The Innocents 1×07 – Will You Take Me Too?TEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/The Innocents by

“I’m not you!”

Partita un po’ in sordina e con parecchi difetti strutturali, The Innocents non è forse la migliore delle serie tv prodotte da Netflix. Ciò non toglie che anche una serie del genere non possa riservare, ogni tanto, delle sorprese.
Una di queste è la puntata in questione che pone finalmente di fronte June con la madre Elena, ancora relegata nella fantomatica Comunità di Mutaforma di cui non si capisce l’utilità, se totalmente negativa o totalmente positiva.
Sta di fatto che in questo episodio gli autori si giocano tutte le loro carte con il momento clou che lo spettatore (aka i sopravvissuti che hanno continuato il binge-watching) stava aspettando da tempo: la reunion madre-figlia mutaforme.
Momento clou che non tradisce affatto le aspettative, sia come tensione emotiva sia per la raffinatezza di costruzione scenica e dialoghi che mette in mostra.
La prima parte di puntata è tutta giocata sulle coppie: da un lato, per l’appunto, l’arrivo alla Comunità della coppia June-Dottor Ben. Di quest’ultimo personaggio è da dieci e lode l’interpretazione dell’ottimo Guy Pearce, capace, nonostante una (forse voluta) espressione perennemente neutra dietro gli occhiali da vista, di rendere al meglio un personaggio che più enigmatico di così non si può.
Fino alla fine della puntata non si può esattamente sapere quale sia il suo scopo finale, se sia animato da un’effettiva volontà di fare del bene per sua moglie e per le varie mutaforme presenti nella Comunità o se agisca per un tornaconto personale che può essere una malsana smania di potere.
Sta di fatto che tutta la prima parte è intrisa di un’atmosfera veramente inquietante, il cui culmine è la scena dell’uccisione del cervo per la strada. Atmosfera inquietante che viene ulteriormente rafforzata dall’altra coppia protagonista e inedita: John-Harry.
Tra il padre di June e il co-protagonista della serie, infatti, nasce una collaborazione momentanea per riportare June a casa. Già questo è un primo fattore che desta l’interesse dello spettatore. È interessante notare come il rapporto che si crea tra i due sia, in un certo senso, quello che ci potrebbe essere tra un padre e un figlio adottivo, quasi a fare da contro-altare tra quello più biologico ma anche più complesso che c’è tra June ed Elena.
In ogni caso il loro andare a zonzo (facendo più danni che altro) crea quella suspense giusta, contrapposta all’apparente (e ancora più inquietante) tranquillità della Comunità.
Tranquillità che viene rotta fin da subito dall’arrivo di June: da questo momento in poi è un crescendo di dialoghi dalla forte carica emotiva, a cominciare dal “pranzo di benvenuto” in cui c’è ben poco di amichevole, fino ad arrivare all’incontro/scontro sia fisico che psicologico tra June e la madre, il quale si risolve con un quasi-monologo toccante di Harry a June sotto le sembianze di Elena.
The Innocents è un percorso di formazione particolare e, allo stesso tempo, molto lineare nel suo dispiegarsi degli eventi. Da un certo punto di vista è pieno di cliché triti e ritriti (a cominciare dai protagonisti, novelli Romeo e Giulietta) però amalgamati e rivisitati alla perfezione e in maniera non banale.
A questo punto, pur mancando solo una puntata alla fine di questa prima stagione, la risoluzione dei vari intrecci presentati è ben lungi dall’essere chiara, tuttavia questi ultimi due episodi (a cui va abbinato il precedente “Not The Only Freak In Town”) sono riusciti a risvegliare un certo interesse per la sorte dei protagonisti, e date le premesse iniziali non era facile.
Uniche pecche dell’episodio sono la scarsa presenza di Steinar, relegato a personaggio secondario (ma il cliffhanger finale lascia presagire un suo ritorno in grande stile) e la scoperta delle origini di Kam (a proposito, il nome deriva Kamaleon, cioè “camaleonte”ora potete lasciare la pagina e andare a suicidarvi).
Si tratta però di poche cose irrilevanti in una trama che si dimostra essere ben più complessa e sfaccettata di come il suo incipit lasciava presagire. Non rimane che passare direttamente al prossimo episodio e vedere come va a finire.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • June-Elena
  • Harry-John
  • Ritorno di Steinar…
  • Regia e paesaggio finlandese
  • Guy Pearce
  • Soundtrack
  • … peccato sia stato relegato nel finale!
  • Kam= Kamaleon (Kill us now please!)

 

Finalmente una bella puntata di the Innocents: ritmo scorrevole e dialoghi sublimi con buoni plot twist. Tutta un’altra serie rispetto all’inizio.

 

Not The Only Freak In Town 1×06 ND milioni – ND rating
Will You Take Me Too? 1×07 ND milioni – ND rating

 

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: