);

The Stranger 1×01 – Episode 1TEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/The Stranger by
Cosa fareste se, dal nulla, un estraneo si avvicinasse e sviscerasse degli assurdi segreti riguardanti una persona che amate? Se vi dicesse che la vostra vita, come la state vivendo ora, altro non è che una gigantesca bugia? Se ogni aspetto di quella che pensavate essere la vostra quotidianità debba essere messo in discussione?
Questa è la sinossi della nuova serie originale Netflix, intitolata, appunto “The Stranger” e disponibile sulla piattaforma di streaming a partire dal 30 gennaio. Lo show è tratto dall’omonimo romanzo di Harlan Coben, scrittore statunitense specializzato in gialli e thriller, il quale figura anche come produttore esecutivo, mentre alla sceneggiatura e adattamento troviamo Danny Brocklehurst.
Durante il primo episodio si viene a conoscenza di Adam Price (Richard Armitage), un uomo che, apparentemente, non potrebbe chiedere altro dalla vita: un lavoro, una moglie complice ed amorevole e due splendidi figli di 18 e 15 anni. Il fulmine a ciel sereno irrompe fragoroso e devastante quando, dopo un allenamento di calcio, una donna sconosciuta (Hannah John-Kamen) approccia Adam e gli comunica come la moglie abbia finto gli ultimi tre anni della loro relazione: la terza gravidanza ed il conseguente aborto spontaneo. Dopo aver scambiato poche battute e aver instillato nella mente di Adam il seme del dubbio, l’estranea si allontana prima che l’uomo possa rendersi conto di quello che è appena successo.
Nonostante le rimostranze iniziali, il signor Price decide di indagare e scopre, passo dopo passo, che la sconosciuta non mentiva. Il confronto con la moglie avviene abbastanza velocemente e Corinne Price (Dervla Kirwan) ammette di aver orchestrato tutto, dal test di gravidanza, alle ecografie, dal finto pancione al dolore per la perdita del bambino.
Sebbene iniziata come una serie basata su un dramma famigliare, “The Stranger” offre allo spettatore anche un elemento thriller-poliziesco, con la storyline parallela di Dante Gunnarsson, un ragazzo ritrovato nudo e svenuto all’interno di un bosco. A gestire il caso vengono chiamati i detective Johanna Griffin (Siobhan Finneran) e Wesley Ross (Kadiff Kirwan) che si ritrovano, loro malgrado, invischiati in qualcosa di molto più grande e che sembra legare a doppio filo tutti i protagonisti della serie. I segreti di Corinne Price sono, dunque, solo la punta dell’iceberg in una vicenda fatta di dubbi, misteri e finte verità.
L’ambientazione british e l’uso di colori chiari e freddi sono funzionali non solo per quanto riguarda il comparto estetico, ma anche per il pieno sviluppo del potenziale dello show: la classica cittadina inglese, il cielo plumbeo, il bosco che ricorda tanto la foresta di Winden, sono tutti elementi che delineano ed accompagnano perfettamente lo svolgimento della trama, creando la cornice perfetta per un thriller psicologico. Lo spettatore, durante i cinquanta minuti del pilot, entra piano piano nella vita dei characters dello show; ci entra in punta di piedi, senza rendersene conto e rimane coinvolto dalla profondità dei loro misteri.
Si è ancora in un fase embrionale per “The Stranger” e non è dato sapere se l’asticella rimarrà alta, oppure troppa carne al fuoco finirà per bruciare le aspettative del pubblico. Harlan Coben, autore del romanzo, ha definito il suo libro come uno dei più complessi ed intricati da lui scritti e si è, quindi, desiderosi di scoprire cosa si celi veramente dietro la sconosciuta e quali altri segreti nascondano i personaggi dello show.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Nata come dramma famigliare, la vicenda si estende a macchia d’olio e tocca tutti i personaggi
  • L’elemento poliziesco
  • Il mistero della sconosciuta
  • Ambientazione, regia e fotografia vanno di pari passo nel creare dubbi e misteri
  • L’umorismo british che, non sempre, funziona. Ci sarà un motivo

 

“Episode 1” si presenta come un ottimo biglietto da visita per una serie con tanto potenziale. Il dramma famigliare unito alla componente thriller creano il mix perfetto per intrattenere lo spettatore e suggerirgli di continuare la visione.

 

Episode 1 1×01 ND milioni – ND rating

Se volete entrare nelle sue grazie, non dovete offendere: Buffy The Vampire Slayer, Harry Potter, la Juventus. In alternativa, offritele un Long Island. La prima Milf di Recenserie, ma guai a chiamarla mammina pancina.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: