);

Grey’s Anatomy 9×14 – The Face On ChangeTEMPO DI LETTURA 6 min

/
Deming William Edwards disse che le due principali regole che stanno alla base della vita stessa sono:
1) Il cambiamento è inevitabile
2) Tutti cercano di resistere al cambiamento.
Quello che sta accadendo a Grey’s Anatomy riguarda certamente tutte e due i punti. Se da una parte è palese che questa nona stagione è centrata sul cambiamento post “ennesimo disastro”, dall’altro
lato c’è ancora una certa ostilità (da parte di molti, e soprattutto di Shonda) ad accettare che la serie tv che ci ha fatto tanto innamorare nel tempo è cambiata parecchio, e che a volte non basta relagarci “personaggi imitazioni” per poter rincuorare noi fan al 100%. Chiaramente il personaggio di cui sto parlando e con cui ho deciso di aprire questa recensione è la Dottoressa Jo Wilson. Interpretata da Camilla Luddington, il personaggio di Jo risulta anche carino e divertente. Alex Karev ha ritrovato il sorriso e la serenità, e noi sappiamo che merita tutto questo, però lasciate che ribadisca ancora una volta che Shonda si stia impegnando per rendere Jo sempre più Izzie – Somigliante. Vederla parlare con la bocca piena e con le labbra piene di zucchero a velo avrà fatto pensare a molti alla bella (e ancora oggi amata) dottoressa Stevens. Nostalgia a parte, si tratta di come la Rhimes abbia strutturato questo personaggio, non sto muovendo una polemica della serie “torna a casa Izzie” (o meglio Shonda lasciala tornare), però dando a questa donna delle caratteristiche diverse probabilmente il risultato sarebbe stato migliore. Insomma, probabilmente non avrebbe generato in molti fan un certo fastidio nei suoi confronti. Lungi da me voler muovere una polemica da fan disperato che ancora spera nel ritorno di un personaggio che non c’è più, la critica che viene mossa riguarda solo la costruzione del personaggio “Dottoressa Wilson”. Passando agli altri avvenimenti e agli altri dottori, non è accaduto nulla di nuovo nelle loro story line, ed il momento più divertente è stato lo scontro diretto tra la porta e la dottoressa Brooks. Per il resto i nostri dottori hanno a che fare con la chiusura del pronto soccorso, complice anche April e un appuntamento con un grazioso paramedico. Per il momento la coppia Avery – Kepner rimane in sospeso e ognuno di loro due ha intrapreso relazioni amorose con altre persone. In realtà potrebbe non essere un male, e Shonda potrebbe considerare anche l’idea di lasciarli stare con i loro partner attuali, anche perché è un triangolo, o meglio un quadrangolo abbastanza noioso. Probabilmente quello che penalizza questa coppia è il fatto che il personaggio di April non ha coinvolto totalmente e non ha saputo conquistare tutto il pubblico. Al contrario Avery, complice anche il fascino del bel ragazzo, ha raccolto di sicuro un numero di ammiratrici maggiore della sua partner sul set. D’altronde un piccolo intreccio amoroso in una serie tv come Grey’s Anatomy serve sempre. Dunque staremo a vedere cosa succederà alla coppia.
Tornando alla chiusura del pronto soccorso, il gruppo è più compatto che mai e tutti sono coalizzati contro Alana Cahill e la chiusura del pronto soccorso. Nel frattempo Callie e Webber decidono di andare in missione in incognita presso un altro ospedale acquistato dalla Pegasus Horizons. Grazie a questa coppia inedita assistiamo a qualche momento di comicità targato “Miss e Mister Platano”. Inoltre, scopriamo che la clinica è fatta di dottori con un finto sorriso e che non operano pazienti ma clienti. Tra l’altro fanno la conoscenza del volto – brochure dell’ospedale: un dottore dall’aria “finta” ed un fantastico sorriso a trentadue denti (mancava il luccichio a fine sorriso ed il quadretto era completo). Un ospedale profitto – centrico dove nemmeno i dottori sono felici di come svolgono il loro compito, infatti mister “sorriso perfetto” (o perfetto bamboccio) rivelerà la sua infelicità. Ed è tutto questo che porta Callie alla decisione che tutti si aspettavano, perché la soluzione che propone la bella dottoressa Torres non è delle più inaspettate e fa prendere alla trama la piega che tutti si immaginavano (e qualcuno desiderava). Ben sappiamo che Shonda Rhimes sa il fatto suo, nove stagioni di Grey’s Anatomy portate egregiamente la dicono lunga, però in questo caso ha peccato probabilmente di una certa mancanza di originalità. Certo, prima di saltare a conclusioni affrettate direi di stare a vedere che succede, non è detto che da una scelta per così dire “scontata” non possa uscirne qualcosa di buono. Sicuramente se i sopravvissuti procedessero con l’acquisto dell’ospedale le dinamiche interne subirebbero dei cambiamenti, e potrebbero esserci tensione e screzi. Vedremo.
Passando alla Face on Change, Alex e Avery sono in corsa per diventare le nuova faccia del Seattle Grace; ognuno dei due ha il suo stile per arrivare alla vittoria, e a dar man forte ci sono le specializzande Jo e Stephanie. Guardando questa competizione qualcuno potrebbe aver pensato che in passato un altro personaggio avrebbe sgomitato per quel ruolo, ossia Mark Sloan. Lasciando da parte la nostalgia per chi non c’è più, alla fine il ruolo andrà a Derek, anche se non era in gara e la cosa sa tanto di punizione, ed è così che vediamo il fantastico sorriso smagliante di Derek stampato in formato gigante sulle porte dell’ascensore.
La puntata ha avuto come tema centrale, ancora una volta, il cambiamento e a supportare questa tematica i dottori si occupano di un transgender. Il papà di questo ragazzo non riesce ad accettare un cambiamento così radicale e, nonostante l’amore, se ne va voltando le spalle a Brianna/Brian. Per il resto non ci sono state grosse novità sulla trama, e quello che voleva essere un colpo di scena inaspettato era una cosa più che ovvia e scontata.
Purtroppo a volte, come in tutte le serie tv, anche Grey’s Anatomy ha dei momenti di calo ma d’altronde non è possibile avere 186 puntate (sono quelle trasmesse fino ad ora) sempre al top. Questa era una di quelle puntate dotate di calo fisiologico.

PRO:

  • Callie e Richard in avanscoperta.
  • Alex Karev più presente del solito.
  • April e Matthew: questa coppietta mi sembra più azzeccata di quella composta da Avery e Kepner.
  • Il gruppo che agisce compatto infrangendo le regole per salvare la vita di un bambino.
  • La dottoressa Brooks che sbatte contro la porta, altrimenti a cosa servono gli specializzandi?
  • La faccia di Mer quando chiede: li mangi tutti quelli?

CONTRO:

  • Il possibile prepensionamento di Webber.
  • Alana Cahill.
  • Jo Wilson: un personaggio costruito male. Ci sono troppe somiglianze con Izzie, e questo è un vero peccato perché Shonda avrebbe potuto lavorarci decisamente meglio. Insomma, Jo sporca di zucchero, ditemi che non vi è venuta in mente Izzie che mangiava un sacco e parlava del panetto di burro mangiato di nascosto? E quando George parlando di lei disse “Mangia sempre”. Purtroppo i parallelismi non sono affatto forzati.

Certamente la puntata ha avuto qualche momento di piacevole leggerezza, nel complesso il punteggio è sicuramente sufficiente, però purtroppo la proposta di Callie fatta agli altri ragazzi è banale e scontata. Riconoscendo i punti forti e quelli deboli di questa serie tv direi che dopo tutte le emozioni, le lacrime e gli anni passati insieme, vale la pena aspettare e vedere come va a finire. Nel frattempo speriamo che Shonda riesca a darci ancora tante emozioni. Rimane ovviamente viva la speranza che ci regali un finale degno per questi personaggi che, per tanto tempo, ci hanno fatto compagnia coinvolgendoci nelle loro vite da medical-drama. 

VOTO EMMY

Dead Recensore

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

2 Comments

  1. Quando Callie ha proposto di comprare l'ospedale usando il risarcimento ho pensato: Brava furba, c'ho pensato 4 puntate fa 😀 Però questa puntata ha avuto più gag in stile GA quindi l'ho decisamente apprezzata rispetto alla scorsa. Io ormai non voglio più sapere nulla di Jo/Izzie…mi irrita proprio la sua presenza, ma so che è colpa di Shonda e del modo in cui sta sviluppando il suo personaggio. Decisamente meglio la coppia April/Paramedico…lui sta andando con i piedi di piombo, come vorrebbe la santarellina Kepner! Webber e Callie assieme erano stupendi e divertentissimi! Ho adorato vedere i medici "storici" lavorare assieme ed ho sentito un sacco la mancanza di George 🙁 Vediamo come si evolve la situazione…anche perché se comprano l'ospedale ne diventano proprietari, quindi magari alcuni medici possono sentirsi minacciati (vedi gli sbotti della Bailey)

  2. Concordo!!! Era così scontata come cosa che ogni puntata mi veniva voglia di andare da loro e dire: avete sti soldi, usateli per dindirindina!!!!

    Jo?? non mi piace, sin dall'inizio della stagione…vero che Alex finalmente è un pò felice, ma lei proprio…….personaggio pensato male.

    Speriamo in bene per le prossime puntate…e speriamo per questo McBaby!!

    Cupcake dreams

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

The Bing Bang Theory 6x15 - The Spoiler Alert Segmentation

Next

Raising Hope 3x16 - 3x17 - Yo Zappa Do (Part 2) - Sex, Clown And Videotape

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: