);

Dark 3×06 – Licht Und Schatten – Light And ShadowTEMPO DI LETTURA 5 min

/
“Siamo tutti alla ricerca del nostro filo di Arianna, che ci mostri qual è la strada giusta, che ci faccia da guida nelle tenebre. Chi di noi non vorrebbe conoscere il proprio futuro? Sapere cosa lo aspetta? Ma la verità è che per ogni singolo tempo esiste una sola ed unica via, determinata e tracciata dal principio alla fine, e rappresentante a sua volta un inizio” (Dark 1×06)

Questo sesto episodio si apre con una splendida open cold, riportando lo spettatore dove si era conclusa la seconda stagione, salvo poi concentrarsi sull’imprigionamento di una versione di Martha da parte di Adam, senza dimenticare la morte di Jonas appena avvenuta.
In Dark però niente è come sembra e Jonas, nel suo mondo originale, verrà salvato da Martha, appartenente però a un universo parallelo, salvo poi essere ucciso nel precedente episodio proprio nel nuovo mondo parallelo, l’Evaveverse.
È proprio qui che risiede il grande salto di qualità, estremamente rischioso a dire il vero, di questa terza stagione che ha dipanato la sua narrazione non più in diversi archi temporali, ma bensì in diversi mondi paralleli, una mossa azzardata ma per ora riuscita egregiamente.
Ma non è tutto, poiché la serie diretta da Baran bo Odan osa ulteriormente, aggiungendo un altro tassello all’intricatissimo puzzle temporale, con la comparsa di realtà alternative presenti nello stesso tempo, con Jonas che in una differente versione del suo mondo è ancora in vita.
Una storia che si sviluppa su sei diverse linee temporali, due dimensioni diverse e due realtà alternative allo stesso tempo, il tutto senza mai risultare banali o cadere nel ridicolo, un lavoro mastodontico degli autori che sono riusciti a rendere Dark una serie completamente diversa dalle altre, pur trattando tematiche già affrontate molte volte nell’universo seriale.

“Caro Jonas, mi avevi promesso che avresti sistemato tutto. Voglio che tu sappia che lo farai. Non perdere mai la speranza che ci sia una via d’uscita da questo labirinto, un modo per salvare me e te. Ma dovremo fare dei sacrifici. delle cose inimmaginabili per sciogliere finalmente il nodo. Ogni destino è attorcigliato al successivo. Un filo rosso come il sangue che intreccia ogni nostra azione. Nella luce e nell’oscurità. Ma l’Apocalisse deve avvenire. Devi lasciarmi morire perchè io possa vivere. Dobbiamo lasciar andare alcune cose prima che tornino da noi. Noi siamo perfetti insieme. Non credere mai il contrario.”

Con il quarto episodio e la scoperta dell’Origine, la serie tedesca di casa Netlix ha definitivamente cambiato passo, in un climax narrativo che poi ha portato alla morte di numerosi personaggi nel quinto episodio. Mentre nell’Evaverse i fatti ciclicamente si ripetono come nell’Adamverse, salvo piccole differenze, con Ulrich che riconosce Mads e trova il passaggio nelle grotte e la vera identità di Alexander/Boris che viene scoperta, questa volta tramite una sua confessione al figlio, arrivano infine gli ultimi adepti di Eva, con l’apparizione di un Bartosz adulto e un Egon ormai invecchiato, che rivede la sua ex amante Hannah.
Da segnalare inoltre come gran parte dello screen time a disposizione venga dedicato al mondo parallelo senza Jonas, con una splendida fotografia che caratterizza le scene pre-Apocalisse.

“Sic Mundus…il vecchio Tannhaus era convinto di creare un paradiso in cui saremmo stati liberi dal nostro destino e dal nostro dolore. Un mondo oltre il tuo e il mio. Ma io ho finalmente capito cos’è davvero il paradiso: è l’eterna oscurità dove non esiste niente. È per questo che l’Apocalisse deve avvenire, nel mio mondo e nel tuo……Nulla di tutto questo esisterà più, i due mondi si distruggeranno a vicenda. Un annientamento assoluto. Non c’è alcuna speranza. Né salvezza. Né paradiso. Siamo sbagliati. Tu e io. Nel tuo mondo e nel mio.”

Se è innegabile il legame tra Jonas e Martha, in tutte le loro differenti versioni, reso ancor più esplicito in “Adam And Eva“, resta da capire sé i due character riusciranno effettivamente a interferire nei cicli di 33 anni che si susseguono. Risulta ancora criptico l’obiettivo finale di Eva, che guida i suoi adepti e le diverse versioni di Martha nel tempo (al momento se ne contano ben 4), con l’imprigionamento di una versione della stessa da parte di Adam tutto diviene improvvisamente chiaro all’interno di questa fazione. Da quando si  è avuta la certezza sulla reale identità di Adam molte sono state le teorie riguardanti il suo obiettivo finale e in questo sesto appuntamento finalmente viene rivelata la vera natura del suo folle piano: convogliare in un unico punto la forza distruttiva delle due Apocalissi, che devono avvenire nei due diversi mondi, l’Adamverse e l’Evaverse, sfruttando così l’unico modo possibile per uccidere l’Origine, il figlio di Martha e Jonas, bloccando definitivamente l’inizio e il ciclico ripetersi degli eventi, ponendo fine a entrambi i mondi e distruggendo ogni cosa. Con Adam e Eva che schierano rispettivamente tutte le loro pedine, la storia è ormai pronta per il gran finale degli ultimi due episodi, non ci resta che proseguire il binge watching.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Una open cold veramente d’impatto
  • La fotografia che caratterizza l’Evaverse pre-Apocalisse
  • Sei diverse linee temporali, due dimensioni diverse e due realtà alternative dello stesso tempo. What else?
  • Gli eventi dell’ Evaverse che si ripetono quasi identici come nell’Adamverse
  • Il progetto di distruzione assoluta di Adam
  • Finale di puntata egregio accompagnato da una splendida colonna sonora
  • Assolutamente nulla

 

L’ennesimo episodio perfetto  di una serie scritta magnificamente, che non rappresenta solo di gran lunga il miglior prodotto originale di casa Netlix, ma senza dubbio uno dei prodotti seriali migliori dell’ultimo decennio. La complessità della scrittura, lo spessore dei personaggi, gli interrogativi posti sulla natura umana, i collegamenti tra gli eventi e i character curati nei minimi dettagli hanno reso Dark una serie inimitabile.

 

Leben Und Tod 3×05 ND milioni – ND rating
Licht Und Schatten 3×06 ND milioni – ND rating

Daniele Abbatini

Cinefilo disperato e divoratore di serie tv, venera due antiche divinità: Sergio Leone e Gian Maria Volontè.
Entra in Recenserie per adempiere al suo sacro dovere di laureato in storia, ossia stroncare senza pietà ogni indegna serie tv di stampo storico sul pianeta Terra.
Lostiano intransigente, zerocalcariano, il suo spirito guida è un mix tra Alessandro Barbero e Franco Battiato.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

Dark 3x05 - Leben Und Tod - Life And Death

Next

Dark 3x07 - Zwischen Der Zeit - Between The Time

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: