Barry 1×02 – Chapter Two: Use ItTEMPO DI LETTURA 4 min

in Barry/Recensioni by
Per tantissimo tempo la HBO ha dettato il passo per qualità dei prodotti, toccando probabilmente le vette più alte della storia della televisione grazie ai suoi incredibili drama. Da I Soprano a The Wire, da Treme a The Newsroom, la compagnia newyorkese ha sempre messo d’accordo critici e appassionati fornendo prodotti di incredibile bellezza. Quello che si è sempre un po’ rimproverato a HBO è stato il non produrre comedy dello stesso livelo.
La voce interiore ha suggerito ai capi dell’emittente di aprire un canale dedicato nel 1999 denominato HBO comedy, in cui sarebbero andati in onda ovviamente i prodotti originali, ma anche film e spettacoli di comici Stand-up. I primi tentativi, se escludiamo Sex & The City, di produrre comedy di altissimo livello sono arrivati proprio dopo l’apertura del canale: Curb Your Enthusiasm, con Larry David, nel 2000 è stato però un vero e proprio colpo di genio dell’ex produttore e sceneggiatore di Seinfeld e un merito relativo di HBO; per attendere dei risultati concreti ci sono però voluti anni. Finalmente nel 2004, con Entourage, e nel 2005, con The Comeback, sono arrivate le prime soddisfazioni.
Mentre Entourage presentava un umorismo molto diretto, The Comeback ha rappresentato ai tempi un caso rarissimo di show nello show, un documentario (impostato sotto forma di black-comedy) sulla vita di un’attrice che interpreta un ruolo in una comedy.
Segnata la strada c’è voluto qualche anno per arrivare alla leadership. Sfruttando il successo di alcuni programmi di altre emittenti, mettendo per certi versi in atto un miglioramento degli stessi, e pagando a peso d’oro alcuni dei migliori attori in circolazione, HBO ha scalato la montagna fino alla situazione attuale in cui può vantare almeno due delle migliori comedy sulla piazza (Veep e Silicon Valley) e altri show di contorno del calibro di Insecure, Crashing e High Maintenance. Ancora tutto da decidere è però il futuro della nuova comedy di casa, Barry, uno degli esperimenti più coraggiosi visti fino ad oggi.
Come abbiamo visto nel primo episodio, questa serie non ha nulla di particolarmente caratteristico o classico, Alec Berg, già nel team di altre comedy citate sopra, e Bill Hader non hanno creto il solito prodotto col personaggio isolato che vive malinconicamente il proprio rapporto col resto del mondo. Il personaggio principale è interamente parte di quello che succede intorno a lui, vive i momenti e continua a porsi domande su se stesso. L’essersi a modo suo defilato dal vecchio lavoro di cacciatore di taglie lo porta inevitabilmente a farsi nemici quelli che prima erano amici e lo mette in difficoltà nel tentativo di cambiare vita. Questo aspetto viene messo in evidenza dai riferimenti alla cultura pop che si riscontrano all’interno dell’episodio:
This is not Cheers Barry, I am NOT Sam Malone.”In questo caso Gene, il maestro di recitazione, esorta Barry a prendere sul serio la nuova scelta, il richiamo alla comedy della NBC è uno dei modi in cui Gene cerca di motivare Barry nella ricerca del suo nuovo io. Il tempo dei giochi e delle chiacchiere da bar è finito, ed è positiva la risposta all’input col protagonista che ammette di aver tagliato definitivamente i ponti col vecchio lavoro per concentrarsi sulla recitazione.

I tought that was supposed to be funny […] Yea! Like a Family guy’s kind of funny.

Dopo una successione di scene molto divertenti in cui rientrano in scena i vecchi datori di lavoro di Barry che cercano di ricattarlo torturando Fuches, ritorna il tema della doppia vita. Recitando una parte di Doubt, un’opera teatrale con protagonista un prete che viene accusato di pedofilia, Barry fraintende le parole dell’autore, cadendo ancora nell’errore di non prendere troppo sul serio il suo nuovo scopo nella vita.

Wait… What are you doing? Are you doing Doubt? Oh… Let’s not do Doubt.

Come già precisato in precedenza, Doubt incarna un tema molto forte, ma presenta anche un titolo molto indicativo. Tutto ciò che Barry dice o fa infatti è dominato dal dubbio, quello di lasciare la sua vita da cacciatore di taglie per intraprendere la scalata nel mondo della recitazione. Ancora una volta Gene, pur in maniera involontaria cerca di dare un taglio netto alle problematiche interiori di Barry, esortandolo ancora una volta al cambiamento. Barry crolla sotto le parole del padre di Ryan, la sua ultima vittima, ed è proprio non mettendo in scena Doubt che si riscopre improvvisamente umano e circondato da persone che possono aiutarlo nel suo nuovo percorso di iniziazione.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Bill Hader e le sue capacità dry
  • Il contesto intorno al personaggio principale
  • Tutto è riconducibile in qualche modo a Barry
  • Scene dei russi che rapiscono e torturano Fuches molto divertenti
  • Nessuno

 

HBO ha finalmente trovato la sua strada per produrre delle grandi comedy, e Barry sta cercando la sua nel selvaggio mondo della recitazione. Dal punto di vista tecnico tutto regge bene, le capacità dry di di Bill Hader si sposano benissimo con le caratteristiche del suo personaggio e il contorno costruito dagli sceneggiatori sembra reggere l’impatto di una personalità così complessa come quella messa in scena fino ad oggi.

 

Chapter 1: Make Your Mark 1×01 0.56 milioni – 0.2 rating
Chapter two: Use It 1×02 ND milioni – ND rating

 

Tags:

Arrivato ormai alla veneranda età di 18 anni, da 6 anni, e in cerca di nuovi stimoli si è unito a RecenSerie per convertire il team al culto di Tina Fey e per trasmettere all'umanità la passione per le comedy. Tra una puntata e l'altra cerca di laurearsi in lettere e di guardare per un tempo indeterminato quanto più sport possibile. Il suo sogno nel cassetto è scrivere la sceneggiatura di una sit com modello talent-show con protagonisti Joe Bastianich, Lilly Meraviglia e Damiano Er Faina

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: