);

This Is Us 3×07 – SometimesTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/This Is Us by
This Is Us torna dopo una pausa e lo fa mettendo in campo una puntata che mette a confronto due coppie, due modi di condividere il dolore e le difficoltà, quattro persone diverse ma unite da punti in comune che non hanno a che fare soltanto con il legame di sangue.
Quest’anno la storyline dedicata a Kevin è tra le più interessanti per molteplici ragioni: il maggiore dei fratelli Pearson ha, di episodio in episodio, sciolto quella corazza dorata di spigliatezza e fascino da Golden Boy per lasciare spazio ad uomo finalmente maturo, consapevole dei proprio limiti, gentile e generoso, pronto ad aprire il proprio cuore. Non a caso la sua vicenda è strettamente collegata al padre Jack, vero spirito guida della serie, ed è interessante notare come, nonostante su di lui siano state raccontate molte parti della sua vita, continui ad essere una fonte inesauribile di storia e saggezza.
Kevin e Zoe, Jack e Rebecca, sono in viaggio, tutti alla ricerca di qualcosa: per i primi, seguire le tracce di papà Pearson e capire quanto sia profondo il loro legame,per i secondi, avere la chance di cambiare in meglio la propria vita, con la consapevolezza di essere all’inizio di una storia d’amore unica.
Entrambe le coppie quindi cercano la propria dimensione, trovando il modo giusto di condividere le proprie esperienze, quelle belle ma soprattutto quelle brutte.
E’ evidente che per Jack la guerra in Vietnam sia una ferita aperta, un incubo che non vuole e non può portare nella sua storia con Rebecca; d’altra parte la donna, comprende il grande dolore che si cela dietro alle poche parole dell’uomo e vorrebbe aiutarlo ad aprirsi ma non sa come fare.
Sarà la musica a trovare il modo di farli sentire vicini, senza troppe spiegazioni. Il momento in cui Bec canterà a Jack la canzone con cui, di fatto, è stata scartata al provino, è tra i più intensi dell’episodio: l’uomo, dopo aver cercato il perdono da parte dei genitori di un suo commilitone deceduto sotto al suo comando, si lascia andare ad un pianto sommesso ma liberatorio, aprendosi alla ragazza di cui è ormai innamorato.
La dolcezza e complicità trai due è disarmante nella sua verità e tenerezza, mostrando come riescano con grande naturalezza, a capirsi senza necessariamente dare forma e parola a qualcosa che addolora così tanto.
Di tutt’altro avviso è invece Kevin che, al contrario di quanto fatto da suo padre, vuole parlare di tutto con Zoe e desidera ardentemente che lei faccia lo stesso con lui.
Inizialmente stizzito dal comportamento di lei, che evita le domande sul suo passato, agisce poi con ritrovata maturità rivelando i propri sentimenti e la paura che, senza un dialogo totalmente aperto tra loro, possano perdersi. Zoe lo sorprende e sorprende anche lo spettatore: l’amore che prova per Kevin la spinge a rivelare un dettaglio traumatico, orrendo del suo passato.
Si dice che quando pronunci a voce alta qualcosa che ti ha ferito, lo stai esorcizzando: Zoe da donna forte quale è, racconta delle molestie subite dal padre e lo fa per non permettergli di ferirla di nuovo o di distruggere la bellezza del sentimento che sta sbocciando tra lei e Kevin.
Il parallelismo tra le coppie viene spontaneo ed è bello notare come Kevin somigli, nel carattere e nello spirito ad entrambi i suoi genitori.
“Sometimes” è una buona puntata e il pregio migliore che ha è quello di riuscire a entrare con delicatezza in dinamiche dolorose, risparmiando il melodramma ma sensibilizzando sinceramente chi guarda.
Ha dalla sua anche il pregio di aprire una nuova luce sulla vicenda che coinvolge Jack e suo fratello, linea narrativa che nasconde risvolti interessanti.
C’è però un difetto che permea soprattutto gli ultimi episodi, ovvero la sensazione di filler che attanaglia un po tutto il racconto; questa puntata in particolare non risente delle mancanze che invece aveva la precedente, ma This Is Us è più di questo, deve continuare ad offrire la qualità a cui ha abituato il suo pubblico.
I numeri, il talento attoriale e la scrittura di un certo livello ci sono, non resta che spingere sui tasti giusti perché in un universo di serie tv sempre più vasto, accontentarsi non è assolutamente un’opzione.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il rapporto tra Jack e Rebecca
  • La canzone di Bec e le lacrime di Jack
  • Il sincero trasporto di Kevin
  • La fragilità e forza di Zoe
  • Il segmento dedicato al Vietnam di Jack
  • La spinta emotiva dell’episodio
  • Trovare le fila della trama orizzontale senza perdere tempo
  • Non accontentarsi di soluzioni narrative facili

 

Quando in campo scende Jack Pearson la qualità dell’episodio è garantita ma gli sceneggiatori non devono sedersi sugli allori. “Sometimes” piace, così come le storyline che racconta, ma bisogna cominciare a trovare le fila della narrazione per non cadere nel banale e dimenticare ciò che ha reso This Is Us lo show emozionante e magistrale che ha dimostrato di essere.

 

Kamsahamnida 3×06 8.88 milioni – 2.3 rating
Sometimes 3×07 8.47 milioni –  2.0 rating

 

 

Sponsored by This Is Us – Italia

Tags:

Filosofa a tempo perso ed educatrice in tempo utile, Rina gironzola con la sua bicicletta tra le viuzze di una cittadina nebbiosa; esperta conoscitrice del lato misterioso dell'animo seriale, non disdegna quello più trash: da Twin Peaks a Gilmore Girls, da Game of Thrones a True Blood, passando per Sherlock e il Dottore. Si mormora non possa fare a meno del cioccolato, della sua raccolta di cd, di tutti i romanzi di Jane Austen e di parecchi film. Ironica, pungente e romanticamente pignola, è inglese nell'animo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: