al grande pubblico. Se siete ancora qui a leggerci vuol dire che vi fidate di noi e del nostro giudizio, come tale: guardatelo subito. Ah si, si parlava degli inglesi non proprio bravi nel rilasciare una stagione l’anno, ecco a proposito di questo: 5° stagione nel 2019.

1° HALT AND CATCH FIRE

“Yahooooo!”

7° posto l’anno scorso, 1° posto quest’anno. Comprensibilissimo visto quanto è sconosciuta questa serie sia in America che in Italia, eppure rimane incomprensibile come una serie con questa qualità possa essere rimasta ignota al grande pubblico. Ok non è per tutti ma chiudere un series finale su AMC con 390.000 spettatori è imbarazzante. Da recuperare ASAP!
Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from 10 Best & Worst Series

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: